In tour nella culla della civilta'

IN TOUR NELLA CULLA DELLA CIVILTA’ Come titolo per il diario di viaggio che sto per raccontare ho deciso di scegliere lo slogan del tour operator Navitours ritenendolo particolarmente appropriato per il meraviglioso tour della Grecia Classica che ha visto ...

  • di uini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

IN TOUR NELLA CULLA DELLA CIVILTA’ Come titolo per il diario di viaggio che sto per raccontare ho deciso di scegliere lo slogan del tour operator Navitours ritenendolo particolarmente appropriato per il meraviglioso tour della Grecia Classica che ha visto come protagonisti oltre a me mio marito Stefano, la mia collega Fernanda (Fer per gli amici) e Antonella, un’amica di Fernanda che nei documenti di Navitours è e rimarrà per sempre Antonello.

Tutto è nato per caso quando, all’inizio di Agosto, presa dal panico di dover trascorrere tutte le mie 3 settimane di ferie nel clima torrido della Pianura Padana ho iniziato a navigare su Internet alla ricerca di qualcosa che potesse fare al caso mio. Senza scendere nei particolari dirò solo che la scelta è infine ricaduta sul Tour in autopullmann della Grecia Classica dal 18 al 24 Agosto con passaggio nave Ancona- Igoumenitsa all’andata e Patrasso-Ancona al ritorno.

Fino all’ultimo ho temuto di essere caduta in una bufala clamorosa , del resto mai come in questo periodo di vacanze si sentono storie di tour operators fantasma che incassano i soldi e poi scompaiono nel nulla ,di villaggi turistici fatiscenti o di alberghi inesistenti.

Nel foglio di convocazione inviatoci dall’agenzia “Rusconi Viaggi” di Lecco alla quale mi sono appoggiata l’appuntamento con il bus n.1 era fissato per le ore 2.30 a.M. Del giorno 18 Agosto presso l’uscita del casello autostradale di Piacenza Sud. Dal momento che veniva riportato anche il numero di cellulare dell’autista , sempre per tornare al discorso “bufala” ho pensato di fare la cosiddetta prova del nove contattandolo personalmente. Ho composto adagio il numero non senza un pizzico di ansia e , attenzione ... sorpresa, il telefono squilla e poco dopo qualcuno risponde. Tiro un sospiro di sollievo, la situazione sembra essere sotto controllo. Così alle 2 di notte troviamo ad aspettarci puntualissimo o meglio in netto anticipo il bus grigio con la scritta laterale Navitours, in tour nella culla della civiltà. Non c’è ancora nessuno oltre a noi e l’autista ci avvisa che dovremo fare tappa a Firenze per caricare altre persone, dopodichè risaliremo verso Bologna con fermate a Cesena, Forlì e Rimini Nord. In poche parole dobbiamo metterci il cuore in pace perché il tragitto per arrivare ad Ancona è ancora lungo. Così ci appropriamo dei posti a sedere che ci sono stati assegnati dall’agenzia , precisamente fila n.7, posti 25 e 26 lato autista e posti 27 e 28 lato entrata. Sono Proviamo a sonnecchiare. Io non riesco a chiudere occhio, non trovo la posizione perché i sedili sono sfalcati e non riesco ad allungare le gambe come vorrei. Verso le 4.30 arriviamo a Sesto Fiorentino. Evidentemente siamo in netto anticipo perché non si vede ancora nessuno. Visto che siamo davanti ad un bar ne approfittiamo per fare colazione. Con lo stomaco pieno riprendiamo il giro d’Italia e, conclusasi la raccolta di tutti coloro che saranno i nostri compagni di viaggio per una settimana, finalmente verso le 11 arriviamo al porto di Ancona.Qui un’assistente della Navitours ci spiega brevemente le modalità di imbarco consegnandoci la boarding card e la chiave magnetica della cabina. Una volta saliti a bordo della Motonave Superfast, ci viene offerto il cocktail di benvenuto, dopodichè iniziano le interminabili 16 ore di viaggio che ci separano dalla Grecia.

Prendiamo innanzitutto possesso della cabina quadrupla fortunatamente dotata di oblò vista mare . Lo spazio è ovviamente molto ridotto e, scartata a priori ogni possibilità di potervi stare in 4 all’interno se non posizionati orizzontalmente ognuno nel proprio letto, decidiamo di stabilire dei turni per poterci almeno infilare il costume. Quanto ai turni per la doccia ci penseremo dopo. In ogni caso quello che conta è che la cabina è assolutamente pulita ed ordinata , idem per il bagno, sempre piccolo ma direi assolutamente funzionale

  • 5104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social