Rodi: la mia prima volta in Grecia

Cari Amici, questo è il primo itinerario che scrivo e spero che potrà essere di aiuto a chi va a Rodi. L’isola in questione rappresenta il mio ingresso in terra greca, luogo che fin’ora non era rientrato nelle mie mete ...

  • di iadulca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Cari Amici, questo è il primo itinerario che scrivo e spero che potrà essere di aiuto a chi va a Rodi.

L’isola in questione rappresenta il mio ingresso in terra greca, luogo che fin’ora non era rientrato nelle mie mete vacanziere. Siamo partiti in cinque: io (Claudia), il mio fidanzato adorato (Roberto) e tre amici, Raffaella, Paolo e la loro deliziosa figliola undicenne, Lisa! Inizio col dire che il viaggio d’andata ha subìto un forte ritardo da Verona (aeroporto assolutamente inadatto a gestire e contenere il flusso migratorio estivo: lo spazio vitale è ridotto a zero. Se non siete obbligati a partire di lì, ve lo sconsiglio, almeno in estate), così siamo atterrati in piena notte. La nostra destinazione era Kolimbia, un paesino a metà strada tra Rodi e Lindos, presso il Marathon Hotel, affidandoci al tour operator Eden Viaggi.

L’arrivo all’hotel è stato funestato da un piattino di benvenuto (erano le due di notte) che comprendeva formaggio, prosciutto, pollo, uova, pomodori e quanto di più disgustoso si possa immaginare a quell’ora.

I nostri compagni di viaggio hanno anche avuto un altro tipo di benvenuto in camera: due giganteschi scarafaggi in bagno...Brrr... Sull’hotel voglio spendere più poche parole: cucina pessima (sottolineo che siamo gente che si accontenta, ma mangiare costantemente gli avanzi rimpastati non è il massimo), personale scortese e poco professionale (ci hanno quasi chiesto una bustarella), asciugamani strappati e pulizia mooolto superficiale. Abbiamo contattato al ritorno il tour operator che non si è degnato di rispondere, atteggiamento decisamente poco serio. In una parola : Marathon Hotel ed Eden Viaggi sconsigliatissimi! Ad ogni modo Kolimbia è in una buona posizione ed ha due spiagge, entrambe molto carine: una più raccolta, affacciata su una baia e l’altra più aperta ed ampia, accanto ad un porticciolo. Il paese in sé non offre molto, è lunga via alberata costellata da negozi di souvenir, ma è tranquillo e la sera è piacevole fare due passi.

L’ideale per spostarsi a Rodi è lo scooter o l’auto. Noi essendo in 5 abbiamo optato per la seconda ipotesi che si è rivelata anche economica: una Getz del 2007 a 25 € al giorno.

Siamo così andati alla scoperta delle spiagge più belle: favolose la baia di Anthony Queen, la lunga spiaggia di Afandou e lo spettacolo di Prassonissi, dove da una parte c’è l’Egeo tempestoso e dall’altra il più calmo Mediterraneo.

Rodi e la sua città vecchia meritano una gita di almeno mezza giornata. Noi l’abbiamo visitata solo di sera (viste le temperature decisamente alte), ma mi rammarico di non averla perlustrata col sole: il castello dei Templari è aperto solo durante il giorno, così me lo sono perso.

Un salto a Lindos è consigliato: si può ammirare un tipico paesino greco con le casette bianche affacciate sul mare, anche se è tanto-troppo turistico.

Faliraki invece la catalogherei “perdibile”: chiassosa, trafficata, sporca e poco amichevole.

Una consiglio: attenti ai tassisti! Guidano come dei matti! Scansatevi appena ne vedete uno in avvicinamento! Per ora è tutto gente, spero di essere stata concisa e di aver dato due dritte utili! A presto, Claudia

  • 1341 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social