Nel posto giusto: il paradiso

Ciao Sono tornata da poco dalla mia vacanza settimanale a Roatan e devo proprio dire che già mi manca. Siamo partiti in 4 da Milano con il volo Blu Panorama. C’è da dire che il volo è molto lungo all’andata…. ...

  • di Fabio Antonioli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: 3500
 

Ciao Sono tornata da poco dalla mia vacanza settimanale a Roatan e devo proprio dire che già mi manca.

Siamo partiti in 4 da Milano con il volo Blu Panorama. C’è da dire che il volo è molto lungo all’andata... Dura infatti ben 11 ore e mezza dirette, mentre al ritorno si fa scalo a Cancun e dura anche un po’ meno (forse passa anche un po’ di più perché è un volo notturno).

Cmq prima di partire ho letto quasi tutti i racconti di viaggio e devo dire di essere ben contenta di aver seguito il consiglio di quei pochi che sconsigliavano il villaggio.

Noi siamo andati al Fantasy Island che si trova vicino a French Harbour e non dove di solito vanno tutti (West End o West Bay).

Tutta l’isola è un insieme di giungla, di 2 strade asfaltate e tutto il resto è fatto di strada sterrata, di buchi enormi che oserei definire quasi “crateri” in mezzo alla strada e di posti da scoprire all’Indiana Jones.

Siamo arrivati che era già quasi buio e quindi abbiamo cercato di stare svegli il più possibile a causa del fuso orario. Inutile dire che nonostante gli sforzi alle 5 di mattina eravamo già svegli.

La prima cosa che facciamo è fare un giro per il ns. Hotel, che assomiglia un po’ al villaggio del film Dirty Dancing: tutti boungalow attaccati uno all’altro e collegati da una passatoia in legno. Il tutto in mezzo ad una fittissima vegetazione.

La cosa che ci colpisce subito sono gli animali liberi: iguane e scimmiette carinissime in libertà che saltano da una palma all’altra e che nel tardo pomeriggio arrivano fino in spiaggia a rubare qualche cannuccia ai turisti che bevono cocktail.

Passiamo al mare: all’interno del complesso ci sono 2 spiaggiette, una che noi usavamo frequentare la mattina perché non c’era mai nessuno e l’altra il pomeriggio perché ci godevamo la giornata di sole fino alla fine.

I colori della spiaggia del pomeriggio sono a dir poco spettacolari mentre nell’altra spiaggia si può fare snorkelling scendendo dal pontile da cui partono i sub.

Abbiamo noleggiato la macchina, anche se onestamente parlando non è che ci sia chissachè da vedere, anzi quando andrete a West End, la parte più turistica dell’isola forse penserete come noi: tutto qui? Eh si negozi chiusi dopo le 18 e ristoranti che in settimana chiudono alle 22.00 quindi se andate fuori a mangiare cercate di adeguarvi agli orari.

Siamo poi andati anche a vedere la famosa West Bay dove ci sono i famosi villaggi e devo proprio dire che mi dispiace per tutti quelli che non hanno potuto vedere e confrontare il mare dove eravamo noi con il loro, e che ovviamente vede solo chi si trova al Fantasy Island (non si può entrare perché ci sono guardie all’ingresso e bisogna attraversare un pontile di legno che porta solo lì).

Spiaggia lunghissima, gruppi di italiani con lettini a distanze ridicole uno dall’altro e animatori che continuano a passare e a chiacchierare con chiunque. Che dire forse a tanta gente piace, ma noi eravamo contentissimi di essere lì solo di passaggio, con la ns. Jeep e con un asciugamano pronti a fermarci ovunque ci piacesse e felici di ritornare al ns. Splendido mare. Becchiamo in acqua un pescatore che ci porta in barca a vedere la barriera, davvero molto bella e soprattutto ci sono tantissimi pesci.

Guardiamo il tramonto e poi facciamo ritorno al Fantasy.

Una cosa che voglio segnalare perché per tanti vorrebbe dire rovinarsi la vacanza è che il Fantasy è totalmente privo di animazione o quasi. Ci sono assistenti Press Tours sul posto ma che sono lì essenzialmente per darvi delle dritte. Altra pecca negativa è il mangiare. Pochissima scelta, quasi tutti i pranzi c’è la stessa cosa da mangiare, colazioni fatte su misura per gli americani di cui il complesso è affollato. Il venerdì sera, serata aragosta e king crab! Qui dovete fare una scelta fondamentale o la bellezza del mare o il cibo. Se siete in grado di adattarvi ne vale la pena, altrimenti forse conviene scegliere qualcos’altro

  • 173 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social