Santorini: improvvisata

Programmi per l’estate 2005: nessuno. La voglia di prenotare come gli altri anni la casa a marzo, non c’era…e poi il gruppo vacanza non era così numeroso come le altre volte. Siamo in quattro ad una settimana di agosto, e ...

  • di Daniele Ferrari 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Programmi per l’estate 2005: nessuno. La voglia di prenotare come gli altri anni la casa a marzo, non c’era...E poi il gruppo vacanza non era così numeroso come le altre volte. Siamo in quattro ad una settimana di agosto, e decidiamo per una vacanza avventura, senza pianificare nulla, se non il traghetto di andata per la Grecia e di ritorno per l’Italia...Destinazione Santorini... L’agenzia di viaggio ci aveva messo in guardia: almeno 3 giorni di viaggio...E a noi “CHECCEFREGA”???? Si parte al mattino presto da Milano Centrale per Ancona, dove ci aspetta una lunga traversata che ci porterà a Patrasso nel pomeriggio del giorno dopo...Che caldo che fa a Patrasso, non spaventatevi quando sbarcherete, nelle isole non ci sono 40 gradi... E poi corriera fino ad Atene...Inizialmente il pensiero generale era di passare una notte ad Atene, per poterci informare meglio sugli orari dei traghetti direzione Cicladi, ma a Chiara (gli altri amici erano Teo ed Eli) è venuto in mente di rischiare e andare subito al Pireo per prendere una nave al volo.

Detto fatto, alle otto di sera arriviamo ad Atene, alla Bus Station, e in mezz’oretta il bus 420 ci porta al Pireo, dove individuata una biglietteria, facciamo i ticket per salire sul primo traghetto e andare a Cantorini. Unica pecca, non ci vendono un diretto per Santorini, ma una nave che fa scalo a Paros, dalla quale avremmo dovuto prendere successivamente un traghetto diverso. Saliamo sulla prima nave proprio al pelo, mentre si stava alzando il ponte levatoio, e in 4/5 ore siamo a Paros. Qui brutta scoperta: sono finiti i biglietti per andare a Santorini, ne rimangono solo 4 in cuccetta, per un prezzo di qualche euro superiore al il posto ponte “deck”. Pensiamo che è il nostro giorno fortunato, fino a quando non vediamo le cuccette: nessuno di dà niente per niente! Le cuccette si trovavano ad un livello piu basso del garage delle auto, di fianco al motore della nave, senza un oblò che desse all’esterno...Un’angoscia, non avremmo dormito se non fosse per la stanchezza! Non avevamo prenotato nulla, ed un minimo di apprensione cresceva nelle nostre teste...Ma appena sbarcati, BUM, un sacco di imbonitori, con in mano cartelli “rooms to let” ci aspettavano dietro un cancello...Non esito, mi dirigo verso di loro, dove “scelgo” la prima signora sulla sinistra; eravamo talmente stanchi che appena ci dice che c’è una camera per tutti e quattro ad un buon prezzo, non sto neanche a tirare o a chiedere altre informazioni che ci troviamo già sul furgone che ci porterà alla nostra dimora. Veniamo accompagnati in un paesino, Karterados, comodissimo perché si trova a 10 minuti a piedi dal centro di Thira (la capitale del divertimento) e da cui passano tutti gli autobus per raggiungere le varie spiagge dell’isola. Ci accoglie un vecchio pescatore che ci offre uva e fichi appena colti e diventerà un tormentone la sua frase di accoglienza appena scopre che siamo italiani: “italiano, greco...Io mafioso tu mafioso, una faccia una razza”! La permanenza a cantorini è fantastica, l’isola può accogliere tutti: c’erano un sacco di coppie, le si riconoscevano sui motorini, e c’erano anche tanti ragazzi. Veniamo alla vita di tutti i giorni. Per una scelta economica, abbiamo scelto di non affittare i motorini, ma di utilizzare gli autobus. Fortunatamente Karterados è il crocevia di tutte le tratte degli autobus. I biglietti si facevano comodamente in vettura, anche se non tanto facile era prendere il bus nelle ore di punta della giornata, capitava spesso che per essere piu sicuri prendessimo il pullman dal capolinea di Thira! Il bello era che diversi bus facevano le ultime corse ad ore molto tarde: una paio di sere abbiamo preso il pullman da Kamari per Thira alle 3.10!! Il costo del biglietto variava tra 1 euro per raggiungere da Thira le località come Kamari e Oia, e 1,80 euro per raggiungere posti più lontani come Akrotiri (Red Beach) o Perissa

  • 1509 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social