Estate 2008 a Rodi: oltre ogni aspettativa!

Quest’anno abbiamo prenotato le vacanze all’ultimo momento, impossibilitati dagli esami e soprattutto dalla mia laurea. Ci siamo così rivolti ad un’agenzia viaggi che ci ha proposto un pacchetto del tour operator “Viaggi Oggi”: dal 25 luglio al 1 agosto volo ...

  • di ale1979
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest’anno abbiamo prenotato le vacanze all’ultimo momento, impossibilitati dagli esami e soprattutto dalla mia laurea. Ci siamo così rivolti ad un’agenzia viaggi che ci ha proposto un pacchetto del tour operator “Viaggi Oggi”: dal 25 luglio al 1 agosto volo A/R Roma/Santorini/Rodi/Roma con Airone e pernottamento e trattamento di mezza pensione nel quattro stelle “Lindos Bay Hotel”, 680 € di base. Se poi a questi ci aggiungiamo anche le tasse ed il trasferimento solo all’andata in hotel arriviamo a 840 €. 25 luglio: l’imbarco è previsto per le 8:00, ma partiamo dall’aeroporto di Fiumicino con un’ora di ritardo. Il volo è massacrante, specialmente lo scalo interminabile a Santorini. Quando arriviamo a Rodi lo stesso pilota dell’aereo non ci conforta annunciando che l’isola è in fiamme. Potete immaginare l’apprensione... Dividiamo il trasferimento in taxi con altre due signore italiane. Per la non modica cifra di 40 € a persona mi aspettavo un viaggio più comodo. L’albergo, infatti, dista una cinquantina di km dall’aeroporto e a me tocca viaggiare stretta tra due passeggeri dando continuamente uno sguardo alle nostre valigie, pericolosamente stipate nel bagagliaio aperto! Quando arriviamo al Lindos Bay Hotel, sulla bella spiaggia di Vlicha, il cielo è completamente rosso di fiamme. L’autista ci spiega che il rogo interessa più che altro l’entroterra dell’isola, ma con questo vento forte la paura che possano arrivare sulla costa è tanta.

La struttura dell’hotel è molto bella, moderna, con camere spaziose. Pur non pagando i 30 € di supplemento per avere una camera vista mare siamo comunque capitati all’angolo esterno, dove si gode una piacevole vista sia sui monti che sulla baia. Siamo stanchi morti e, dopo una doccia e una dormitina, scendiamo per la cena. Il buffet è ricchissimo e prevede piatti della cucina greca ed internazionale. In 8 giorni abbiamo assaggiato sempre piatti diversi e tutti freschissimi. 26 luglio: dopo una ricca colazione scendiamo in spiaggia, pulita e attrezzata di docce, lettini ed ombrelloni. Per i primi giorni, almeno finchè non affittiamo una macchina, chiediamo di poter scambiare la cena con il pranzo in hotel. Nel pomeriggio andiamo a Lindos, deliziosa con le sue tipiche casette bianche abbarbicate intorno all’acropoli che, con il caldo che fa, scegliamo di raggiungere a dorso di due asinelli per soli 10 €. Ci informiamo presso vari “rent a car” per una utilitaria per sei giorni, magari con la possibilità di lasciarla direttamente in aeroporto, ma ci dicono che non è possibile, così, dopo una crepe per cena, torniamo nuovamente in hotel in taxi (7€).

27 luglio: la mattina ci rilassiamo in hotel, sia in spiaggia che in piscina, poi, dopo pranzo, prendiamo la macchina e andiamo a Rodi. Abbiamo noleggiato una Fiat Punto in un centro proprio vicino il nostro albergo. Per sei giorni, senza la possibilità di lasciarla in aeroporto, ma comprensiva di assicurazione, per 175€. Il carburante, ovviamente, è a parte: abbiamo speso circa 60€. L’auto è modesta, sarà del 2001, se non prima, ma almeno l’aria condizionata è perfettamente funzionante. La città vecchia di Rodi è bellissima, suddivisa in più quartieri davvero molto caratteristici. Il mio preferito è quello turco, ma devo ammettere che anche l’area medievale offre degli scorci e delle piazzette davvero incantevoli. Per cena mangiamo in una taverna tipica chiamata “Kostas”. Magari è un po’ difficile da trovare perché un po’ lontana dalla ressa degli altri ristoranti turistici, ma vale la pena! Abbiamo assaggiato i dolmades, involtini di riso avvolti in foglie di vite, del saganaki, fette di formaggio feta fritte (la variante al forno, personalmente, è troppo piccante), il polpo alla griglia, le cozze e i calamari, davvero speciali, e l’immancabile tzatziki, crema di yogurt insaporita di aglio, cetriolo e cipolla. Non abbiamo speso molto, circa 22€ a persona. Ci facciamo una passeggiata al porto di Mandraki e poi ce ne torniamo in hotel

  • 1732 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social