Santorini e le piccole isole della caldera

02 settembre 2006 sabato Il nostro aereo per Atene parte alle 11:00 da Fiumicino. Abbiamo prenotato un parcheggio nei pressi dell’aeroporto, si chiama “park to fly” e costa euro 47,00 per nove giorni con bus navetta per e da l’aeroporto. ...

  • di graziano
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

02 settembre 2006 sabato Il nostro aereo per Atene parte alle 11:00 da Fiumicino. Abbiamo prenotato un parcheggio nei pressi dell’aeroporto, si chiama “park to fly” e costa euro 47,00 per nove giorni con bus navetta per e da l’aeroporto.

Partiamo da Firenze intorno alle 4:30 e, senza problemi di traffico, vi giungiamo verso le otto. Trasportati a Fiumicino non ci sono grosse code per le operazioni di chek-in e passiamo nell’area passeggeri poco dopo le nove: abbiamo abbondante tempo prima dell’imbarco previsto alle 10:30. L’aereo della Aegeas Airlines decolla alle 11:00; alle 14:00 (ora locale) siamo ad Atene: non c’è sole, il cielo è velato. Dobbiamo aspettare le 18:00 per il volo per Santorini.

Sorvoliamo il Pireo e le tante isole e isolette dell’Egeo; scorgiamo distintamente i contorni del vulcano dell’isola dove siamo diretti, poi l’aereo si abbassa a pelo d’acqua e velocemente atterra a Fira: sono le 18:45.

Qui si interrompe il felice andamento del nostro viaggio, il tranfer per l’albergo (Meridian Travel Santorini) non c’è. Siamo costretti a prendere un taxi per Perissa (euro 20,00) dove abbiamo l’albergo.

L’albergo prenotato a Perissa si chiama Hotel Rena: ha un aspetto esteriore molto allettante con grande piscina; l’interno è un po’ trascurato nei particolari ma la stanza, è grande e pulita ed ha un bel terrazzo.

E’ l’ora di andare a cena: ci incamminiamo per la strada che sembra la principale del paese e troviamo una taverna (Tavern Xani) dove mangiamo un’ottima grigliata di pesce per 20,00 euro in due.

03 settembre 2006 domenica Ci alziamo verso le otto e vediamo che l’esterno dell’albergo è veramente bello: la piscina ben attrezzata con lettini ed ombrelloni è circondata da alberi e piante di bouganville. Dalla vicina chiesa un altoparlante diffonde la messa nel rito locale per tutto il paese.

L’albergo dista circa 100 metri dal mare ed è situato nella parte est del paese vicino al promontorio dove sorgono le rovine di Fira Vecchia.

La spiaggia nera si estende per metri e metri a perdita d’occhio; facciamo una bella passeggiata verso sud fino all’ora di pranzo. Due ore in piscina poi di nuovo in spiaggia, l’Egeo è calmo e l’acqua è calda: la giornata di oggi è dedicata al riposo.

Domani abbiamo intenzione di affittare un’auto e fare il giro dell’isola.

04 settembre 2006 lunedì Abbiamo affittato un’auto per due giorni (Fiat Punto, euro 20,00 al dì presso la Ankor Travel System).

Prendiamo la strada per Fira; dopo quattro/cinque chilometri c’è il bivio per Akrotiri; dalla strada che costeggia la caldera vediamo bianca sulla roccia Fira e, all’estrema punta dell’isola, Ia. Torniamo indietro e in pochi minuti giungiamo a Fira. Decidiamo per prima cosa di scendere al porto: ci aspettano circa 600 scalini in porfido che discendiamo a fianco di asini e somari che portano i turisti da e alla città.

Un breve riposo su una panchina in riva la mare di fronte a navi da crociera da cui sciamano turisti che si affollano ai posti di affitto degli asinelli o presso la stazione della funivia. A piedi, insieme a pochi altri ( molti prendono l’asinello, ma la salita non è per nulla impossibile, anzi permette ad ogni tornante di scoprire piccoli angoli, sfaccettature di case, di giardini abbarbicati sul precipizio) ritorniamo in paese in circa mezz’ora.

Ci rinfreschiamo con un’ottima insalata greca e tanta acqua. Siamo di nuovo pronti per rituffarci negli stretti vicoli di Fira dove negozi sono pronti e attrezzati per lo shopping turistico

  • 1950 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social