L'avventura a Corfu'

Abbiamo trovato per caso questo sito e ci e' venuta voglia di raccontare in nostro viaggio a Corfu'. La vacanza e' durata 15 giorni ma e' stata proprio quello che volevamo:una vacanza all avventura. Siamo partiti io e il mio ...

  • di Laura Panfoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Abbiamo trovato per caso questo sito e ci e' venuta voglia di raccontare in nostro viaggio a Corfu'. La vacanza e' durata 15 giorni ma e' stata proprio quello che volevamo:una vacanza all avventura.

Siamo partiti io e il mio ragazzo da Roma direzione Bari e ci siamo imbarcati alle 17.00 del 15/8/03 approdando sull isola alle 04.15 ora locale del 16/8/03.Il viaggio e' estenuante ma io purtroppo ho una paura pazza dell aereo...Corfu' ci affascina subito.Raggiungiamo l albergo ad IPSOS:hotel Jason...Carino!!!!La vacanza non comincia nel migliore dei modi:non riusciamo a prelevare con il bancomat.Rimaniamo a secco di soldi per 2 giorni in attesa di contattare il lunedi la banca per un aiuto.

Sabato 16/8/03 lo passiamo a passeggiare per KERKIRA e per cominciare a prendere confidenza con l isola ci facciamo un giro con il trenino.Con i pochi soldi che abbiamo ci compriamo una guida con cartina annessa e cominciamo a studiare il modo per impiegare al meglio le nostre prossime 2 settimane.Ci fermiamo nella Spianada la piazza centrale di Kerkira e riempiamo il nostro stomaco con sovlaki(spiedino di carne) e gyros(molto simile al kebab).Cerchiamo di risparmiare ma ci sfilano 30E.Nella Spianada i prezzi sono veramente cari...

Domenica 17/8/03 decidiamo di iniziare la visita dell isola partendo da NISSAKI e ci imbattiamo poco prima in un cartello che indica la spiaggia.Decidiamo di affidarci al caso parcheggiamo la macchina prendiamo un sentiero e ci troviamo in una spiaggetta di sassi veramente carina...E soprattutto per pochi intimi.Rimaniamo li tutto il giorno.A pomeriggio inoltrato con guida alla mano ci avventuriamo verso il monte PANTOKRATOR,il monte piu' alto dell isola:917 M.La vista da li' e' stupenda,si dice che nelle giornate piu' limpide si riesce a scorgere anche la costa italiana.C'e' una bella chiesetta da visitare ma non prendete nulla nel bar li' fuori...Caro veramente caro e anche un po' sporco.La serata la passiamo ad IPSOS mangiando come al solito Gyros che diventera' la nostra tortura.

Lunedi 18/8/03 ci svegliamo con la speranza di risolvere il problema soldi per poter cominciare veramente la nostra vacanza...Ma niente non si trova la soluzione al problema.Ci accontentiamo di visitare la citta' di KERKIRA cibandoci di panini che sono l unica cosa che ci possiamo permettere.Ci spostiamo da Kerkira a KANONI per visitare la chiesetta di Vlachernas.Molto particolare perche' e' costruita su un isolotto collegato alla terra ferma da una piccola lingua di terra.Il paesaggio e' molto bello se non fosse per il mare melmoso e pesci morti ovunque.Da li' si puo' prendere una barca che porta alla vicina isola dei Topi dove sorge un monastero.Finita la visita torniamo verso la nostra Ipsos e veniamo incuriositi da una chiesetta che vediamo dalla strada.Cosi' facciamo una piccola deviazione e ci fermiamo a visitare la chiesetta di Candelora in zona KAMMENOS.La serata si conclude mangiando ad Ipsos al Phoebius dove si spende poco e dove soprattutto parlano italiano.Come al solito abbiamo mangiato sovlaki.Devo dire che la cucina greca un po' mi ha deluso perche' i piatti tipici sono veramente pochi...

Finalmente il 19/8 ci svegliamo con due belle notizie.La prima e' che finalmente ho sconfitto le zanzare.La seconda e' che grazie a mia madre abbiamo finalmente i soldi.Evviva!!!!Decidiamo di dirigerci verso GLYFADA e quasi per caso ci troviamo sulla strada che porta alla spiaggia di MIRTIOTISSIA.Bisogna parcheggiare in uno spiazzale e camminare per un po' ma ne vale la pena...C'e' anche la possibilita' di andare un po' piu' avanti con la macchina ma la strada non e' delle migliori.La spiaggia e' enorme ed e' piena di nudisti.Ci sono anche un paio di taverne nel caso uno voglia mangiare.Scopriamo anche che cosa e' quella bibita che tutti bevono:non e' nient altro che il nescafe' shekerato con latte e ghiaccio.Il nostro viaggio giornaliero prosegue per PELECAS da dove si dice si gode il tramonto piu' bello.Dal luogo chiamato 'IL TRONO' si vede praticamente tutta la citta' di Kerkira.Straordinario paesaggio.Per la cena ci fermiamo a mangiare al ristorante in cima a Pelecas e ci godiamo un fantastico tramonto. Per la prima volta mangiamo qualcosa che non sia carne affidandoci un po' al caso visto che non conosciamo ne il greco ne l'inglese.La cena a base di pesce ci costa solo 33E

  • 13218 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social