Viaggio in Groenlandia con la famiglia

Un’esperienza emozionante tra ghiacciai, iceberg e balene

  • di gio_4
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Inutile dire che siamo appassionati di paesaggi nordici e quindi, dopo aver visitato Islanda, Alaska e parte della Norvegia, abbiamo preso in considerazione la Groenlandia, che ci ha impressionato ed emozionato in modo molto diverso dagli altri paesi del Nord.

Sia io che mio marito Francesco l’avevamo sorvolata parecchie volte andando negli Stati Uniti e avevamo intravisto, attraverso le nubi, scorci di panorami mozzafiato. Abbiamo quindi deciso di andare a vedere da vicino queste immense distese di ghiaccio e i nostri figli (Giovanni, 17 anni e Sofia, 11 anni) hanno aderito entusiasti alla proposta.

Per la Groenlandia ci sono molti viaggi organizzati e crociere, ma noi abbiamo preferito organizzare tutto per conto nostro, come negli altri nostri viaggi: è stato quasi possibile e facile ovunque e alla fine siamo stati veramente soddisfatti.

Informazioni di carattere generale:

Il viaggio in Groenlandia è piuttosto caro perché lo sono tutte le strutture relative al turismo. Anche per questo motivo abbiamo scelto di dormire negli ostelli e nelle fattorie, dove è anche possibile cucinarsi i pasti con un notevole risparmio e con la possibilità di incontrare altri turisti con cui scambiare chiacchere, consigli e suggerimenti.

Un’altra possibilità a cui avevamo pensato, e che alla fine abbiamo scartato, è la tenda. A posteriori, visto che abbiamo avuto tre settimane di sole splendente (abbiamo consumato un intero barattolo di crema protettiva fattore 30!) avremmo potuto fidarci, ma in caso di tempo brutto sarebbe stato un po’ troppo disagevole.

Per arrivare in Groenlandia ci sono due possibilità: via Rekiavik o via Copenhagen. Le linee aeree groenlandesi (www.airgreenland.com) sono ottime, molto efficienti, con una flotta nuova che comprende anche gli elicotteri (quindi, per alcune tratte interne, si può fare il viaggio in elicottero prenotandolo come volo di linea, ad un costo molto più abbordabile rispetto alle gita proposte dalle agenzie locali). Le prenotazioni si possono fare tutte tramite il loro sito.

C’è anche la possibilità di voli low cost dall’Europa tramite la Air-iceland (www.airiceland.is). Noi abbiamo fatto le prenotazioni un po’ tardi (giugno per il viaggio in Agosto) e quindi purtroppo non abbiamo trovato più posto con i low cost.

In Groenlandia in Agosto il sole tramonta verso le 23.30-24 e dunque le giornate sono lunghissime.

I supermarket sono numerosi (ogni piccolo centro abitato ne ha uno almeno) e fornitissimi. Si trovano senza problema pasta, riso (persino l’olio d’oliva), carne, frutta e verdura. Ovviamente pesce di ogni tipo. La spesa e la cucina fai da te non sono un problema.

Gli inuit sono una popolazione gentile ma piuttosto riservata. Le strutture e organizzazioni turistiche sono comunque quasi sempre gestite da danesi e non da locali. Sono gli inuit a guidare quasi tutte le imbarcazioni, infatti credo che siano gli unici con una esperienza tale da potersi orientare con sicurezza tra gli iceberg soprattutto per le loro parti sommerse.

Temperatura e clima. Noi siamo stati fortunatissimi dato che abbiamo avuto tre settimane di sole spendente. Ogni tanto il cielo si copriva di nuvoloni ma non c’è mai stata pioggia o brutto stabile. Abbiamo solo avuto due giornate di vento forte che ci hanno costretto ad annullare una gita, ma che hanno reso i colori ancora più accesi.

E’ fondamentale, se si intende fare passeggiate a piedi, dotarsi di spray anti zanzare (possibilmente il repellente totale) e di retina per viso, da mettere sopra o sotto il cappello. Per il viso il repellente non basta perché le zanzare mirano agli occhi. Le retine si trovano a poche corone in qualsiasi supermarket un po’ grosso. Noi le abbiamo comperate a Ilulissat

  • 53929 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. gianniv
    , 30/11/2016 19:33
    Salve.
    Qualcuno ha notizie circa la reperibilità di alimenti senza glutine?
    grazie!
  2. Gianni88
    , 26/1/2013 11:25
    Temevo che la Groenlandia non si potesse fare senza un tour operator (anche solo locale). Vorremmo farlo anche noi questa estate.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social