Creta on the road in una settimana

Ciao a tutti. Vorrei raccontarvi questa splendida esperienza che c’ha portati a Creta nella settimana dal 14 al 21 giugno 2008. Devo premettere che prima di partire mi ero ben informata, con diari e tutto quello che internet offre, sulle ...

  • di tonibac
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Pranzo da Zaharias a destra prima di iniziare la discesa per Falassarna.

Falassarna: 6 - Spiaggia che si presenta contornata dagli innumerevoli serre. Non l’abbiamo trovata così interessante.

Monastero Chrisoskalitissa: 6 – Avevo letto che per vedere questo monastero si dovevano salire all’incirca 100 gradini, l’ultimo di questi sarebbe apparso di oro agli occhi di persona particolarmente credente. Tutte storie antiche. Il monastero si sale in 4 gradini, c’è un piccolo museo e c’ha lasciati un tantino delusi. (Ingresso Euro 2,00) Elafonissi: 7 - Non abbiamo potuto dare un voto minore a questo posto perché l’acqua e bellissima e la sabbia di un rosa incantevole. Siamo arrivati qui alle 4 del pomeriggio e davvero era pieno di gente, ombrelloni, il vento soffiava da far alzare la sabbia, insomma un caos. Peccato, forse questo posto deve essere visto quando non c’è ancora nessuno anche se l’invasione degli ombrelloni danneggia quel che potrebbe essere davvero un angolo di paradiso.

Paleochora: 6 – Piccola cittadina che non è ancora stata invasa da alberghi e negozi a non finire. Del castello resta davvero poco.

Per arrivarvi da Elafonissi abbiamo seguito le indicazioni stradali percorrendo una strada sulla destra con indicazione “Paleochora 32 km”. Attenzione, è una strada completamente sterrata (per 10 km) che attraversa una montagna. Ad un certo troverete un bivio con una chiesetta. Proseguite assolutamente dritti, non prendete la strada che scende verso destra altrimenti dopo un 500 metri vi troverete la strada chiusa.

Kavros – Siamo tornati qui perché la costa ovest non aveva altre mete da vedere. E’ una tirata ma indispensabile per poi essere già pronti a visitare la parte sud dell’isola. Siamo tornati negli studios della prima notte (la signora c’ha fatto le feste e con pochi Euro abbiamo dormito) e a cena da Niko, perché davvero non potevamo andarcene da Creta senza fare un bis nella taverna che risulterà (per noi) la migliore dell’isola, tra quelle visitate.

4° giorno: KAVROS – PREVELI – MATALA – IERAPETRA (km 362,80) Hora Sfakion: 5 - Abbiamo visto dall’auto il paese e siamo andati via. Consigliano gite in barca all’isola dei delfini.

Vi consigliamo però di seguire la strada verso sinistra uscendo dal porto, costeggerete così il mare. L’isola dei delfini si può raggiungere solo via mare ma riuscirete ad intravvederla percorrendo la strada. Avrete così modo di trovare una baia incredibile, sembra nell’acqua ci siano pietre di smeraldi, acquamarina e zaffiri frantumate in mille pezzi. Si può scendere a fare il bagno, non c’è mai nessuno (dicono) e di certo una meravigliosa foto.

Frangokastello: 6 - Quel che resta del vecchio castello veneziano ideale per fare qualche foto e una spiaggia tranquilla (non si paga per entrare).

Plakias: 6 – Ampia baia con piccolo centro.

Monastero di Preveli: 7 - Ce n’è uno lungo la strada che non si può visitare in quando rudere mentre il monastero vero e proprio è più avanti (Ingresso Euro 2,50). Bello.

Spiaggia di Preveli: 8 - Dire che questo posto lascia a bocca aperta è poco. Si inizia a scendere una montagna e poco dopo ti ritrovi nel punto panoramico che ti permette di vedere il fiume contornato da palme che sfocia nel mare separato da una lingua di sabbia. Si può fare il bagno anche nel fiume. Da vedere anche se per risalire ci vuole buon fiato. Agia Galini: 5 – Niente di particolare. Matala: 6 ½ - Questa spiaggia è sicuramente affascinante per la sua storia ed ideale per fare qualche bella foto

  • 16730 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social