Creta, non cosi' bella!

Buongiorno, come tutti gli anni vi racconto la mia esperienza di viaggio di quest’estate 06. Meta scelta da me e il mio fidanzato, Creta. Partenza martedì 08 agosto da Bergamo, volo Aegean Airlines, in meno di tre ore si arriva ...

  • di cristina83
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Buongiorno, come tutti gli anni vi racconto la mia esperienza di viaggio di quest’estate 06. Meta scelta da me e il mio fidanzato, Creta. Partenza martedì 08 agosto da Bergamo, volo Aegean Airlines, in meno di tre ore si arriva all’aeroporto d’Iraklio. Erano un paio di mesi che pensavamo alla Grecia, avevamo voglia di tranquillità dopo un anno di vita frenetica in quel di Torino, sognavamo case bianche dalle porte blu, mare turchese, niente caos...Ecco, tutto ciò che non abbiamo trovato. Premetto, vi racconto tutto quello che leggerete con il sorriso sulle labbra, nel senso che anche se non è stata una vacanza perfetta, alla fine ci siamo divertiti comunque.

Avevamo scelto di soggiornare al Porto Village in località Hersonissos, sapevamo che era la zona più frequentata con diversi locali in riva al mare, sapevamo che era molto frequentata da turisti provenienti dal nord Europa ma non sapevamo che non puoi guardare un vetrina che le commesse ti assalgono e con forza ti trascinano dentro il negozio, non sapevamo che tutta questa orda di tedeschi, olandesi, svedesi, inglesi, irlandesi fossero dei veri e propri vandali...Il lungo mare è un susseguirsi di locali, tutti uguali, senza identità, si differenziano solo dal colore dei divani, tutti che “battono” bandiere olandesi e inglese piuttosto che quella greca, tutti con i televisori sincronizzati sulla partita del Newcastle o del Manchester, tutti i pub e le discoteche che puzzano di fumo e alcohol già solo che ci passi davanti, non possono non mancare gli spacciatori di anfetamine, ma quelli purtroppo li abbiamo anche in Italia.

L’hotel è molto carino, sono più o meno una sessantina di appartamenti tutti dotati di servizi privati, balcone o terrazza, mini frigo, kitchenette, telefono, radio (che prende solo una stazione che trasmette solo musica greca!) A pagamento: cassette di sicurezza e aria condizionata (10€ al giorno!) Sono due stabili nuovi divisi dalla strada un po’ nell’entroterra , non proprio sul mare, la prima “spiaggia” è ad 1 km e 1|2 a piedi. Noi avevamo optato per l’all inclusive, abituati a catene di alberghi come la Princess, Gran Bahia...Ecco se avete idea di cosa sto parlando, qui era tutto il contrario. La mattina si iniziava con la colazione dalle 8.30-10.30 che se decidevi di fare un’escursione (come abbiamo fatto noi) con partenza alle 7.30 non facevi neanche colazione! Dopo le 10.30 il ristorante chiude, per cui se hai sete non puoi bere fino alle 11.30-12.00 che non apre il bar della piscina. E uno qua ci può anche stare. Ma il bello era che i drink che venivano dati gratis grazie all’all inclusive erano cola (non coka-cola!), limonata, acqua e birra, tutto rigorosamente alla spina. Se per caso avevi voglia di una vera coka o di una sprite, bene, pagavi 3€ al bicchiere, non la bottiglietta! Parliamo del pranzo e della cena (tanto erano uguali!)...Come tutti era a buffet, il menù era simile tutti i giorni, pasta col ketchup, carne di capra e/o d’agnello mai alla griglia ma sempre proposta con le loro salse a base manco a dirlo di cipolla, cetrioli a gogò, cavolo verza mischiato con lo yogurt magro, anguria e melone sempre e ovunque e, se eri fortunato che ne trovavi ancora, una fetta di torta al cioccolato. E sì, perché vigeva la regola che chi prima arriva prima mangia, chi arriva per ultimo mangia quello che trova, le portate che finivano non venivano mai rimpiazzate, due sere (dopo ferragosto la gente si è triplicata!) ci è capitato di mangiare una fetta di melone sfatta a testa e un pezzo di pane integrale...Solo a pensarci mi viene da ridere! Per chi non lo sa a Creta ci sono un sacco di gatti randagi e noi per tutto il periodo del soggiorno ne abbiamo “adottato” uno che ci dormiva addirittura davanti alla porta. Gli portavamo sempre qualcosa da mangiare visto che sembrano degli scheletri che camminano, una sera al ristorante c’era il fegato (che io ne detesto già solo l’odore!) che aveva un colorino verdognolo, il mio fidanzato ha pensato bene di portarne un pezzo al micio che quando se l’è visto davanti annusandolo si è girato e se ne è andato...Andiamo bene!!! Adesso viene il bello, la sera la cena finiva alle 20.30 ma il bar della piscina rimaneva aperto fino le 2-3 di notte, peccato che l’all inclusive terminava alle 22.30, se avevi sete dopo quell’ora dovevi pagare, 3€ qualsiasi consumazione non alcolica e 5€ quelle alcoliche! Non per niente all’interno del complesso c’è un supermarket privato per gli ospiti, sono proprio furbi sti greci! Capitolo cibo a parte, l’albergo è davvero carino, molto caratteristico, le camere sono spaziose ma senza tv, la sera dovevamo tenere le finestre e le porte chiuse perché è pieno di jekki sui muri e non è piacevole trovartene uno nel letto

  • 2632 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social