Ma che ne sai tu, di cosa mangiano i greci?

Luglio 1990? Via si parte. La meta ? decisa, siamo in cinque, tutti affiatati e 4 /5 gi? affiatati da inter-rail, un disastroso viaggio in Islanda, e dall?ssere amici da quando avevamo 10/11 anni. Allora ne avevamo tra i 20 ...

 

Luglio 1990? Via si parte. La meta ? decisa, siamo in cinque, tutti affiatati e 4 /5 gi? affiatati da inter-rail, un disastroso viaggio in Islanda, e dall?ssere amici da quando avevamo 10/11 anni.

Allora ne avevamo tra i 20 e i 22. Ci consideravamo ovviamente gi? dotati di intelletto, esperienza e pronti a tutto; come per tutti gli anni precedenti la meta ? stata scelta casualmente, non abbiamo informazioni, non abbiamo nemmeno una guida turistica, abbiamo 1 mlione a testa e nessun biglietto o prenotazione.

Si parte, treno da Milano centrale a brindisi.

Gli zaini, grazie all?sperienza acquisita pesano un po?meno?a pesano, tende, fornelletti, pentolame e soprattutto il mio zaino ? gravato dall?nico sacco a pelo in mio possesso.

L?vevo comprato l?nno precedente per andare in Islanda, in piumino d?ca, per temperature sino a ?5¡! E in Islanda mi aveva salvato la pellaccia, dato che perdemmo la tenda dopo 5 giorni, dormendo all?perto per un mese, sotto pioggia e neve! Purtroppo quest?nno si va in ?GRECIA E TURCHIA? mi sa che il mio sacco a pelo da ?5¡ sar? un forno crematorio.

Oltretutto pesa almeno 5 kg.

Comunque, e ce lo ripetiamo in continuazione, siamo giovani. Nulla ci spaventa.

Cena da amici, saluti, baci abbracci. In una decina andiamo in stazione, saliamo, salutiamo le 5 fidanzate dai finestrini?.Il treno si muove. Partiti! ?unga milano ?brindisi?lunga, e di notte ? ancora pi? lunga.

Il risveglio ? condito dai soliti scherzi, una bottiglia (da 1,5 litri) di acqua gelata rovesciata in testa, finite le sigarette dell?mico? Brindisi. Non me ne vogliano i brindisini, ma ?remenda, mezza diroccata, squallida, sporca?uno stradone che dalla stazione va al porto. Centinaia di ragazzetti con zaino e tende in spalla, tutti verso il porto?utti verso la Grecia. Compriamo i biglietti per il brindisi ?patrasso, poi torniamo nella piazzetta centrale di brindisi, dove delle aiuole senza erba! sono trasformate nell?ccampamento generale.

Abbiamo parecchie ore davanti.

Andiamo in un ristorantino, mentre stiamo entrando 5 pazzi escono di corsa travolgendoci?urla, due camerieri gli corrono dietro?.Hanno fatto pancrazio! non hanno pagato il conto.

Mangiamo, bene, e ce ne torniamo alla piazzetta.

Devo comprare le pile per il walkman, chiedo e mi dicono che c? una Standa l? vicino, ci vado. ?hiusa. Sono le 16.30 di un giorno feriale. Guardo l?rario affisso sulla vetrina: apertura dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle 20.00.

Aspetto. Alle 17.00 ? ancora chiusa, niente batterie! Arriva il tramonto, finalmente ci imbarchiamo.

Abbiamo, ovviamente il posto ponte.

Avvezzi da altri viaggi in traghetto ci rifugiamo sulla parte posteriore della nave, in cima, vicino al ponte di comando, dove sul retro c? sempre una piccolissima area pubblica.

C?.

Ma c? anche altra gente: due omosessuali romani che vanno a Mykonos, ovviamente, e i 5 scalmanati che avevamo intravisto al ristorante.

Sono di torino, ultras della juventus, parlano solo di calcio, botte, risse con i celerini, di trasferte?ci annoiano.

Arrivano anche 2 ragazze emiliane?engono contese da 10 allupati, i due romani, ovviamente non sono interessati.

I torinesi smettono di parlare di calcio, magicamente, scopriamo che sono 5 animali, pazzi ma simpatici.

Arriva il buio, compriamo un bel po?di birre?iamo tutti alticci, iniziamo a vagare per la nave, tutti insieme, conosciamo al bar 5 romani, de borgata, romani veraSci, si continua a bere?anto?erso le 4 del mattino siamo rimasti in 3 ancora in piedi: io, un torinese, soprannominato LA BESTIA, e un romano ER TRUCIDO

  • 2577 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social