Viaggio in Asia (Thailandia,Malesia,Indonesia)

Viaggio in Asia Diario di Francesco Brentel 01/08/06 Il viaggio che mi appresto ad affrontare mi permetterà di visitare le grandi e popolate città di Bangkok e Surabaya, le isole deserte del Borneo malese e indonesiano, il vulcano fumante Bromo ...

  • di kekkko
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Viaggio in Asia Diario di Francesco Brentel 01/08/06 Il viaggio che mi appresto ad affrontare mi permetterà di visitare le grandi e popolate città di Bangkok e Surabaya, le isole deserte del Borneo malese e indonesiano, il vulcano fumante Bromo a Giava.

Il tutto nello spazio di 15 densissimi giorni. Con me alla partenza (h 19.30) dall’aeroporto di Tessera (ve) la mia fidanzata Annalisa e mia sorella Elisa. I miei cugini Alessandro e Federico e l’amico Claudio ci raggiungeranno a Tawao, città che si trova nella regione del Sabah in Borneo.

Dopo lo scalo a Vienna e quasi 10 ore di volo atterriamo a Bangkok. Scesi dall’aereo l’aria che ci riempie i polmoni è calda. Sono circa le 16.00. Fuori dell’aeroporto prendiamo un taxi che con difficoltà si fa strada nel traffico di Bangkok. Le strade sì intrecciano, si accavallano fra gli edifici che formano un agglomerato urbano molto popolato. Per strada, dovendoci fermare spesso a causa del traffico, notiamo che la gente ci osserva curiosa e divertita. Noi rispondiamo con sorrisi e saluti.

Dopo 2 ore e tanta pazienza raggiungiamo il New World Hotel, dove riprendiamo fiato e ci rinfreschiamo. Poco distante da lì trova Khao San road, meta interessante per il turista-consumista.

Passeggiando in direzione di tale strada, c' investono odori di cibi nuovi che si mescolano a quello dello smog. I carretti allestiti come cucine ambulanti sono numerosi. Si va dal fritto, alla frutta e verdura, dalla carne ai dolciumi colorati. Resisto al desiderio di assaggiare incoscientemente cibi sconosciuti, è ancora troppo presto per rischiare di rovinare la vacanza con una dissenteria.

Khao San road si presenta come una via illuminata dai numerosi neon che sembrano fare a gara tra di loro. I negozi e le bancarelle sono assiepati lungo ambo i lati della via. Si possono cominciare a fare i primi acquisti subito, l’importante è contrattare per capire qual è il vero valore della merce che vendono. Con l’euforia per gli acquisti facili, cresce anche l’appetito, così cedo alla tentazione di assaggiare i primi “piatti locali”. Il loro sapore non ha tradito le mie attese.

Purtroppo la stanchezza non tarda nel sopraggiungere e noi rientriamo in albergo programmando già il da farsi per il giorno successivo.

02/08/06 Svegliati presto il mattino, usciamo in strada per prendere un tuc-tuc, piccoli taxi a basso costo. Abbiamo solo oggi per visitare un po’ la città. Alle 8.00 del mattino ci troviamo già di fronte al palazzo reale, ma è chiuso al pubblico a quella ora.

Sulla pianta risulta che lì vicino è possibile vedere il Wat po, lo sleeping Budda. Un distinto signore Tailandese ci avvicina. Con fare gentile e un inglese comprensibile ci consiglia di visitare un’altra zona. Poi scopriremo che il suo scopo sarà quello di farci visitare gioiellerie, che pagano commissioni e distribuiscono coupon ai procuratori di clienti e agli autisti di tuc-tuc . Il signore, infatti, ferma un tuc-tuc gli imposta un itinerario per farci vedere la golden mount, lo standing Budda , il Marble Temple...E un paio di gioiellerie! Del nostro giro turistico rimaniamo in ogni modo soddisfatti. All’uscita del Marble Temple il nostro accompagnatore si è dileguato. Ne troviamo un altro e andiamo a pranzare. Nel pomeriggio optiamo per il traghetto, alternativa per non restare imbottigliati nel traffico! Lo spostamento è più rapido. Quando torniamo al palazzo reale alle 16.00 è già chiuso al pubblico. Almeno riusciamo a vedere lo sleeping Budda.

Nella serata facciamo ritorno a Khao San road dove facciamo qualche altra piccola spesa

  • 7641 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social