ZANTE una meraviglia di mare

In queste righe volevo raccontarvi la mia vacanza in una meta un po' fuori dall'ordinario, ma a mio parere bellissima: Zante. Non essendo dei perfetti turisti-fai-da-te io e Matteo abbiamo deciso di affidarci al confort di alpitour, visto che era ...

  • di ZUGNI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

In queste righe volevo raccontarvi la mia vacanza in una meta un po' fuori dall'ordinario, ma a mio parere bellissima: Zante.

Non essendo dei perfetti turisti-fai-da-te io e Matteo abbiamo deciso di affidarci al confort di alpitour, visto che era l'unico che ci poteva far arrivare a Zante in aereo.

Non mi dilungo parlandovi del costo e dell'organizzazione, sicuramente non all'altezza di Alpitour, perchè l'isola in se basta a compensarlo.

Abbiamo alloggiato a Laganàs che non credo sia un vero e proprio paese bensì un'agglomerato di minimarket, locali notturni, e hotels. Quanto si dice è vero: orde di inglesi in giro a petto nudo la sera, ragazze semi-svestite (molte delle quali davvero ridicole), una vera Rimimi greca.

Ma a dispetto di tanta bolgia bisogna riconoscere che la spiaggia è bella,lunghissima e con in mare limpido e tranquillo; Inoltre è un ottimo punto per visitare tutta l'isola.

Dunque appena arrivati il tempo non era dei migliori perciò ci siamo diretti ad affittare una macchina in uno dei tanti botteghini che si trovano sulla via principale, da un tizio davvero poco raccomandabile siamo riusciti ad avere una micra a 35 Euro x 5 giorni= 175.00 Euro (prezzo ad oc).

La sera ci siamo imbucati nella "movida" di Laganàs che però vede di buon occhio le compagnie di ragazze piuttosto che una coppia, ma poco importa perchè a noi quel trambusto fa solo ridere. Decidiamo per un baretto sulla spiaggia, CHEERS, in stile marocchino ottima la musica e la gente, un ambiente tranquillo! Secondo giorno: UFF CHE MALDITESTA!!! Con la ns. Micra bianca ci dirigiamo verso porto Vromni la strada è tutt’altro che semplice per scendere incontriamo un sacco di tornanti, curve a gomito a picco sul mare ed arrivati l’odore dei freni mi da la nausea! La spaiggetta di ciottoli non è niente di che, ma il mare bellissimo, l’acqua è verde ed alta da subito, vi sono delle piccole grotte e tutto intorno delle pareti di roccia. Molto molto suggestivo! Da qui si può prendere un barcone che per 12.50 Euro ti porta a vedere la spiaggia del relitto. Il prezzo è buono e decidiamo di approfittarne. Il viaggio dura circa una mezz’oretta ma lo spettacolo vale l’attesa. Vi dico solo che il relitto è la cosa meno bella (ma non possono togliere quella ferraglia??) di quella spiaggia. L’acqua è azzurra, non trasparente ma AZZURRA.. Non so... guardate un pastello azzurro ed ecco il mare nella spiaggia Navajo. (al ritorno sono stata male e la mia giornata si è interrotta lì..Sigh!). La sera abbiamo visitato la città di Zacinto che ho trovato molto italiana, con questa grossa piazza e le viuzze tutte intorno (e il traffico per le strade!!) Ci siamo infilati in un locale un po’ alternativo che esponeva delle opere d’arte moderna del quale non ricodo il nome. Abbiam bevuto due cose poi siamo rientrati nel nostro albergo Terzo giorno: sveglia con molta calma prendiamo la micra per dirigerci verso la spiaggia di Kerì . La spiaggia in se è molto comoda nel senso che se avete fortuna potete affittarvi 2 lettini ed 1 ombrellone per 6.00 Euro, io ve lo consiglio perché la spiaggia è di ciottoli, perciò non molto comodo star sdraiati a prendere il sole.

L’acqua è azzurra e la vista sull’isolotto di Marathonissi circondato da barche a vela è stupenda. Nel pomeriggio decidiamo di affittare la classica barchetta che puoi guidare da solo ma purtroppo ci dicono che sono tutte occupate perciò non è possibile prenotarla il giorno stesso, peccato a Kerì costa meno che negli altri punti.. Un po’ sconsolati decidiamo di lasciare la bella spiaggia e dirigerci verso quella di Kalamaki. E’ l’ora del tramonto. Il tempo è brutto e il mare è mosso ma noi capitiamo in un punto meraviglioso della spiaggia; circondato da faraglioni e scogli giganti (non saprei dirvi se il mare in quel punto è bello perché con le onde non si capiva bene) lontano dagli alberghi. Mentre facevo il bagno un materassino gonfiabile mi è volato addosso. Non c’era nessuno e non so da dove provenisse perciò me lo sono portato a casa (se è vostro e volete reclamarlo vi prego di contattarmi.. Trasparente con dei buchi colorati... ) Di sera andiamo nella romantica Bohali, paesino sopra Zacinto con giusto un paio di bar, un ristorante (sempre pieno... ma si mangia bene e si spende discretamente noi 35 euro una cena completa). La vista sul porto di Zacinto tutta illuminata è davvero...Romantica! Se siete da quelle parti una puntatine vale la pena farla, potete sedervi in uno dei bar con il dehor proprio sulla terrazza e godervi un cocktail.. (su tutta l’isola costano come da noi, circa 5-7 euro ed è ok, gli amari, creme al whiskey, loro li chiamano “spirits” costano uno sproposito tipo 6-8 euro!!! L’espresso è discretamente buono ma costa dai 2 euro in su...) Quarto giorno: punto la sveglia alle 9.00 ma poi alla fine mi sveglio alle 11.30 direzione Gerakas. Passata Zacinto e i soliti tornati che non ci abbandonano mai dopo circa mezz’ora di macchina da Laganàs arriviamo alla spiaggia di Geràkas. Troviamo parcheggio libero.. Ma io furbescamente addocchio un parcheggio a pagamento dove con 4 Euro puoi parcheggiare ed in più ti danno in prestito un ombrellone.. Che GENIALATA! Convinco (costringo) Matteo a spostare la macchina e con il ns. Ombrellone ci dirigiamo fieri verso la spiaggia. Qui ci fermano dei ragazzi del parco naturale (credo?) dove ci danno un biglietto che indica l’ora di arrivo in spiaggia e l’ora in cui saremmo dovuti uscire...Eh??? In più.. Non si possono aprire ombrelloni (GENIALE LA MIA IDEA NO?), non si può camminare dietro gli ombrelloni a pagamento per le uova di tartaruga...Non si può nuotare al largo, non si può fare niente! Io sono già un po’ indispettita ma la spiaggia ripaga tutte queste raccomandazioni..È una distesa di sabbia fine circondata da scogliere, con un mare trasparente che sembra di vetro! Noi il nostro ombrellone lo apriamo comunque perché tutti lo tengono aperto ma... dentro è tutto rotto, le bacchette sono spezzate... GENIALE LA MIA IDEA NO? Che figure!!!! Scadute le due ore molto diligentemente ce ne andiamo (potete pure rimanere tutto il giorno tanto nessuno vi controllerà i biglietti!) e pranziamo in un locale vicino al parcheggio, dove mangio l’hamburger + buono di tutta l’isola! 2 hamburger, 2 coca cole e 1 caffè = 9.00 Euro

  • 8727 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social