Hong Kong I love you

Una passeggiata a Hong Kong per visitare le attrazioni più famose e scoprire i tesori che nasconde e che non sono recensiti dalle guide

  • di KARMAlice
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Considerata da molti la "Ney York dell'Asia", Hong Kong è una metropoli affascinante sulla quale si sa davvero poco rispetto ad altre città come Londra, Parigi, ecc... Qui l’architettura moderna, il colonialismo, la cultura millenaria, i colori, i sapori, la tecnologia, il sacro e il profano si mischiano creando un cocktail esotico dal gusto bizzarro tutto da assaporare.

Quando viaggio, la prima cosa che metto in valigia è la Lonely Planet. È la guida per antonomasia e non ha confronti. E’ utilissima quando non si conosce bene un luogo e può dare informazioni davvero preziose, come: mezzi di trasporto, orari di apertura, ristoranti, curiosità e prezzi. E’ stata un’ottima risorsa in tutti i miei viaggi e l’ho arricchita con biglietti da visita dei luoghi che ho amato, annotazioni ed appunti. La mappa che si trova a fondo della guida, torna a casa sempre più sgualcita alla fine di ogni viaggio. Riprenderla in mano fa rivivere nella mente le ricerche infinite di musei, negozi o accessi alle metro che non si trovavano mai. Oltre alla guida, un ottimo alleato di viaggio è il consiglio di chi è già stato in un posto e ci sa dare qualche informazione in più aggiungendo qualche meta al nostro itinerario e togliendone un’altra.

- Cosa vedere ad Hong Kong -

1) SYMPHONY OF LIGHTS

Una delle prime cose da fare quando si arriva in città è assistere al “Symphony of lights uno spettacolo di luci che coinvolge 40 edifici sia di Hong Kong che di Kowloon. Il Guinness World Records lo ha insignito del titolo di “world’s largest permanent light and sound show”.

Non c’è scritto nelle guide, ma il luogo migliore per vederlo è l’Hong Kong Cultural Centre a Kowloon, edificio che partecipa allo show e dal quale non solo si ha un vista mozzafiato sullo skyline ma viene diffusa la musica dello spettacolo di luci.

E’ utile vederlo per capire bene com’è strutturata la città, dove ci si trova e dove sono collocati gli edifici principali da prendere come punto di riferimento.

Dopo aver assistito allo spettacolo consiglio di fare una passeggiata proprio partendo dall’ Hong Kong Cultural Centre per tutta la Tsim Sha Tsui Promenade e sedersi su una delle panchine nel verde e godersi il panorama.

2) THE PEAK

Se foste obbligati a scegliere di visitare una sola cosa in tutta la città dovreste scegliere il peak punto più alto sull’isola di Hong Kong. Questa è stata la zona più esclusiva della città fin dai tempi coloniali perché era la più fresca anche all’epoca, quando non esistevano ancora i condizionatori.

Salendo sulla terrazza dell’edificio progettato dall’architetto Zaha Hadid, di giorno gli occhi si estendono tra grattacieli scintillanti ed il Victoria Harbour fino alle verdi colline dei Nuovi Territori. Mentre di sera questo panorama si scioglie in rosa e arancio prima di animarsi in una galassia di luci abbaglianti e scintillanti degli edifici. Se si rimane in silenzio, si ha quasi la sensazione di sentire il ronzio e le voci di una città e del cuore dell’Asia che vive e pulsa.

3) MID-LEVEL ESCALATOR ITS TREASURES

Nella Hong Kong Island non ci sono solamente i palazzoni delle banche e quartier generali della finanza. È possibile infatti prendere la scala mobile più lunga del mondo che attraversa l’isola e permette di scoprire Soho ed i suoi pub inglesi, i ristorantini greci ed italiani, i take away australiani ed i locali spagnoli in cui si possono gustare ottime tapas fino alle 5 del mattino circondati da gente proveniente da tutto il mondo

  • 7723 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social