Karpathos

Karpathos (Scarpanto) Dal 5 al 12 giugno 2008 Con queste brevi note vorrei solamente aggiungere alcuni consigli e suggerimenti a quanto è già stato scritto dai precedenti T.P.C. Sicuramente l’isola è ancora “selvaggia” nel senso che il turismo di massa, ...

  • di Fulvio53
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Karpathos (Scarpanto) Dal 5 al 12 giugno 2008 Con queste brevi note vorrei solamente aggiungere alcuni consigli e suggerimenti a quanto è già stato scritto dai precedenti T.P.C. Sicuramente l’isola è ancora “selvaggia” nel senso che il turismo di massa, per fortuna dei turisti, non è ancora arrivato. Niente villaggi turistici, niente mega alberghi (ne stanno costruendo uno al centro di Pigadia, un palazzaccio orrendo), niente inquinamento. Le spiagge sono tutte belle con il mare cristallino (per me il migliore fra tutte le isole greche che ho visitato) e pulito e sono tutte raggiungibili con belle strade asfaltate. Forse il modo migliore per visitare Karpathos, che non è molto grande, è noleggiare uno scooter e scorazzare per tutta l’isola. Consiglio un mezzo con almeno 100 cc di cilindrata in modo da avere potenza sufficiente per affrontare con sicurezza le frequenti salite.

Vi segnalo alcuni locali dove mangiare bene spendendo poco: Taverna Esperida: scendendo lungo la strada che conduce ad Amopi è il primo locale alla vostra sinistra – con 12/15 € si mangia e si beve con buona qualità e quantità.

Taverna Thanasis: prendete la strada che da Pigadia porta a Aperi e seguite le indicazioni per Othos; giunti su una sella con alla vs sinistra una chiesetta con fontanella proseguite a destra con indicazione Kali Kardia, seguite la bella strada tortuosa fino ad un pianoro e giungerete ad un bivio: la strada asfaltata prosegue a dx verso la sommità della montagna ove è situata una base militare ed un radar, mentre a sx una strada sterrata dopo alcune centinaia di metri vi porterà alla taverna. E’ un luogo fuori del mondo, silenzio e pace, il padrone vi porterà in cucina e vi farà scegliere le pietanze poi andrà nell’orto a prendere la verdura per l’immancabile insalata greca e a fine pasto distillati della casa. Se vi trovate a Pigadia e volgerete lo sguardo ad oriente vedrete sulla montagna un paesino dominato da una chiesa posta su uno sperone roccioso: quella è Menetes. La si raggiunge prendendo la strada che da Pigadia porta all’aeroporto. Entrando nel paesino, quando la strada si restringe, a sx troverete una taverna, di cui non ricordo il nome. E’ un locale a pianta circolare con pochi tavoli e la cucina a vista. Si mangia benissimo spendendo 10/12 € a testa.

Un ultimo consiglio: andate ad Olimpos noleggiando una jeep, poiché gli ultimi 18 km sono di strada sterrata e vi sono in corso i lavori per la sistemazione e la pavimentazione della stessa. I tour operator tendono a proporvi il viaggio via mare (2 ore d’andata e 2 di ritorno al costo di 30/40 € a testa) ma utilizzando la jeep sarete più liberi e nel ritorno potrete fare una puntata alla spiaggia di Ag. Nikolau o alle altre spiagge raggiungibili solamente con un fuoristrada.

Un saluto e buon viaggio da Fulvio petia@libero.It

  • 3425 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social