Su e giu per rodi

La mia ragazza ed io siamo partiti domenica 5 agosto dall’aeroporto Catullo di Verona con la compagnia Livingstone, destinazione Hotel Cosmopolitan di Rodi (o meglio Ixia, alla periferia di Rodi) dove abbiamo prenotato una settimana con pensione completa tramite agenzia, ...

  • di Taddeo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

La mia ragazza ed io siamo partiti domenica 5 agosto dall’aeroporto Catullo di Verona con la compagnia Livingstone, destinazione Hotel Cosmopolitan di Rodi (o meglio Ixia, alla periferia di Rodi) dove abbiamo prenotato una settimana con pensione completa tramite agenzia, con un’offerta parecchio vantaggiosa. Dopo una mezz’ora di attesa a causa dell’intenso traffico aereo sulla Grecia il volo parte e dopo poco più di due ore arriviamo al piccolo e caotico aeroporto di Rodi. Fortunatamente in tempi brevi arrivano i nostri bagagli e ci accomodiamo sul pullman ,insieme agli altri turisti, che ci porterà in Hotel. Dopo una lunga attesa il pullman parte e finalmente ,alle due di notte, arriviamo in Hotel, un grande complesso centrale con una bella piscina e bungalow attorno ad essa e con una struttura secondaria, dove scopriamo avere la stanza. La nostra camera non è malaccio, bagno grande e pulito, camera da letto spaziosa (ma letti separati ,particolare subito segnalato al ns. Tour operator!) con TV satellitare e balcone che si affaccia proprio sulla piscina. Lunedì, primo giorno di studio dell’isola con cartine e guide al seguito e decidiamo ,dopo una lauta colazione a buffet, di rilassarci in spiaggia proprio di fronte all’albergo: due sdrai con ombrellone a 7 euro per tutto il giorno in una spiaggia di sassolini misti a sabbia purtroppo battuta da un vento costante che però fa la gioia di wind e sky surfer,presenti in massa, con possibilità anche per i principianti di prendere lezioni. L’ipotesi bagno in mare si può prendere in considerazione a patto di avere delle scarpette anti-sassolini e la voglia di cavalcare le immancabili onde...Una presenza costante! A mezzogiorno pranzo in hotel, anche questo a buffet, dove con nostra grande gioia scopriamo esserci un’infinità di piatti greci ,caldi e freddi,tra i quali abbiamo apprezzato i suvlaki ,spiedini di carne molto gustosi, pietanze a base di pesce ma pure la pasta non era male, ed i dolci, dei quali vado matto, parecchio carichi di calorie per l’utilizzo di miele e panna come ingredienti fissi! Unico neo le bevande, escluse dalla pensione completa, che avevano cifre allucinanti: 1,5 l. Di acqua minerale, marca Apollonio, costava 4,20 euro!! (contro l’euro del supermarket sotto l’albergo)...E un litro di naturale 2 euro.. Non abbiamo mai preso bibite, birre o vino in albergo per evitare salassi ben maggiori! Nel pomeriggio ancora spiaggia mentre alla sera decidiamo di andare a Rodi visto che il collegamento al centro è ottimamente servito da bus che passano ogni quarto d’ora, proprio davanti all’hotel. Il biglietto (1,80 euro) si paga direttamente all’autista ed il capolinea corrisponde al centro di Rodi, dove scendiamo. Purtroppo i negozi della Rodi moderna chiudono presto verso le 21, massimo le 22 e così dobbiamo fare in fretta per curiosare in qualcuno...Andando decisamente alla cieca arriviamo al porto di Rodi, nel punto in cui si dice ci fosse stato il mitico Colosso di Rodi, una delle meraviglie del mondo antico. Dalle illustrazioni che ci sono state tramandate se ne evince che deve essere stato davvero gigantesco!!Foto di rito e poi decidiamo di tornare verso il pullman visto che verso mezzanotte il servizio cessa. Martedì, a causa del vento forte, decidiamo di fermarci nella piscina dell’albergo anche se controvoglia in quanto è davvero piena di gente...E ci siamo chiesti cosa vada a fare la gente in vacanza al mare per poi starsene tutto il tempo in piscina!!!!! Noi non lo concepiamo, boh?! Comunque prendiamo due sdrai gratuiti ( alla mattina bisogna correre all’alba per mettervi sopra teli mare altrimenti esauriscono in pochi minuti) e decidiamo che l’indomani avremmo noleggiato l’auto visto che vogliamo visitare l’isola e vedere altre spiagge. Scopriamo che il lato occidentale dell’isola, quello più arido e meno popolato, è battuto sempre dal vento mentre il lato orientale è risparmiato dal vento ed in effetti è pieno di spiagge esclusive e di località turistiche. Iniziamo ad informarci per il noleggio auto e scopriamo che la tariffa propostaci dall’hotel è di 50 euro,compresa assicurazione All Risk (vivamente consigliata!). Mercoledì mattina proviamo a sentire un Rental Car a pochi passi dall’hotel e decidiamo di noleggiare una scassata Opel Corsa alla Top’S Car, 40 euro al giorno per 3 giorni, con tutte le assicurazioni incluse! Partiamo ,dopo aver fatto il pieno, prima tappa le rovine del castello di Kritinia, a picco sul mare, davvero una posizione suggestiva, qualche foto di rito e poi di nuovo in auto alla volta di SIANA, piccolo paesino arrampicato sui monti , famoso per la produzione del miele: ogni casa ha davanti un piccola esposizione di miele e grappe. Compriamo un po’ di miele di tiglio e un’altra qualità molto dolce con dentro noci e ci dirigiamo verso la costa meridionale dell’isola ,cercando una spiaggia dove fare pic-nic con i panini preparati a colazione a base di strani salumi locali! Ci fermiamo