GUATEMALA e BELIZE 2006: 4chapin "xcaso"

I 4 CHAPIN made in Italy alla corte dei MAYA Finalmente ci siamo:anche per noi e’ ora di vacanze! Una lunga attesa durata ben sette mesi, da che si e’ decisa la meta di questo viaggio. Un’attenta e minuziosa preparazione ...

  • di tenikom
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

I 4 CHAPIN made in Italy alla corte dei MAYA Finalmente ci siamo:anche per noi e’ ora di vacanze! Una lunga attesa durata ben sette mesi, da che si e’ decisa la meta di questo viaggio. Un’attenta e minuziosa preparazione di un programma di viaggio che non lasciasse molto “al caso”. A tale proposito leggiamo le varie esperienze di Turisti per Caso(che ci torneranno spesso molto utili e preziose),la “bibbia del viaggiatore” lonely planet e la rough guide. Sorgono in noi alcuni timori riguardanti la sicurezza e conseguenti pericoli che si potrebbero correre, anche verificando le indicazioni della Farnesina. Guatemala,un paese considerato a rischio sicurezza personale:questa era il sunto di tutto cio’ che si leggeva. Oggi a conti fatti posso dire solo che e’ un paese in cui ci si deve muovere solo con molta accortezza: i possibili pericoli si possono evitare facilmente con un po’di buon senso e tenendo gli occhi aperti.

Il programma in sintesi: 26/8: partenza volo IBERIA TORINO-MADRID-Citta’ del GUATEMALA,trasferimento ad ANTIGUA.

27/8: ANTIGUA 28/8: gita VULCANO PACAYA/ANTIGUA,trasferimento PANAJACEL-LAGO ATITLAN.

29/8: LAGO ATITLAN,mercato SOLOLA’ 30/8: LAGO ATITLAN,giro del lago. 31/8: CHICHICASTENANGO,mercato e trasferimento ad ANTIGUA.

01/9: trasferimento COPAN(HONDURAS)e visita al SITO.

02/9: trasferimento RIO DULCE con visita al SITO di QUIRIGUA’.

03/9: RIO DULCE/LAGO IZABAL, gita FINCA EL PARAISO e CANYON BOQUERON.

04/9: RIO DULCE,gita LIVINGSTON e SIETE ALTARES,trasferimento a FLORES(LAGO PETEN ITZA).

05/9: FLORES, visita SITO di CEIBAL 06/9: FLORES, visita SITO di TIKAL 07/9: trasferimento in BELIZE,CAYE CAULKER 08/9: CAYE CAULKER 09/9: CAYE CAULKER 10/9: CAYE CAULKER 11/9: trasferimento in GUATEMALA FLORES(via terra)e volo interno per CITTA’ DEL GUATEMALA.

12/9: CITTA’ DEL GUATEMALA e RIENTRO in ITALIA Ma veniamo ai particolari del viaggio: siamo in 4,”formazione tipo doppio misto”: Patrizia, Maddalena, Aniello ed io(Gianluca).I giorni a disposizione non sono molti per quanto c’e’ da visitare in un posto meraviglioso come il GUATEMALA. Cerchiamo pertanto di concentrare quello che ci puo’ interessare maggiormente dando delle precise priorita’ e stabilendo tappe e tempi. Avremo comunque un “gran premio finale” caraibico a CAYE CAULKER (pronuncia: chilcolcher)in BELIZE, mare, sole, ecc... Dall’Italia prenotiamo tutti i pernottamenti, quasi tutti i trasferimenti ed i tour principali.

Tutto sempre in funzione dei timori legati alla sicurezza.

Troviamo a tale proposito un’agenzia del posto(la TURANSA con sedi in Antigua e Guatemala City: ottima precisa e superaffidabile)con cui tappa per tappa ci muoviamo con charter privato sino nel Peten. Per quanto riguarda l’aspetto economico non vogliamo avere troppo contante appresso,preleveremo man mano al bancomat. Ci portiamo solo un somma in dollari per le spese iniziali e la breve tappa in Honduras e degli euro da cambiare ad Antigua ad inizio viaggio. Va sottolineato che gli euro non sono ancora accettati(ma sono gia’ conosciuti...).Attenzione ai prezzi: occorre ed e’ bene contrattare molto,soprattutto al mercato. Le carte di credito vengono accettate,ma quasi ovunque c’e’ una commissione del 5%.Si preleva abbastanza comodamente anche se molti bancomat non hanno il circuito internazionale.

Nei ristoranti molti applicano in automatico un servizio del 6-10%, in altri occorre darlo alla fine.

IL VIAGGIO: 26/8 SI PARTE!Un sabato piu’ bello del solito ed il motivo e’ piu’ che ovvio! Dopo due voli tranquilli (TORINO-MADRID ed intercontinetale per Citta’ del Guatemala diretto con IBERIA)giungiamo a destinazione. Tempo afoso ed umido, ma la citta’ ci appare stranamente meno sporca di quanto pensassimo, c’e’ tanto caos, ma del resto siamo in una metropoli. Ad attenderci all’aeroporto c’e’ il charter privato che ci portera’ ad ANTIGUA. Pernotteremo alla POSADA LA MERCEDE,carina,pulita e con un prezzo accettabile(35$notte). Trasferimento nel caotico traffico. Tutto bene, e’ giorno e le paure di rapine svaniscono. Dopo un’oretta arriviamo e l’impatto e’ stupendo. Ci si sente all’improvviso in un’altra epoca: questa citta’ coloniale, patrimonio dell’Unesco e’ meravigliosa. Case basse colorate, la pavimentazione di pietra, chiese ovunque(ve ne sono ben 36 e tutte ci hanno detto collegate tra di loro da una rete di cunicoli sotterranei).Buona parte di esse devastate dai terremoti qui molto frequenti. E’ la vecchia capitale del Guatemala. La citta’ e’ sovrastata dall’imponente vulcano Agua (oltre 3000m)che la domina e la osserva dall’alto come un gigante “buono”, perche’ non piu’ attivo. Sicuramente c’e’ un traffico esagerato, macchine scassatissime , i tuk-tuk(micro-taxi a tre ruote stile ape-piaggio)ed i famosi chicken bus che sfrecciano nella strada della zona del mercato. Scende la notte sono le 18:30 circa e la citta’ diventa ancora piu’ bella e suggestiva: luci soffuse, meno caos.Cena al rist. FONDA DELLA CALLE REAL, dove si mangia bene: cucina tipica guatemalteca. Qui il primo “contatto” con la birra locale: la cerveza gallo, che ci accompagnera’ quasi tutto il viaggio. A letto stanchi, ma entusiasti

  • 1736 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social