Gwada, mitica Gwada!

VIAGGIO IN GUADALUPA, ANTILLE FRANCESI, 27 DICEMBRE 2008 - 14 GENNAIO 2009 E’ il 13 gennaio 2009 e stiamo atterrando a Parigi, aeroporto di Orly.. Ma come, alle 7 del mattino è ancora buio pesto? Anche alle 8 e anche ...

  • di Claudina67
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

VIAGGIO IN GUADALUPA, ANTILLE FRANCESI, 27 DICEMBRE 2008 - 14 GENNAIO 2009 E’ il 13 gennaio 2009 e stiamo atterrando a Parigi, aeroporto di Orly.. Ma come, alle 7 del mattino è ancora buio pesto? Anche alle 8 e anche alle 9 sarà ancora buio, e freddo, e grigio... alla navetta che ci deve portare al Mercure Rungis per riposare un po’, l’autista ci guarda e fa: no no, è solo per i clienti dell’Hotel.. Ci guardiamo, io e Filippo, reduci da un volo oltreoceano di 8 ore: facce stanche ma abbronzatissime, vecchia giacca a vento e zainetto, io fascia madras in testa, valigie varie.. No decisamente non abbiamo nulla a che fare con la clientela business del Mercure. Ci guardiamo intorno e per la prima volta realizzo: oddio, siamo atterrati su un pianeta alieno!! No, no, non può essere lo stesso pianeta di quella dolce isola che abbiamo lasciato al nostro decollo una decina di ore fa... andiamo a dormire per qualche ora e io mi sogno la Guadalupa che ho appena lasciato... SAINTE-ANNE E LA DOLCE CARAVELLE.

E’ la nostra prima mattina in Guadalupa (in creolo “Gwada”), e dobbiamo cominciare ad ispezionare i dintorni, per controllare se è rimasto tutto com’era due anni e mezzo fa quando l’abbiamo lasciata l’ultima volta. Complice il fuso orario alle 8 di mattina siamo già fuori dal nostro bungalow e in pochi minuti a piedi siamo alla spiaggia de La Caravelle, naturalmente deserta. E’ il 29 dicembre e fatico a crederci! Questa spiaggia ha dell’incredibile, si snoda attorno ad una piccola punta che si sporge nel mare, il lato ovest molto ventilato e adatto per gli sport acquatici, e il lato est molto più riparato, con una piccola laguna e delle palme bellissime. L’accesso è libero a chiunque, però la folla dei clienti del ClubMed monopolizza la spiaggia principale. Constatiamo purtroppo che la spiaggia è più sporca di come ce la ricordavamo, in modo particolare sul bellissimo lato ovest montagne di alghe non sono state rimosse e nemmeno gli avanzi di qualche festeggiamento...Però la luce che c’è nelle prime ore del mattino è stupenda, i colori hanno una nitidezza che non avevo mai visto, la quasi totale assenza di afa anche nelle ore più calde, in questo periodo dell’anno dona maggiore vividezza ai colori.

Dato che abbiamo optato per un alloggio self-catering dobbiamo fare un po’ di rifornimenti, e cosa c’è di meglio del coloratissimo mercato di frutta e verdura che si tiene tutti i giorni della settimana nel centro del paese di Sainte-Anne? Il sapore della frutta che si può comprare qui non ha nulla a che vedere con quella che si può trovare nei supermercati, persino negli stessi supermercati della zona. Ripasso il mio misero vocabolario di francese: je voudrais des bananes, goyave, tomates, salad e ananas.. S’il vous plait..Oddio come si dice ananas in francese?!?! Ah sì..Sempre ananas!! Ci dirigiamo poi verso il Leader Price, un po’ fuori dal centro abitato, per fare la spesa vera e propria, e poi in paese ci riforniremo spesso nelle varie rosticcerie e boulangerie. La spiaggia è al centro del paese, ed è molto carina, ma anche questa piuttosto affollata; cerchiamo subito di individuare qualche locale che prepari i festeggiamenti dell’ultimo dell’anno, ma non ci sembra di trovarne, ci sono tanti localini che tengono aperto durante il giorno, alle 17,30 però quando tramonta il sole... Tutti a casa! Staremo a vedere. Sainte-Anne è un paese che ha conservato la sua autenticità, è diventato uno dei più frequentati dal turismo fai-da-te in Guadalupa, con un’ampia offerta di residence, bungalow, appartamenti e servizi, ma decisamente non ruota tutto attorno al turista

  • 6540 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social