15 giorni in Rajasthan e Varanasi

Sono anni che sogno questo viaggio. Ho consumato con gli occhi libri di fotografie e sognato guardando documentarie, disperandomi ogni volta che andavo in agenzia di viaggio e ritiravo la documentazione: troppo troppo costoso per le nostre tasche! Anche quest’anno ...

  • di flo64
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Sono anni che sogno questo viaggio. Ho consumato con gli occhi libri di fotografie e sognato guardando documentarie, disperandomi ogni volta che andavo in agenzia di viaggio e ritiravo la documentazione: troppo troppo costoso per le nostre tasche! Anche quest’anno è cominciata così: agenzia, depliantes.. Nulla, non possiamo permetterci una vacanza così cara. E poi un tuor organizzato con altre persone ci stava un pò stretto, il tuor individuale neanche a pensarci come costi.

Così, presa da pazzia, ho deciso di doumentarmi un pò. Ci andiamo da soli, pensavo. Io e mio marito viaggiamo sempre da soli, vediamo se si può fare...

No, non si può fare. Imposibile, ci dicono, affittare una macchina e guidare da soli.

Allora che facciamo? Inizio a girare per i vari siti e scopro che molte persone si sono rivolte ad agenzie locali. Contatto via email chi raccontava del suo viaggio in india con agenzia locale. Da vari contatti tutti mi danno lo stesso indirizzo.

Scrivo chiedendogli un preventivo per 15 giorni mandandogli un elenco delle località che non volevo assoltuamente perdere. Con tre o quattro email ci accordiamo, il sogno si può avverrare: i costi sono assolutamente la metà di quelli delle agenzie in italia.

Avevo letto su vari siti che bisogna sempre farsi dire bene che cosa stai pagando alle agenzie locali, perchè spesso alla fine possono uscire costi aggiuntivi di cui non si e’ dato evidenza al momento dell’acquisto del pacchetto. Così abbiamo fatto.

L’Agenzia ci ha sempre dettagliato tutto, e non solo, ci ha organizzato 4 visite guidate in alcuni posti con guide esperte di cui tre parlanti Italiano, senza averne dato esplicita evidenza o venduto come un pacchetto aggiuntivo come invece avrebbero fatto molte agenzie italiane. Negli alberghi che ci ha proposto ci siamo trovati benissimo: posti bellissimi, di cui alcuni vecchie redidenze di maraja.

Ci ha messo a disposizione una bellissima Ambassador (famosa automobile indiana) comodissima con un autista meraviglioso che ci ha aiutato, consigliato, insegnato...Un viaggio organizzato alla perfezione, un viaggio tranquillo.

Le considerazioni su questo viaggio è che siamo riusciti in così poco tempo a visitare una zona abbastanza vasta dell’india, una prima infarinatura, quello che ci vuole per un mondo cosi diverso dal nosto,con la voglia di ritornare almeno in alcun posti e fermarsi più a lungo, bellissimo viaggio!!! Di seguito un breve elenco dei posti che abbiamo visistato e dei costi sostenuti, Il costo medio per le varie cene negli alberghi a 5 stelle con cene veramente eccezionali per due persone bevande incluse (acqua e birra) intorno ai 20/ 25 € Cene nei Ristoranti locali (quelli frequentati da loro) costo massimo sostenuto per tre persone bevande incluse (acqua) 10 € minimo 3,50 € posti assolutamente da frequentare buona la cucina fatevi consigliare dal driver.

Pranzi lunga la strada (i nostri autogrill) esclusivamente frequentati da noi occidentali, tarati sui i nostri costi , rischi spesso di pagare la stessa cifra del ristorante a 5 stelle con una qualità e quantità,decisamente inferiore, fatevene una ragione perchè non ci sono molte altre alternative durate i lunghi percorsi, comunque sono posti decenti. La cucina india è sempre ottima Se pensate che viaggiare significa passare il tempo dentro negozi a fare acquisti, tranquilli l’india è per voi, troverete sempre qualcuno pronto da aiutarvi.

Se invece come noi pensate che per fare acquisti tre o quattro negozzi sono più che sufficienti, e girare per mercati, è un solo una buona occassione per perdersi fra la gente vedere i loro usi, tentare di vivere un attimo come loro, sentire odori, vedere i colori, allora: Armatevi di calma, dichiarate subito le vostre intenzioni al driver, (il nostro non ha fatto alcuna pressione per portarci in nessun posto, ci ha accopagnato nei vari mercati solo su nostra richiesta.) Con le varie guide fate altrettanto, loro non demordono, se dichiarate che non volete fare shopping, loro ti porteranno a vedere dimostrazioni di come si lavora la seta, il marmo,ecc. Ovviamente per poi finire nel negozio a vedere il prodotto finito!!!! Attenzione difficile uscirne vivi prima di un ora! E senza aver acquistato qualcosa! Per quanto riguarda, le persone, i bambini soprattutto che ti chiedono soldi, siamo stati molto indecisi, avevamo letto che molti indiani chiedono di non dare soldi ai bambini, con i nostri occhi abbiamo visto alcune persone anziane che sgridavano i bambini che mendicavano, portare e regalare le solite penne e quaderni, sembra che serve a loro solo per rivenderle e ottenere qualche soldo, così siamo partiti senza penne, e intenzionati a dare qualcosa a qualche associazione di volontariato. Ne abbiamo visitata una molto bella, ma sembra “Un goccia nel mare”! Mi è sembrato anche che aiutando un’ organizzazione, stai comunque aiutando chi nella sfortuna, è più fortunato! E a quelli in strada chi ci pensa? Ti devi arrendere puoi fare solo la tua piccola goccia nel mare

  • 9722 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social