I gioielli dello Ionio: Paxos e Antipaxos

Immersione totale nelle acque caraibiche di Paxos e Antipaxos, le due isole ionie meno conosciute

  • di micheledemo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Scegliere Paxos come meta di vacanze estive era nell'aria da parecchio tempo. La volta buona è finalmente arrivata quest'anno, mentre curiosando tra i prezzi dei voli scopro che l'atterraggio su Corfù è il più economico che Easyjet offre su suolo greco in giugno (meno di 80 euro a testa a/r).

17/06/15

Una volta usciti dall'aeroporto prendiamo un taxi e ci facciamo portare all'Hotel Atlantis (Xenofontos Stratigou, 48 – tel.0030 2661035560), prenotato tramite booking dall'Italia.

È l'hotel più strategico se si ha intenzione di imbarcarsi il giorno dopo per Paxos: è a 20 metri dal porto (basta attraversare la strada) e non è molto distante dalla città vecchia di Corfù...circa 10 minuti a piedi.

Proprio accanto all'hotel ci sono le agenzie di viaggio dove comprare i biglietti per i vari traghetti o le escursioni giornaliere per le isole vicine.

Noi acquistiamo i biglietti per Paxos: 24 euro a testa, la nave sarà la Ilida Dolphin, una specie di siluro che in meno di un'ora coprirà le 7 miglia nautiche che la separano da Corfù.

Proprio in virtù della vicinanza dell'hotel al centro storico di Kerkira, che ricordiamolo è patrimonio Unesco (nonchè il centro storico tra i più belli di Grecia), molliamo i bagagli in stanza, recuperiamo la fotocamera e usciamo in un batter di ciglia.

La bellezza decadente dei palazzi corfioti ci rapisce subito. L'atmosfera elegante di un'antica borghesia commerciale e marinara veneziana è ancora tangibile: l'architettura ci ricorda molto quella di Chanià, bellissima cittadina Cretese, accomunata a Kerkira dalla stessa dominazione dei veneti, che in queste isole sviluppavano centri di smistamento e rappresentanza per i loro traffici commerciali nel Mediterraneo.

Kerkira, però, a differenza di quasi tutte le altre isole con un passato culturale importante, non ha subìto la dominazione turca. Non troverete a Corfù resti di minareti o moschee, ma invece, molta somiglianza con la nostra Italia. E non solo negli edifici, ma anche tra la gente: ad esempio quasi tutti parlano italiano.

Non furono solo i veneziani a lasciare impronte indelebili sul suolo di Corfù, ma anche i Britannici, per circa 50 anni durante la prima metà del XIX secolo furono "padroni" dell'isola, prima della sua annessione alla Grecia. L'eredità più evidente è lo sport: diffusissimo a Corfù è infatti il cricket.

Girovaghiamo senza meta per i vicoli, con il naso all'insù e la bocca aperta, per le tante meraviglie nascoste, piccole e grandi, che popolano queste vecchie strade lastricate. I nobili palazzi scrostati dal tempo e dalla salsedine sono dappertutto e regalano un tocco di romanticismo. Le piazzette e i balconi fioriti colorano le vie. Le tantissime rondini (erano anni che non ne vedevo così tante) riempiono il silenzio dei vicoli e le botteghe artigiane e di souvenirs popolano ogni passaggio.

Ci soffermiamo ed entriamo in tutte le chiese ortodosse che incontriamo, con quegli interni così decisamente diversi da quelli delle chiese cattoliche, ma con le facciate e campanili moto simili.

Tra tutte, la più famosa, imponente e importante è quella di San Spiridone (patrono dell'isola), meta di pellegrinaggio di molti fedeli ortodossi provenienti anche da Russia e Ucraina. La chiesa conserva le spoglie del santo martire cipriota. Notevole il campanile.

Ma il pezzo forte di Corfù città è la Spianada, il cuore della vita cittadina, il luogo dedito allo struscio, all'aperitivo... insomma il palcoscenico della vita quotidiana isolana, dove guardare ed essere guardati, magari sorseggiando un drink seduti in un caffè sotto gli eleganti portici, chiamati liston (ovvia reminiscenza veneziana). Furono infatti i veneziani a realizzarla nel XVII secolo. Oggi viene usata per tutte le ricorrenze e le feste cittadine. C'è anche una fontana che sta a simboleggiare l'annessione di Corfù alla Grecia

  • 48851 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social