Estate a Paros

Vacanze rilassanti nell'isola greca

  • di corimba
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quando a febbraio io e mia moglie abbiamo deciso di prenotare la nostra vacanza per Paros, sono andato a cercare consigli, come ormai mi accade da diversi anni, su "turisti per caso", scoprendo che purtroppo c'erano pochi racconti e un pò datati. Per questo motivo ho deciso di scrivere un breve report di viaggio sperando di essere utile a chi come me decida di visitare questa bellissima isola delle Cicladi.

Il viaggio si è svolto nell'ultima settimana di agosto con altre 2 coppie di nostri amici. Abbiamo prenotato il volo da Venezia con Volotea, direzione Mykonos, (200 €). Giunti all’aeroporto abbiamo preso un taxi (15 euro) direzione porto: da qui è stato necessario prendere uno dei tanti traghetti che fanno rotta verso Paros. E’ possibile scegliere il traghetto lento 90 minuti a 16 euro o l’aliscafo, 45 minuti a 30 euro. I traghetti li abbiamo prenotati a luglio sul sito viva gr.

Giunti a Paros al porto di Parikia abbiamo noleggiato gli scooters (15 euro al giorno) e ci siamo diretti verso la villetta che avevamo prenotato tramite il sito Airbnb (White cliff villas) che consiglio vivamente. La proprietaria, Theodora, è una ragazza estremamente gentile e disponibile, ed è stata di gran aiuto suggerendoci il sito per i traghetti e il noleggio scooter. La villa si trovava in località Ampelas, nella parte nord-est dell'isola: è un piccolo agglomerato di case bianche lungo la strada costiera, circondate da campi brulli, a 15 km da Parikia e a circa 5 km dalla città di Naoussa.

Naoussa insieme a Parikia è la città più importante dell'isola ed è sicuramente la più caratteristica e glamour tra le città di Paros. Centro della movida è il suo splendido porto vecchio su cui si affacciano bar e ristoranti che dall'ora di cena si riempiono di turisti di ogni nazionalità. Da qui si diramano un insieme di vie che si sviluppano verso la collina, dominata da una chiesa; inutile dire che gli scorci che si possono osservare percorrendo il centro, sono unici. Oltre a Parikia e la sovracitata Naoussa, merita una visita il santuario di Sant’Antonio, una piccola chiesa ortodossa collocata in cima a un ripido promontorio nei pressi della città di Marpissa, da cui è possibile godere una splendida vista della costa est.

Paros è un isola di medie dimensioni; si estende da nord a sud per circa 20 km e da est a ovest per 15 km. Il suo interno è prevalentemente montuoso, per cui la viabilità principale si sviluppa lungo la costa. Le strade sono spesso prive di illuminazione quindi estremamente buie dopo il tramonto. E’ assolutamente consigliato noleggiare un mezzo per girare l’isola, perché di bus ce ne sono molto pochi. Noi come detto si è noleggiato lo scooter preoccupati del sovraffollamento e dalla difficoltà a trovare parcheggio alle spiagge. In realtà nell’ultima settimana di agosto l’isola non è più così affollata, per cui sarebbe risultato facile trovare da parcheggiare anche con l’auto. In più, se di giorno la temperatura si mantiene costantemente oltre il 30 gradi, di notte l’aria si fa fresca e in scooter e necessario coprirsi.

Per quel che riguarda le spiagge, la più bella, anche a detta degli indigeni, è Faragas, nella parte sud dell’isola, vicino alla città di Alyki. Come quasi tutte le spiagge di Paros, ci sono zone attrezzate con ombrelloni e lettini (ombrellone e due lettini a 8/10 euro al giorno) e zone libere; in questo caso la spiaggia attrezzata di Faragas è particolarmente bella e ben curata con un bar/ristorante sulla spiaggia di buon livello

  • 16911 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. egocento
    , 26/6/2015 12:09
    ciao, ho appena letto la tua recensione su Paros e l'ho trovata molto interessante, sto organizzando un viaggio per agosto e gradirei sapere dove poter trovare chi mi può affittare uno scooter (presumo 125 cc da quello che ho letto) a un buon prezzo, sai consigliarmelo uno?grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social