India: rajasthan, agra e isole andamane

Siamo 4 amici cui piace viaggiare, l’India l’avevamo in mente da parecchio tempo e finalmente quest’anno ce l’abbiamo fatta, siamo partiti. I preparativi sono stati lunghi, ancor prima di arrivare capisci che l’India non è un paese come un altro, ...

  • di asia1007
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Siamo 4 amici cui piace viaggiare, l’India l’avevamo in mente da parecchio tempo e finalmente quest’anno ce l’abbiamo fatta, siamo partiti.

I preparativi sono stati lunghi, ancor prima di arrivare capisci che l’India non è un paese come un altro, per apprezzarla bisogna conoscerla e sapere cosa ti aspetta. Quindi oltre alle cose pratiche, volo, auto, hotel è bene prepararsi anche sul lato storico, culturale e sociale. Insomma leggere, leggere e ancora leggere.

In ogni modo il 20 settembre 2003 siamo partiti da Zurigo alla volta di Delhi, arrivo in piena notte e primo impatto con la realtà indiana del tipo: mucche parcheggiate in aeroporto al posto delle auto, una folla d’indiani pronti a tartassarti per portarti nel loro albergo, traffico da ora di punta nel pieno della notte ...

Il mattino l’impatto è più piacevole, troviamo il nostro autista ad aspettarci e lasciamo subito Delhi alla volta di Agra.

Ironia della sorte il nostro autista uscendo da Delhi sbaglia strada e ci troviamo bloccati nella corsia degli autobus con conducenti arrabbiatissimi che ci urlano contro. Comunque, dopo quest’intoppo arriviamo ad Agra dove visitiamo il Forte Rosso e il magnifico Taj Mahal, che spettacolo da rimanere a bocca aperta !!! Il giorno dopo partiamo alla volta del Rajasthan, la nostra prima tappa sarà Jaipur. Il caldo si fa più sopportabile c’e’ meno umidità e il nostro autista si fa più scaltro nella guida trovandosi nel suo territorio. Iniziamo ad assaporare l’India. Sia il calore della gente che la gastronomia.

La gente qui è curiosa e gentile, ti sorride e ti saluta in continuazione. Una volta tornati non dimenticheremo tanto facilmente i tanti “Hallo”, “How are you ?”, “Where are you from?”.

La sera Dinesh ci porta ad assaporare il cibo e il folklore del Rajasthan in un parco per turisti stranieri e turisti indiani. E’ incredibile e piacevole costatare che l’India è sì una meta turistica ma per la maggioranza per turisti indiani! Quindi tutte le infrastrutture turistiche sono adeguate hai gusti indiani e non occidentali! A Jaipur visitiamo il forte, residenza dell’attuale Maharaja, un sito astronomico e il forte di Amber, un’imponente fortezza costruita fuori della città su di un dirupo. Ci diamo anche allo shopping (seta, pashmina, argento e altro...A prezzi bassisimi). In India è praticamente impossibile non fare acquisti , specialmente se vi fate portare in giro da una guida locale. Il suo rendiconto presso un qualche negozio lo avrà sempre e quindi gentilmente vi chiederà di entra in questo o quell’altro negozio, poi vi convincerà a comperare e se uscirai dal negozio a mani vuote sarà sempre gentile ma non sarai più il suo cliente preferito. Eh ! gli Indiani s’impara a conoscerli! Partendo da Jaipur ci dirigiamo verso Udaipur, la città più graziosa e intrigante del Rajasthan, non per altro la chiamano la “Venezia d’oriente”. Qui oltre all’immancabile forte è piacevole passeggiare per le tante viuzze trafficate da risciò, mucche, carretti e biciclette con ai lati tanti negozietti e bancarelle di dolcetti buonissimi.

Udaipur è una cittadina da favola e alloggiare in un alberghetto affacciato sul lago Pichola e molto romantico.

Lasciamo Udaipur per recarci a Jodhpur la città blu. Nel tragitto per Jodhpur ci fermiamo a visitare il forte di Kumbalgarth, una fortezza in stile medioevale in una valle sperduta e lontana dalle strade principali. Nonostante la strada tortuosa vale la pensa visitarlo. E’ veramente impressionante, con la sua imponenza domina tutto il territorio e si gusta l’isolazione e la tranquillità dal caos delle zone più trafficate

  • 11882 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social