Kerala, la terra del sorriso

Era da 4 anni che volevo andare in kerala, avendo trovato delle informazioni e delle brochures in un ristorante durante un precedente viaggio in india…finalmente ce l’ho fatta e qst è il resoconto per tutti coloro che vogliano vivere quest’esperienza ...

  • di maluni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Era da 4 anni che volevo andare in kerala, avendo trovato delle informazioni e delle brochures in un ristorante durante un precedente viaggio in india...Finalmente ce l’ho fatta e qst è il resoconto per tutti coloro che vogliano vivere quest’esperienza indimenticabile! Ieri sera in aeroporto abbracciane con la gabri. Che bello incontrarsi dall’altra parte del mondo, sole noi 2 per la prima volta! Andiamo subito in hotel con il nostro prode suryapradeep, costo .....

Alias “Ambrogio”, nella classica ambassador bianca. Hotel carinissimo, l’unico che avevamo prenotato dall’italia, trovato su internet.

Hotel WILD PALMS ON SEA HOMESTAY in riva al mare sotto una foresta di palme...Odore di mare...Ci addormentiamo al rumore delle onde dopo varie chachare. Stamane b.Fast in hotel. Assaggiamo i piatti tipici del kerala (...Ma nn ci va granché...Riso e cocco grattugiato con curry di ceci, che magari di sera va bene, ma nn di mattino...) alché ci affidiamo al normalissimo caffè e toast. E a qst punto parte la ns avventura. Le 3h di auto alla volta di alleppey sono diventate 5 per via della rottura della cinghia (come inizio nn c’è male). Surya è preoccupatissimo nonostante se la cavi egregiamente perché è il ns primo giorno di vacanza e perché una cosa del genere non gli è mai successa prima. Noi siam tranquille e mentre i meccanici della zona, tutti mobilitati, ci aggiustavano l’auto a bordo strada, noi socializzavamo con i locali sedute in un capannone con altare che fungeva da chiesa cattolica. Bambine in divisa scolastica, vecchietti che dopo 10 min. Di conversazione ci hanno chiesto il ns. Indirizzo per avere qualcuno con cui condividere la loro religione anche all’estero...Che carini! Tutti così sorridenti e gentili come non mai! Addirittura, le 5 bimbe sono andate a prendere per noi delle caramelle e ce le hanno regalate!! Invece che noi a loro...Dopo 2 ore di attesa, ripartiamo, ci fermiamo a mangiare in un ristorante dove per entrare abbiamo dovuto indossare un maglione ed una sciarpa (in india, nei locali dove si aspettano persone straniere, la temperatura è da polo nord –o sud- come negli stati uniti), e poi via!! Verso Alleppey. Il ns. Autista guida molto bene e non suona mai il clacson (siamo fortunatissime in qst senso!!) grazie a dei turisti europei o americani che ci hanno precedute e che gli han fatto perdere l’abitudine tenendogli proprio la mano ogni qual volta si avvicinasse alla trombetta con l’intento di suonarla.

Cmq, eccoci qui all’imbarcadero a scegliere la ns houseboat. Ne vediamo 3 e scegliamo la terza, dopo un po’ di contrattazioni, scegliamo, a parità di prezzo, qll che ci piaceva di più. Con questi qua delle barche bisogna farsi vedere molto determinate. Soprattutto se nn ve la cavate splendidamente con l’inglese (o per lo meno non meglio di loro), mentre parlano, tutto ciò che dicono e che fa parte degli accordi, scrivetelo su di un taqquino. Poi, di barca in barca scrivete gli altri dati accanto così potete confrontarli più facilmente. Molto spesso capita che dicano ad es. Che l’aria condizionata è inclusa per farvi scegliere la loro barca e poi si rimangiano la parola o dicono di non averlo mai detto. Prendete appunti e prima di andare alla barca seguente leggeteglieli; farà capire loro che nn possono prendervi in giro o truffarvi. Salpiamo noi due, la barchetta con veranda/sala da pranzo, camera con bagno e cucina. Con noi il captain Tangachen e il cuoco che si chiama Tangachen anche lui... è il tramonto. Le acque calme e le palme sono una cornice fantastica e qnd attracchiamo per mangiare, scopriamo avere una colonna sonora stupenda di cicale, rane, grilli e pipistrelli. Poi, oltre la colonna sonora e lo scenario di per sé da sogno, iniziano luccicare a poco a poco migliaia di lucciole che ci danno l’illusione di essere in un bosco di fate. A bordo con noi c’è anche almeno 1 scarafaggio che ho visto senza proferire parola per non spaventare Gabriella; poi, qnd ne parlo col captain, sembra nn esserci soluzione, ma cmq, a parte qst, lui continua a negare anche se gli dico che l’ho visto coi miei occhi. Fortunatamente, sembra che lo scarafaggio si sia spaventato + lui a vedere me perché nn si è più visto! speriamo di poter dormire. Qst captain è proprio buffo...Ad un certo punto viene da noi, sempre sorridente e disponibile, e ci chiede se vogliamo una birra. Io gli dico di sì, contenta dell’inaspettata proposta, per vederlo poi vacillare ed in maniera un po’ incerta cercare di dirci che la birra non ce l’hanno...Che si può comprare domani...Ma allora, caro il mio captain, perché ce l’hai proposta??...Io e la gabri rimaniamo allibite. È proprio vero che abbiamo procedimenti mentali diversi e ciò che a loro sembra logico, a noi non lo sembra e viceversa...Abbiamo riso per sempre. C’è con noi anche un jeko e ogni tanto un pipistrello ci svolazza sulla testa. Qui è molto rilassante e tranquillo. Un luogo di pace. Per chi volesse seguire le ns orme, è bene portarsi tanta acqua sulla barca. Loro ce l’hanno ma sarà veramente minerale come dicono? Noi per fortuna ne abbiamo mezzo litro. Seconda e terza cosa da portarsi dietro sono il bygon e la carta igienica, se preferite star tranquilli. ...Notte da incubo sulla barca. Paura di essere assalite da insetti indesiderati, caldo torrido ed umidità a 1000. Rumori di strani quadrupedi che scorrazzano minacciosi da qke parte sulla barca...Ed io già penso di trovare il mattino dopo i due tangachen sbranati da strani animali che si credeva fossero estinti da secoli..

  • 9396 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Gianni Demozzi
    , 30/6/2012 08:16
    Se torni in Kerala vienimi a trovare , ho un resort ayurvedico . Ciao Gianni . gianni@isisayurveda.com)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social