Ios, alcool, mare e divertimento

Ios, l'isola in cui é morto Omero, é la più grande delle cicladi meridionali; posta a sud di Naxos e Paros dista 113 miglia nautiche dal Pireo (circa 6/7 ore di traghetto) ed ha una area di 104 chilometri quadrati. ...

  • di Maurizio Fabbri
    pubblicato il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ios, l'isola in cui é morto Omero, é la più grande delle cicladi meridionali; posta a sud di Naxos e Paros dista 113 miglia nautiche dal Pireo (circa 6/7 ore di traghetto) ed ha una area di 104 chilometri quadrati.  Nota soprattutto ai giovani per la fantastica vita notturna, Ios offre comunque, a chi la visita, incantevoli spiagge disegnate in piccole insenature.

All'arrivo al porto, se ciò avviene di notte, ci si rende subito conto in che tipo di isola si é capitati; luci, musica, via vai di gente e odore di alcool, tradiscono immediatamente la sua indole trasgressiva.  Chi si reca a Ios per divertirsi ha scelto il posto giusto..., se per divertimento intende notti animate e alcool a fiumi ! Questa sua tipicità rappresenta però anche il suo più grande difetto; la ricerca del divertimento finisce infatti per snaturare l'atmosfera che le isole greche sono in grado di creare.

Giunti al porto di Ormos, per chi ha deciso di soggiornare in campeggio, si presenta la prima scelta da fare; i campeggi sono infatti due, uno ad Ormos, a poche centinaia di metri verso destra (dando le spalle al mare), l'altro a ridosso della spiaggia di Milopotas.

Il campeggio di Ormos non é così male come potrebbe sembrare, infatti oltre ad essere facilmente raggiungibile subito dopo essere arrivati, si presenta funzionale e posto in una zona tranquilla, anche se risulta poco ombreggiato; i servizi non sono il massimo del confort e della pulizia e le docce propongono quasi sempre acqua fredda.  Tuttavia si é molto vicini al porto dove ci sono negozi e mini-market a portata di mano.

Il costo non si discosta dalla media dei campeggi greci; si spende infatti 700/750 Dracme al giorno.

Se si sceglie di andare al "Milopotas Camping" invece, le cose sono lievemente più complesse; innanzi tutto per raggiungerlo a piedi ci vogliono almeno 30/40 minuti, calcolando che si é carichi dei bagagli, oppure 10 minuti di pullman sino a Chora e altri 10 a piedi per arrivarci, dato che il pullman vi lascia in paese (a meno che le cose non siano cambiate).

Purtroppo i pullman del servizio pubblico non viaggiano di notte, quindi se si è arrivati troppo tardi bisogna aspettare al porto la prima corsa del mattino o farsela a piedi; la strada però non é delle più agevoli per chi ha dei bagagli, bisogna infatti salire la lunga scalinata che porta a Chora, attraversarla tutta e scendere a Milopotas.

Tutto sommato é meglio fermarsi al campeggio del porto ! Se si decide per quest'ultima sistemazione si ha nelle vicinanze una piccola spiaggia disegnata all'interno di un'insenatura; obiettivamente non é niente di trascendentale, ma non é neanche tanto male.  Sicuramente una delle spiagge più belle di Ios è quella di Milopotas; posta dalla parte opposta della collina su cui sorge Chora, si presenta ampia, di sabbia fine e molto battuta da tutti coloro che si trovano sull'isola.

Alle sue spalle, oltre al campeggio omonimo, ci sono ristoranti e bar, che garantiscono l'approvigionamento di vivande per la giornata.

La bellezza di Milopotas non dipende tanto dal mare, che a volte é anche sporco, perché le correnti portano in quella zona i rifiuti delle navi, quanto dal numero di persone che la popolano; la musica non manca e conoscere o ritrovare chi si é conosciuto la sera precedente é facilissimo.

Di tutt'altro aspetto é invece la spiaggia di Manganari, una delle più bele che io abbia visto in Grecia.  Per raggiungerla é necessario prendere un battello dal porto e l'escursione dura tutta la giornata; il tragitto é di circa 1 ora, ma ne vale la pena

  • 12201 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social