Un viaggio speciale a Creta

Siamo Claudia e Flavio, due sposini novelli in viaggio di nozze! 20-21 SETTEMBRE Abbiamo scelto Creta come meta per il nostro viaggio più speciale perchè facilmente raggiungibile (2,5 ore di volo diretto da Malpensa con uno degli ultimi charter disponibili ...

  • di cla&fla
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Siamo Claudia e Flavio, due sposini novelli in viaggio di nozze! 20-21 SETTEMBRE Abbiamo scelto Creta come meta per il nostro viaggio più speciale perchè facilmente raggiungibile (2,5 ore di volo diretto da Malpensa con uno degli ultimi charter disponibili per questa stagione), dalla temperatura ancora mite nonostante il periodo e dal paesaggio piuttosto variegato.

Sapendo che saremmo arrivati esausti al giorno del fatidico SI', abbiamo optato per la ormai diffusa 'lista viaggio' presso un'agenzia che ci ha organizzato un pacchetto composto da volo andata e ritorno+albergo 5 stelle+auto a noleggio per due settimane e una spesa complessiva di 1400 euro a testa. Tanti? Forse avremmo risparmiato con il fai da te, ma una volta nella vita è davvero figo dover pensare a poco o nulla! Abbiamo scelto come località in cui soggiornare Fòdele Beach, una piccola baia dislocata circa a metà della costa nord dove si trova l'omonimo albergo organizzato come un villaggio composto da piccoli edifici che non stonano (troppo) con l'ambiente circostante. Ci siamo così evitati uno di quei 'casermoni-alveari' intravisti sul catalogo dell'agenzia. Devo dire che anche l'all inclusive è davvero figo! Scusate l'entusiasmo ma per noi è una novità: si può mangiare e bere di tutto a qualsisi ora, ti servono e straviziano e se pranzi fuori, prenotandolo, puoi avere lo zainetto con bibite e panini.

Non oso immaginare la calca, il chiasso, il caldo che sicuramente avranno caratterizzato luglio o agosto; a fine settembre però, la struttura sembra quasi vuota in relazione alle sue dimensioni. In spiaggia non hai timore che il vicino di lettino si accorga che da qualche giorno non ti fai la ceretta, anzi, volendo potresti prendere il sole in topless senza imbarazzo; al ristorante in terrazza puoi scegliere il posto più bello e non hai bisogno di fare la corsa ad ostacoli per raggiungere il buffet. Comodità sì, ma anche possibilità di movimento; da queste parti (almeno per chi come noi soffre nello stare troppo fermo) è indispensabile essere motorizzati per potersi muovere: con la nostra macchinetta rossa a noleggio, dopo il primo giorno di svacco, ci siamo diretti a Knossos ed Iraklion.

22 SETTEMBRE Il sito archeologico di Knossos è affollato nonostante il periodo; la visita merita sicuramente il viaggio ed i 6 euro, ma... Secondo me per apprezzarla veramente ti devono piacere ed interessare l'arte e la storia greco-romane, in tal caso consiglio di prendere una guida. Noi abbiamo esplorato le rovine a modo nostro, con un semplice libretto illustrato.

Ho letto di tutto sulle strade cretesi; in realtà il vero problema non sono le strade ma gli automobilisti. Un tempo l'isola è stata anche un covo di pirati, che ora non infestano più il mare circostante ma le strade sì! In particolare entrare ed uscire da Iraklion è un'impresa, come anche girarla a piedi senza farsi investire.

Probabilmente questo problema si riscontra solo nelle città più grandi, occhio comunque perchè ai pedoni sulle strisce non danno la precedenza! Molto bella la fortezza veneziana che si trova nei pressi del porto, caratteristiche le vie del centro piene di negozietti e la chiesa ortodossa. Il museo non lo abbiamo visitato ...

23 SETTEMBRE Oggi abbiamo gironzolato tra vari paesini dell'interno, nella prefettura di Rethimno. Basta allontanarsi dalla costa un paio di Km ed il paesaggio cambia drasticamente, diventando simile all'entroterra calabrese: le colline rocciose sono ricoperte da macchia mediterranea ed uliveti, ogni tanto sbuca un paesino abbrustolito dal sole dove non manca mai almeno una 'tabepna'. Non stupitevi se incontrate cartelli stradali che dicono di stare attenti... A capre e pecore, ce ne sono un'infinità. Molte sono radunate in greggi, ma è frequente trovarle a brucare ai margini della strada. Rethimno è davvero bella, a noi è piaciuta più che Iraklion. Nella fortezza 'a cielo aperto' (sono rimaste solo le mura, la moschea e poco altro) si respira un'atmosfera surreale. Appena fuori inizia il centro storico con intricate viuzze, basta sforzarsi di camminare con il naso all'insù per poter scorgere edifici davvero belli. Se avete pazienza, guardando con attenzione, tra la miriade di negozietti che vendono souvenirs probabilmente made in china troverete botteghe di strumenti musicali o di ceramiche, oreficerie e pelletterie che propongono prodotti artigianali. Ci vogliono tempo e pazienza, però! 24 SETTEMBRE Oggi ci spingiamo fino alla prefettura di Chania, dove la vegetazione si fa più rigogliosa e i paesi sulla costa meno fitti. Belle le piccole baie e le spiagge libere con solo un bar a presidiarle. Chania è una cittadina affascinante, ricca di storia e di profumi. Le spezie, i colori, alcuni scorci delle strette viuzze del centro ricordano paesi della Costa Azzurra. Per Flavio, appassionato di modellismo, il museo nautico che si trova nella fortezza del porto veneziano è stato una piacevole sorpresa

  • 8355 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social