Rodi: tra mediterraneo ed Egeo

Partenza da Malpensa il 23/07/2005 con volo Eurofly delle 19.00, in ritardo di 45 minuti, alla volta di Rodi, l’isola del sole. Dopo un volo diretto della durata di due ore e trenta circa e la delusione del pasto a ...

  • di Simona Lompi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partenza da Malpensa il 23/07/2005 con volo Eurofly delle 19.00, in ritardo di 45 minuti, alla volta di Rodi, l’isola del sole. Dopo un volo diretto della durata di due ore e trenta circa e la delusione del pasto a bordo che, invece del solito vassoio di cibarie che mi fa amare particolarmente i voli aerei, consisteva in un cerealix ed una tazza di thé, siamo atterrati a Rodi dove gli assistenti Pianeta Terra, dopo le varie formalità aeroportuali, ci attendevano per accompagnarci in Hotel.

Dopo aver individuato il pullman e dato uno sguardo veloce a quelli che sarebbero stati i nostri compagni di viaggio nel corso della settimana, ci siamo avviati verso l’hotel che dista dieci minuti, circa, dall’aeroporto.

L’Happy Days Village si trova a Tholos un piccolo centro vicino a Theologos dove fa bella mostra di sé l’unica centrale termica dell’isola. Per molti la presenza della centrale è stata oggetto di lamentele ed, in effetti, non è un bel vedere e la purezza dell’aria ne risente sicuramente. L’hotel ha poche stanze ma è carino, pulito, a conduzione familiare, Le formalità alle reception le ha sbrigate il direttore stesso, il Sig. Giorgio, che ha dato a tutti il benvenuto con un sorriso nonostante l’ora tarda. Un piccolo spuntino ed a letto perché sono già le 2.00 passate.

Tholos si trova sulla costa occidentale dell’Isola, bagnata dal Mar Egeo. E’ sempre battuta dal vento e questo rende il mare poco vivibile per gli amanti di bagni tranquilli e dello snorkling.

Le spiagge, per questo motivo, sono poco curate e non attrezzate così ci si deve munire di mezzi di trasporto e spostarsi sull’altra costa bagnata dal Mar Mediterraneo che è più mite. Muoversi a Rodi è molto semplice e rapido, uno scooter ti consente di spostarti per tutta l’isola senza grandi problemi ed ad un prezzo accessibile. Tre giorni di scooter, in alta stagione, sono costati 60 Euro e per i caschi, nessun problema, i “Rent a car” te li forniscono ed è bene usarli perché, anche se sembra impossibile visto che tutti vanno senza, sono obbligatori e le multe sono molto salate. Sono obbligatorie anche le cinture di sicurezza.

La città di Rodi è bellissima sia di giorno che di notte, da Tholos ci si arriva in pullman in circa 30 minuti al costo di 4 Euro (andata e ritorno). Occhio ai taxi, la stessa corsa, solo andata, viene a costare 15 Euro, e se chiami il taxi in hotel la tariffa è maggiorata di 5 Euro. La prima sera ci siamo andati in pullman, saltando l’escursione organizzata dall’hotel, e dopo una rapida occhiata alla fermata da dove saremmo dovuti ripartire, ci siamo incamminati verso una meta imprecisata, visto che avevamo dimenticato la cartina, e ci siamo stupiti molto quando, dopo aver attraversato una stradina con un mercatino, ci siamo trovati nella città vecchia che ci ha sorpresi ed affascinati. Oltrepassando una delle otto porte di accesso ti trovi in un castello con all’interno una città dove le vie illuminate sono piene di negozi e locali. La Torre dell’orologio fa bella mostra di sé nel centro di Rodi vecchia ed è il punto panoramico più alto. Il 26 Luglio ci siamo imbattuti in una festa religiosa greca. Il popolo greco festeggiava in piazza con balli tipici, spiedini di maiale e pannocchie arrostite e quindi si accodava fuori dal piccolo monastero per rendere omaggio ai santi.

Alle 23.40 c’è l’ultima corsa per Tholos, ci siamo avviati velocemente verso la fermata, che chiaramente, non siamo riusciti a trovare se non chiedendo indicazioni, ed abbiamo preso il pullman di ritorno al volo

  • 2036 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social