India e Nepal con i mezzi pubblici

L’India: dopo tanti anni, tanti racconti da altri viaggiatori che ci hanno consigliato di andarci dopo essere un po’ rodato in fatto di viaggi (cosa che confermo), decidiamo di partire. Siamo viaggiatori zaino in spalla, cerchiamo sempre di viaggiare immersi ...

  • di valemaffy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

L’India: dopo tanti anni, tanti racconti da altri viaggiatori che ci hanno consigliato di andarci dopo essere un po’ rodato in fatto di viaggi (cosa che confermo), decidiamo di partire.

Siamo viaggiatori zaino in spalla, cerchiamo sempre di viaggiare immersi nel paese, niente viaggiatori VIP, niente macchine affittate con guida, solo mezzi pubblici! Pochi euro a disposizione ma tanta voglia di adattarci! Il viaggio parte mesi prima, si legge molto, internet, Terzani, Lonely Planet. Compriamo molta attrezzatura indispensabile, gel per disinfettare le mani, pantaloni e camicie di lino rigorosamente a maniche lunghe, facciamo vaccinazioni e poi..Si parte.

Faccio una premessa. Non è possibile descrivere i colori e i sapori dell’india in poche righe, ho cercato di dare qualche informazione di massima sugli alberghi e i luoghi da visitare. Sono a disposizione per approfondimenti. Un ringraziamento ad Anna e Fede che sono stati degli ottimi compagni di viaggio.

L’ODORE DELL’INDIA: UN MISTO DI CURRY, MERDA E INCENSO! DELHI Partiamo per Delhi con un volo Alitalia, arrivati a Delhi ci aspetta l’autista della guest house in cui abbiamo prenotato (cosa che consiglio vivamente, costa un po’ più di un taxi, ma è un piacere arrivare e trovare una targhetta con il tuo nome!). Scegliamo la guest house, Che posto meraviglioso! E’ una casa un po’ fuori dalle mete turistiche di Delhi, con 5 camere da letto e bagni in comune: i bagni più puliti che abbia mai visto! C’è una saletta, dove vengono serviti i pasti e dove transitano tanti turisti come noi: ci si siede intorno al tavolo e si chiacchiera sull’india! Un servizio impeccabile, i proprietari ci hanno fornito tante segnalazioni su dove andare a mangiare, fare i massaggi e molto altro...

Passiamo 4 giorni a Delhi, visitiamo il Qutab Minar, Red Fort, India Gate, giriamo intorno a Connaught Place. Humayun's Tomb e Jama Masjid. 4 giorni passano velocemente, sperimentiamo tutti i ristoranti segnalati dalla LP (da segnalare in particolare “Banana Leaf”) e ci divertiamo un mondo: tutti ci guardano in modo strano, interessati al nostro abbigliamento e ai nostri zaini...

JAISALMER 7 AGOSTO.Inizia il viaggio vero e proprio. Ci rechiamo alla stazione di Delhi, che posto! Tutti sono sdraiati per terra, in attesa del treno o di non so che, purtroppo troviamo anche delle situazioni che ci stringono il cuore. Ci vuole mezz’ora prima che capiamo dove è il nostro binario e arriva il treno che ci porterà a Jaisalmer. Appena saliamo sul treno ci mettiamo a ridere come dei pazzi, è un posto assurdo, i lettini sono piccoli e sporchi, è tutto azzurro, con l’aria condizionata sparata a mille. Abbiamo scelto la 2AC, non siamo interessati a viaggiare in prima classe... La notte passa lentamente, ogni due ore passa il venditore di chai...Il treno è in ritardo di 4 ore (che su un viaggio da 19 ore è onestissimo!) e arriviamo nel primo pomeriggio a Jaisalmer. Ci sono 40 gradi e siamo in mezzo al deserto.

Abbiamo scelto l’HOTEL FIFU che gratuitamente ci viene a prendere alla stazione. L’albergo è meraviglioso, fuori dalle mura ma con un terrazzo stupendo, dove passare la giornata è un sogno. Appena arrivati andiamo dentro le mura, il borgo è splendido, pieno di negozietti e ristoranti. Andiamo a prenotare il safari per il giorno dopo e come consigliato dalla LP andiamo al safari ganesh travel.

La mattina successiva partiamo per questo tour che consigliamo di fare, ma solo una volta nella vita! Il caldo è incredibile e cammelliamo per moltissime ore. L’acqua si trasforma ben presto in acqua bollente e bere diventa faticoso... A pranzo ci fermiamo in un oasi dove le nostre esperte guide ci preparano un pranzetto degno di un re. Arriviamo ormai al tramonto nella zona destinata all’accampamento e ..Non c’è nulla! Nulla intendo che dormiremo per terra, su delle coperte che sono state le nostre selle...Non c’è bagno, nessuna doccia e una tempesta di sabbia si sta per abbattare su di noi: siamo distrutti. In realtà la nottata sarà uno dei ricordi più belli della nostra vacanza: cantiamo sotto le stelle, ci addormentiamo contando le stelle cadenti e vedendo in lontananza le luci del Pakistan! 11 AGOSTO - JODPHUR Ci mettiamo due giorni a riposarci dal safari e poi via, è l’11 agosto e si riparte...Prendiamo l’autobus per jodphur. E’ una città che mi ha deluso, a parte lo splendido palazzo del Maraja è una cittadina sporca e inquinata: l’unica nota positiva è il mercato, con spezie e tanti braccialetti..

  • 2154 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social