appena dopo APOLAKIA, una spiaggia di sassi infinita ed il mare mosso che crea varie tonalità dall’azzurro al blu, davvero molto bella e soprattutto quasi deserta, ,l’ideale per rilassarsi all’ombra dell’unico alberello. A metà pomeriggio torniamo in auto e affrontiamo gli ultimi km che chi separano da PRASSONISSI, l’incontro naturale tra il mar Egeo ed il mar Mediterraneo, il primo calmo, il secondo agitato. Il posto è davvero magnifico, a detta della mia ragazza il più bello della vacanza, ed il colpo d’occhio è da mozzafiato, c’è una sottile linea di spiaggia ed ai lati i due mari, regno di wind surf e sky surfer che si accampano qui con i camper per settimane intere. Prendiamo una bibita rinfrescante in uno dei ristoranti creati dal nulla e dopo una sosta in spiaggia (finalmente senza sassi!!) ci rimettiamo in auto per il ritorno in albergo in quanto sono già le 17,30 e ci vorrà almeno un’ora e mezza di guida tra le stradine di montagna. Giovedì decidiamo di visitare LINDOS ,paese caratteristico (il mio preferito) sulla costa orientale. Ci mettiamo in strada di mattina presto, dopo una lauta colazione a base di ottime brioche con pezzetti di cioccolato e con gli immancabili panini preparati (di nascosto) a colazione!Un’oretta di strada e siamo già arrivati a Lindos ; il colpo d’occhio è davvero meraviglioso : l’acropoli domina dall’alto le casette, tutte in calce bianca, e la relativa spiaggia è davvero unica. Parcheggiamo l’auto rigorosamente fuori dal paese (non possono circolare le auto nelle strette stradine ) e ci incamminiamo seguendo le tantissime comitive verso il paese, costituito da una miriade di strette viuzze piene di negozietti di souvenir,gioielli ,ceramiche e tessuti ricamati, una caratteristica della zona. Giriamo un po’ per i negozi e poi iniziamo l’ascesa all’acropoli...Ci sono due possibilità per fare l’ascesa : a bordo di simpatici somarelli o seguendo i ripidi gradini...Optiamo per la seconda ipotesi e dopo mezz’ora siamo all’ingresso (6 euro) dell’acropoli. Il paesaggio è davvero unico con lo strapiombo sul mare e la costa frastagliata e selvaggia. Dopo una visita e tante foto all’acropoli ci riposiamo un po’ (il caldo è parecchio) e una spremuta d’arancia presa in un locale pseudo chic di Lindos ci rinvigorisce così torniamo all’ auto per prendere i teli da mare ed i panini...Infatti il pomeriggio lo dedichiamo alla tintarella comodamente distesi sugli sdrai della magnifica e tranquilla spiaggia di Lindos (8 euro per due sdrai e l’ombrellone). Il mare è limpido e cristallino e lo sfondo è davvero da sogno! Verso le 18, e dopo numerose foto ricordo, torniamo in albergo, cotti ma molto contenti per la stupenda giornata! Venerdì mattina decidiamo di andare ad esplorare le famose baie di Ladino ed Anthony Queen, tanto decantate da tutti...Ed in poco tempo siamo già in spiaggia...E direi che merita davvero!! La spiaggia, piccola e molto suggestiva, è fatta da sassolini ed il mare è tranquillo e trasparente, ideale per fare un po’ di snorkeling (ed infatti ci compriamo un paioi di occhialini da sub).Passiamo la mattinata in totale relax e torniamo in albergo per il pranzo dopodiché ripartiamo per questa incredibile località. Verso sera decidiamo di fare un giro a Faliraki, località turistica simil Rimini appena distante alla baia di A.Queen e ci meravigliamo per il clima completamente differente: musica a tutto volume sulla spiaggia, negozi di souvenir e di famose griffe debitamente falsificate...Direi non proprio il mio più bel ricordo della vacanza! Alla sera, visto che abbiamo ancora la macchina fino alla mezzanotte, decidiamo di fare un giro proprio qui, per un drink in uno dei tanti locali che affollano questa località, soprattutto frequentata da inglesi che dopo una certa ora iniziano ad alzare il gomito..E quindi alle 23,45 riportiamo l’auto al Rental Car ed andiamo a nanna. Sabato, penultimo giorno di vacanza, abbiamo in programma la visita alla famosa città vecchia di Rodi ma alla mattina c’è sciopero dei mezzi e così ne approfittiamo per starcene in spiaggia davanti all’albergo a scrivere le cartoline ed a fare l’elenco dei regalini da comprare alla sera...Il pomeriggio iniziamo ,ahimè, a preparare la valigia ed alla sera, appena dopo cena prendiamo il bus e visitiamo la città di Rodi antica, la famosa città vecchia tra le mura,patrimonio dell’Unesco e capisco il motivo! I giochi di luci ed ombre sulle mura sono davvero molto belli ed appena si entra attraverso la porta colpiscono i tantissimi negozietti di ogni tipo attaccati l’uno all’altro, colpisce il profumo che esce dai ristoranti, le musiche, il via vai di gente...Davvero una bellissima sorpresa per me e la mia ragazza, stupiti da tanto movimento! Percorriamo le vie del centro e ci accorgiamo che il tempo è passato velocemente così dobbiamo tornare al capolinea del bus per tornare in albergo ma questa ultima serata a Rodi è stata davvero unica e spettacolare! La domenica mattina chiudiamo le valigie ed andiamo a dare un ultimo saluto al mare...Prima di ripartire per l’aeroporto...Abbiamo passato una settimana davvero meravigliosa su un’isola per noi con un’atmosfera davvero particolare...Passarci una settimana è forse troppo poco ed il noleggio dell’auto è ,direi, obbligatorio!!!

  • 5215 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social