Relax a Mykonos

Siamo Silvia e Loris, siamo stati una settimana a Mykonos dal 31/08 al 07/09/2007. Eravamo al Mikonian Imperial Hotel a Elia beach in B&B. Con il noleggio di una Peugeot 107 per una settimana, pasti bevande ecc..... Abbiamo speso circa ...

  • di cirlino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Siamo Silvia e Loris, siamo stati una settimana a Mykonos dal 31/08 al 07/09/2007.

Eravamo al Mikonian Imperial Hotel a Elia beach in B&B. Con il noleggio di una Peugeot 107 per una settimana, pasti bevande ecc... Abbiamo speso circa 3000 euro.

Mykonos e’ conosciuta come l’isola della trasgressione, però bisognerebbe “quantificare” cosa si intende per trasgressione. Se si intende : fare le 7 del mattino in discoteca, arrivarci gia’ ubriachi o uscirne peggio..., bere super alcoolici gia’ alle 10 del mattino o dalle quattro del pomeriggio, farsi di qualche sostanza stupefacente piu’ o meno pesante, scopare dove capita...Beh questo e’ tutto quello che se qualcuno vuole “trasgredire” lo puo’ benissimo fare anche a casa sua.... Noi preferiamo definirla l’isola dove ognuno si fa i c...Zi suoi, l’isola dove non vieni giudicato se hai preferenze sessuali non ortodosse, l’isola del vivere in pace... E’ l’atmosfera che si respira di assoluto anticonformismo, di relax... Mentale.

La cosa che colpisce e’ il silenzio che c’e’ in spiaggia. Normalmente sono semi deserte sino alle 11,30 – 12. Poi incominciano ad arrivare i nottambuli che sono andati letto all’alba e le spiagge si riempiono. Ma si parla sempre sottovoce (cosa che assolutamente manca qui in Italia) e la musica sale di volume piano piano fino ad arrivare a non so quanti decibel dalle 17 – 18 in poi quando ormai tutti sono completamente svegli...Ed e’ ora dell’aperitivo e dei beach party.

A proposito delle spiagge vale la pena di vederle tutte. Quelle a nord (Aghio Sostis, Panormos e Ftelia) sono le uniche non attrezzate (non ci sono lettini e ombrelloni), e quando tira il Meltemi non e’ facile riuscire a stare in spiaggia. A Ftelia con il vento forte e’ pieno di windsurf e katesurf. Sempre per sportivi ci sono le spiagge di Agrari e Kalafati a sud, attrezzate con lettini e ombrelloni e ristoranti sulla spiaggia.

Sempre attrezzate con graziosi ristoranti sulla spiaggia ci sono le spiagge di Psarou, Paranga, Paradise e Super Paradise, Elia, Kalo Livadi Aghio Anna, Platis Gialos, Ornos. In tutte si possono vedere in rada navi di miliardari inimmaginabili...

In tutte le spiagge ci sono nudisti, che però di solito stanno alle estremita’, tranne se sono vecchi e ultra 70enni ai quali piace mostrare a tutta la spiaggia (con ripetuti passaggi sul bagnasciuga) le loro “grazie”... Per tutte le spiagge, almeno nel periodo che siamo stati noi, il mare e’ pulito, e l’acqua cosi’ trasparente che ti invoglia a fare il bagno.

Di Mykonos ci hanno sfavorevolmente stupito i prezzi di cibo (pesce soprattutto) e bevande. Vogliono rendere questa isola molto piu’ esclusiva di quanto non dovrebbe essere. Il pesce costa molto piu’ della carne e i cocktail hanno dei prezzi esorbitanti (12 euro un mojto !!!!!!). Comunque la cucina greca e’ stupenda, saporita, gustosa e le portate sono sempre abbondanti. Vi consigliamo i ristoranti dove siamo stati noi, oltre che per la cucina anche per la simpatia e cortesia sia dei proprietari che dei camerieri : ad Ano Mera Taverna Fisherman, dove si puo’ cenare in veranda attorno ad un albero secolare, nella Chora : ristorante Pelican in Gumenio square, dove si cena sotto un bella veranda di bunganville, Philippi garden, si cena in un tranquillo giardino interno Fato a Mano (ci siamo ritornati 3 volte cucina stupenda) e in una posizione abbastanza tranquilla e fuori dal passaggio delle orde di turisti che vagano nelle stradine della Chora, e in una specie di take-away per “ellenici di mykonos” (quelli con 2 tavolini dentro e 2 sulla porta) dove abbiamo mangiato un Giros di maiale con pita che ci stiamo ancora leccando le dita adesso...!!!!! in questi take-away il menu e’ limitato, nel senso che si mangia giros, souvlaki sia di pollo che di maiale, le polpette (che non mi ricordo come si chiamano) qualche volta si trova l’insalata greca tradizionale (bisogna specificare tradizionale anche perche’ nei ristoranti spesso aggiungono, ai tradizionali, altri ingredienti), ma si spende veramente poco e il cibo e’ buono. Non bisogna farsi “intimorire” dalla non perfetta pulizia e dal fatto che puo’ capitare di dover mangiare con le mani..

  • 2831 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social