Quattro tappe con tenda e auto nella Grecia tranquilla

Campeggio nelle isole di Andros, Sifnos e Milos e nella penisola di Sithonia

  • di enzo46
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Noi due "vecchi" (io e mia moglie) e la nipote diciottenne, due tende e un'auto piccola. Anche per la meta ci eravamo ripromessi di vivere in tranquillità, su spiagge riservate e con la buona compagnia di libri (anzi di e-book).

Conoscevamo già alcune isole delle Cicladi e quindi abbiamo optato per quelle, munite di campeggio, che non conoscevamo. Viaggio da Brindisi a Patrasso senza storia, così come il trasferimento a Rafina per prendere il traghetto per Andros.

Qui subito all'unico campeggio, posto a poche centinaia di metri dal porto, tra gli ulivi e gestito da una simpatica e collaborativa coppia di giovani e poi a giro per l'isola. Ottime le spiagge che abbiamo potuto utilizzare, tutte al riparo del violento methemi che ci ha impedito di visitare quelle esposte a Nord (peccato !!). Segnaliamo la spiaggia di Apothikes dopo qualche chilometro di sterrata.

Il capoluogo Andros è molto carino e l'isola, nel suo complesso, è esente da obbrobri urbanistici anche se non è tra quelle classiche delle cicladi, con rocce e casette cubiche bianche. Ad Andros segnaliamo due importanti e bei musei, per essere in una piccola isola, quello di Arte Moderna e quello Archeologico.

Abbiamo fatto solo 5 giorni perché il methemi era davvero insistente e quindi di nuovo a Rafina e poi al Pireo per l'imbarco per Sifnos.

Anche qui un solo campeggio, al porto di Kamares, piccolo, ben ombreggiato e gestito con amore. Commoventi gli sforzi per mettere gli ospiti a proprio agio e la pulizia degli ambienti.

L'isola è il sommario delle Cicladi da cartolina, con scorci bellissimi. Segnaliamo l'abitato di Kastro che ti strappa foto a ripetizione ma anche il capoluogo di Apollonia è carino, anche se troppo trasformato in un gigantesco ristorante con cianfrusaglie di contorno. Tra le spiagge quella di Vathi, con chiesetta sulla sabbia ma soprattutto quella subito a Sud di Faros dove le tamerici fanno da ombrelloni e l'acqua è sempre calma. Ottime le viste dalla chiesa di Ag. Simeon e quella del minuscolo porticciolo di Cheronissos, il cui minuscolo molo serve da sala da pranzo per alcuni ristorantini, mentre i bambini giocano ed il sole va giù. E' l'essenza della Grecia più bella.

Consigliamo anche Voulidhia beach, raggiungibile con uno sterrato che nella parte finale diventa ripidissimo a fondo cementato. Laggiù in fondo rocce, spiaggia di ghiaia ed un ristorante/bagno con una simpaticissima signora coadiuvata dalla figlia. Una giornata in cui si capisce cosa è la tranquillità assoluta.

Sulla costa opposta (Quella ad Est) non perdete Poulati, una chiesa straordinariamente carina che permette di montare addirittura sul campanile (con foto-ricordo che faranno invidia al mondo). Da lì parte un sentiero pedonale in discesa che transita da un'altra chiesetta, con la chiave nella serratura, che si può visitare e che arriva poi ad una baia rocciosa e selvaggia, tra profumi di macchia mediterranea.

Dopo una settimana di nuovo a togliere le tende e spostarci verso la vicinissima Milos, che peraltro noi già conoscevamo e che ho già descritto in altro post. Qui il methemi si è fatto più violento e quindi dopo una visita ai due musei (quello geologico e quello archeologico) ed il dovuto omaggio ai panorami irripetibili di Sarakoniko e Mandrakia, per la gioia della nipote, siamo dovuti ripartire per il viaggio più lungo.

Traghetto serale per il Pireo, arrivo a mezzanotte e trasferimento notturno per Sithonia, il "dito" di mezzo della Calcidica.

Qui l'ambiente naturale è opposto. Monti pieni di foreste e pini fin sulle spiagge, con angoli d'incanto ma anche strutture turistiche più diffuse ed esempi di vera e propria speculazione.

Abbiamo scelto il Camping Stravos perché su una strada costiera secondaria, che collega Neo Marmaris con Galini. Il primo è un paesone sovraffollato e di nessun pregio, ma le spiagge a sud sono incantevoli

  • 9252 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social