Zante, tra paradisi e mondanità

Come ogni estate la vacanza è all’insegna del mare….l’anno scorso siamo stati a Parga, quest’anno invece decidiamo di andare all’isola di Zante. Partiamo in due coppie domenica 27 agosto in direzione Bari, dove prenderemo la Ionian King dell’Agoudimos Lines. Siamo ...

  • di Mary01_it
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Come ogni estate la vacanza è all’insegna del mare...L’anno scorso siamo stati a Parga, quest’anno invece decidiamo di andare all’isola di Zante.

Partiamo in due coppie domenica 27 agosto in direzione Bari, dove prenderemo la Ionian King dell’Agoudimos Lines. Siamo fortunati perché la nave è semivuota e ci danno una cabina vista mare fantastica...La sera trascorre piacevolmente fino a tarda notte...Poi a letto e il giorno dopo alle 10.00 ci svegliamo e ci accorgiamo di essere quasi arrivati a Patrasso. Scesi dalla nave ci dirigiamo al porto di Killini dove dovremo prendere il traghetto che ci porterà a Zante...Il mare è parecchio mosso e sul traghetto si sente parecchio!! Arriviamo a Zacinto e da qui ci dirigiamo in direzione Keri, di cui avevo sentito parlare bene, arrivati a Limni Keri troviamo un ristorante da cui era possibile affittare delle camere.

Il proprietario ci porta ad una villetta con spiaggetta privata, che ci ruba il cuore e che affittiamo all’istante per 30 euro a notte a coppia.

Il giorno seguente dopo un lungo riposo andiamo alla nostra spiaggetta privata, che secondo me è stata la più bella fra tutte quelle visitate...Il mare era stupendo, cristallino e caldo, non era mai tanto mosso perché racchiuso in una baia e noi poi avevamo portato anche la moto d’acqua e ci siamo veramente divertiti.

La sera decidiamo di andare a Laganas, che pullula di locali di ogni genere, ma che è frequentata soprattutto da inglesi e tedeschi di un’età compresa tra i 15 e i 20 anni...Qui è praticamente impossibile annoiarsi, ci sono locali per tutti i gusti aperti fino all’alba.

Noi verso le due torniamo a casa a goderci la tranquillità ed il panorama bellissimo, davanti ad un buon bicchiere di rum e coca... Il giorno seguente andiamo a Kalamaki, che però non mi è piaciuta molto, anche se l’acqua è sempre fantastica, non a caso su quest’isola arrivano a deporre le uova le tartarughe Caretta-Caretta; a pranzo mangiamo un’insalata greca in un ristorantino sulla spiaggia, ma la cipolla era veramente fortissima...

La sera ritorniamo a Laganas, che sarà la nostra tappa fissa di notte, ripeto qui è impossibile annoiarsi...

Il 4 giorno decidiamo di andare a vedere l’isola di marathonissi dove si concentrano maggiormente le tartarughe; partiamo con la moto d’acqua dalla nostra spiaggia privata e con due viaggi arriviamo tutti e quattro...

L’isola è bellissima, controllata da un guardiano 24 ore su 24 e ovunque si possono vedere delle piccole recinzioni che delimitano una buca dove sono deposte le uova delle tartarughe; si possono vedere anche le impronte sulla sabbia delle testuggini...

Dopo poco più di un’ora il guardiano ci dice che dobbiamo andarcene e così sempre facendo due viaggi ci spostiamo alla spiaggia di Limni Keri dove prendiamo ombrelloni e lettini gratis; facciamo un bel po’ di giri con la moto d’acqua e poi verso le 19.00 torniamo a casa.

Il giorno successivo decidiamo di andare a Laganas per prenotare una gita per vedere le tartarughe, ma da qui inizia la nostra disavventura...Sulla strada per Laganas, improvvisamente la macchina si ferma...K.O.

Chiamiamo il tizio che ci aveva affittato casa per mandarci un meccanico e qualcun altro e così dopo due ore arriva un meccanico che appena vede il motore dice : “BIG PROBLEM!!!”. In qualche modo riesco a parlare al telefono con il superiore di questo meccanico e lui con un inglese ostentato mi fa capire che la macchina non la possono aggiustare loro, ma la Hyunday che si trova a 15 Km da dove siamo noi...Così ci mandano un carroattrezzi che per 15 Km ci chiede 135 euro senza fattura...Alla Hyunday le notizie non sono migliori; per miracolo troviamo un meccanico che parla inglese e mi spiega che si tratta della pompa della nafta e che non sa se riuscirà ad aggiustarla in tempo, anche perché il giorno dopo era domenica, ma che farà il possibile

  • 5526 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. giovinda
    , 14/2/2011 18:50
    Ciao!!!!! Spero che tu legga questo messaggio...stavo pensando di fare una vacanza con il mio ragazzo quest'estate a Zante e non ci và di andare in posti troppo affollati (specialmente la spiaggia!). Leggendo il tuo articolo mi è venuta un sacco di curiosità...non è che potresti darmi qualche informazione sul nome del ristorante dove avete fittato la casetta? Attendo tue notizie,
    Giulia

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social