Creta, isola dai mille paesaggi

Vacanze a Creta 2008 Quest'anno io e mio marito e mia figlia abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze estive a Creta. Ho prenotato i voli sin dalla fine del mese di febbraio (naturalmente via internet) e, così facendo, a ...

  • di Erika50
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Vacanze a Creta 2008 Quest'anno io e mio marito e mia figlia abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze estive a Creta.

Ho prenotato i voli sin dalla fine del mese di febbraio (naturalmente via internet) e, così facendo, a giugno, confrontando i prezzi del momento, ho riscontrato un risparmio di circa 800 euro. Partenza 1 luglio: volo Bari /Atene compagnia aerea My Air (nonostante l'aereo fosse piccolo, il volo è stato ottimo), volo Atene Heraklion con Aegean Airlines. Arrivati a Creta con un leggero ritardo, dopo aver ritirato i bagagli, ci siamo diretti verso l'uscita dove ci attendeva il responsabile dell' autonoleggio Alianthos ( prenotazione di una Suzuky Jimmy effettuata sempre via internet al prezzo di 485 euro per 11 giorni full insurance, non hanno voluto il numero della carta di credito ma solo i nostri nomi, le date di arrivo e di partenza, gli orari dei voli e così abbiamo pagato in contanti alla consegna della macchina dando come unica garanzia i dati delle nostre patenti).Gli alberghi li avevo sempre prenotati via internet tramite Booking.Com a cui mi rivolgo per quasi tutti i miei viaggi perchè non bisogna versare nulla in anticipo, si paga direttamente all'albergo. Una volta caricati i bagagli siamo partiti verso Chania, la nostra prima tappa. Abbiamo percorso La National Road ( che non è come la nostra autostrada, bisogna rispettare la velocità indicata dai segnali perchè ogni tanto trovate la polizia e lì le multe sono salate e, a differenza dell'Italia, se volete guidare ad una velocità inferiore a quella consentita, dovete viaggiare a cavallo della corsia d'emergenza altrimenti gli altri conducenti incominciano a suonare il clacson). A Chania abbiamo pernottato presso il Traditional Hotel Ontas in antico stile veneziano, situato a 100 metri dal porto veneziano, con un parcheggio libero nelle immediate vicinanze(costo per tre notti in tre 240 euro) A Creta per cenare abbiamo speso in tre massimo 45 euro: mussaka, souvlaki, zaziki, patate fritte vino, acqua ( a fine cena ti offrono o l'anguria o il dolce + il loro liquore nazionale Raki, che è la nostra grappa). La cosa più costosa a Creta è stata il caffè: 2 euro a testa e molte volte non era buono (chiedete sempre il frappé freddo con zucchero).Chania si trova a nord-ovest, è una cittadina che ha subito diverse dominazioni:romana, araba, turca, veneziana, bizantina ed ancora oggi si vedono i resti di questi dominatori. C'è un bel lungomare con tanti locali ma vi consiglio di mangiare nelle stradine interne perché i prezzi sono più contenuti e si mangia molto meglio. Il giorno dopo siamo partiti verso Elafonissi: avevo letto su internet che per raggiungerla era consigliabile passare da Topolia ed infatti questa è la strada che vi consiglio (l'altra è battuta da venti molto forti e piena di buche e pietre che cadono dalla montagna che fiancheggia la strada, noi l' abbiamo percorsa al ritorno perchè volevamo vedere Falassama). Giunti ad Elafonissi, lo spettacolo che si è presentato ai nostri occhi è stato meraviglioso: sabbia bianca e rosa, mare cristallino e turchese. Vi consiglio di arrivare quando la spiaggia è quasi deserta e godervela e scattare tante foto e girare il filmino come io ho l'abitudine di fare sempre durante i miei viaggi.

Abbiamo affittato un ombrellone e due lettini al prezzo di 7 euro per tutta la giornata e poi, io e mia figlia abbiamo attraversato un tratto di mare molto basso per poter raggiungere l'isola di Elafonissi (è vicinissima e l'acqua arriva alle cosce). Ci sono delle dune e delle baiette ed alcuni turisti la raggiungono con tutti i loro bagagli da mare e si fermano qui. Abbiamo fatto il bagno. L'acqua era trasparente, non molto fredda ma la cosa più bella, che non avevamo mai visto fino ad allora, è stata la sabbia rosa sul bagnasciuga ( sono i resti di migliaia di conchigliette rosa)

  • 2613 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social