Gran tour del Guatemala e relax sull'Isla Bonita in Belize

Alla scoperta di siti maya, laghi, vulcani e foreste, poi breve deviazione in Honduras fino ad arrivare all'isola di San Pedro

  • di gigimarika
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

21/12/13

Partenza da Milano Linate via Francoforte/Houston con destinazione finale Guatemala City.

Il viaggio inizia con partenza prima dell’alba, a Milano incontriamo i primi compagni di viaggio, ma il gruppo sarà completo solo a Francoforte dove ci imbarchiamo sull’enorme aereo Airbus A 380 di Lufthansa.

Dopo parecchie ore di viaggio ci attende un atterraggio per rifornimento a Dallas perché su Houston sta imperversando una tempesta di sabbia, la “breve” sosta dura oltre 3 ore. Arrivati a Houston perdiamo la coincidenza per Guatemala City, nonostante avessimo, sulla carta, oltre 5 ore di sosta per il cambio volo! Da non crederci! Dopo una lunga litigata con gli addetti (scortesi) di Lufthansa otteniamo un buono per una notte in hotel e per cena un ottimo hamburger con dimensioni americane ma rimaniamo senza il volo.

Grazie a Sara, la nostra capo gruppo di AnM che trascorre la notte in bianco, il mattino abbiamo il nuovo piano voli, ma, sorpresa sorpresa, il gruppo si spacca in due, in 8 raggiungono direttamente il Guatemala, noi (Luigi e Marika) e altri 6, "fortunati", abbiamo 3 voli: Houston - Belize / Belize - El Salvador / El Salvador – Guatemala. Stremati ma con incredibilmente tutte le valigie, dopo due giorni di viaggio, la sera arriviamo ad Antigua a 1600 metri di quota. Alloggiamo all’hotel El Descanso Cultural n°3 Santa Lucia, in pieno centro, vicino al mercato.

23/12

La giornata inizia con una tipica colazione guatemalteca a base di uova, pancetta e fagioli neri, il tutto accompagnato da succo e caffè americano. Dopodiché ci troviamo con il gruppo e andiamo a Parque Central in banca a cambiare Euro in Quetzal (QTZ) 1€=7,76 qtz. Giriamo per la città di stile coloniale alla scoperta delle viuzze caratteristiche. Le case colorate con il patio fiorito, la pavimentazione in pietra e porfido delle strade ci portano indietro nel tempo. Il tutto ha come cornice i maestosi vulcani che dominano la città: Agua (3766 m), Fuego (3763 m) e Acatenango (3976 m). Proseguiamo la visita tra monumenti, rovine maya, vediamo l’Arco 5°Av. Norte, poi la chiesa de la Merced (7 qtz) decorata con stucchi di colore giallo intenso a forma di grappoli d’uva. Visitiamo il convento con la splendida fontana, il chiostro e saliamo sul tetto con spettacolare vista sulla città.

Proseguiamo la salita a Cerro de la Cruz dove si ha la visione panoramica di Antigua con sullo sfondo il Vulcano Pacaya (2600 m), la cui cima oggi, purtroppo, è parzialmente coperta da nuvole. Osserviamo le rovine del tempio di Candelaire per poi raggiungere il sito di Santo Domingo, oggi diventato un hotel 5 stelle, dove ammiriamo i reperti archeologici, lo splendido giardino costellato di colorate orchidee e i suoi numerosi pappagalli; proseguiamo con il convento de las Capuchinas (40 qtz) con diversi cortiletti e le stanze delle monache: sono inquietanti, 18 cellette disposte intorno ad un patio centrale, dove l’unica decorazione ammessa era una croce e la statua di Gesù.

Ritorniamo a Parque Central dove c'è al centro della piazza una bella fontana con la sirena. L'area verde è circondata dalla Cattedrale, dal palazzo della Capitaneria e dal Municipio. Per riacquistare le forze ci concediamo un buon pranzo a base di carne.

Nel primo pomeriggio visitiamo le rovine della Cattedrale, un edificio senza tetto e con delle imponenti arcate e colonne che contrastano con il cielo azzurro (ingresso 1$ o 8 qtz.) Non poteva mancare una breve visita al mercato dove iniziamo a conoscere il colorato artigianato locale: qui oltre alla dolcissima frutta, vendono verdura, stoffe, cinture, pantaloni e coperte dai tipici colori scuri di sfondo e cangianti nella trama di decorazione

  • 19770 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social