Paros, Santorini e Naxos (quasi) on the road

6 e 7 agosto 2005 Dopo aver saltato per un’estate il consueto diario di viaggio, rieccomi a raccontare le avventure dei nostri eroi: io (Kia), Ste (il mio morosino); Robiolina, e Chegue (che erano con noi a Hvar nel 2003), ...

  • di Kia81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

6 e 7 agosto 2005 Dopo aver saltato per un’estate il consueto diario di viaggio, rieccomi a raccontare le avventure dei nostri eroi: io (Kia), Ste (il mio morosino); Robiolina, e Chegue (che erano con noi a Hvar nel 2003), Sugar (che era con noi l’anno scorso)e Silvia (la nostra new entry...Complimenti Sugar, che bella morosina che hai trovato!).

Quest’anno la nostra meta è nuovamente la Grecia, ma non quella verde e insolita di Corfù che abbiamo conosciuto l’anno scorso, bensì l’archetipo stesso della Grecia : le Cicladi!! Ho da anni il pallino di visitare queste isole, ma le ho sempre scartate per i budget ridotti dei nostri amici studenti, perché se è vero che la vita e gli alloggi non sono cari, il volo in aereo incide parecchio...Ma quest’anno la cumpa si è (momentaneamente) divisa...Noi 6 in Grecia, gli altri in Spagna...Sigh, sob...Mi mancheranno sicuramente... Dopo un viaggio “ apocalittico” eccoci arrivati a PAROS...Dico viaggio apocalittico perché siamo stati in ballo quasi 24 ore tra aereo, attesa al Pireo e traghetto per Paros...E abbiamo pure rischiato di doverci arrivare a nuoto visto che sembrava non esserci posto su nessun traghetto fino a martedì... Invece all’improvviso siamo diventati VIPs e abbiamo deciso di spendere 74 € per gli unici posti liberi rimasti sulla nave veloce x Paros, categoria VIP appunto.

Ciumbia, che lusso!!oh...Praticamente la categoria VIP si differenziavadalla STANDARD nel fatto di avere una poltrona leggermente più comoda e nell’avere un cameriere che ti svuota il portacenere ogni due secondi... ora però il nostro ego è molto più gonfio, dopo due ore in categoria VIP ci sentiamo molto più fichi! Arriviamo finalmente a Noussa e prendiamo possesso dei nostri mini appartamenti ai Garyfalia Studios dopo aver fatto conoscenza con la padrona di casa che ci offre del melone bianco e dei fichi ...Che belli gli studios!! Si tratta di una serie di casettine bianche e blu nello stile tipicamente cicladico...Sugar e Silvia alloggiano nello studios per due, io e gli altri 3 in un mini appartamento composto da ingresso con cucinino e tavolo per 6, un bagno con WC e doccia e due camere matrimoniali ognuna con il suo balconcino. Sono camere deliziose, semplici, ma molto fresche e carine... Il proposito per il pomeriggio è riposarci un attimo, disfare le valige e poi andare in spiaggia...Ma cadiamo sfranti sul letto e non ci svegliamo fino alle 7...D’altronde siamo in giro dal pomeriggio del giorno precedente e abbiamo passato la notte al Pireo... Ci svegliamo alle 7 e dopo una doccia andiamo in cerca di una buona taverna. Il centro di Noussa è a 5 minuti a piedi dai nostri appartamenti, c’è una via centrale animatissima, piena di ristoranti, bar e negozietti, che arriva fino al porto. Ci fermaimo da “Glaros”, il cui simpatico cameriere parla benissimo italiano e diventa nostro amico (per la cronaca tifa Inter...Mistero...Un Greco interista...). Dopo cena, ci rimane un po’ di energia per continuare l’esplorazione di Noussa...È semplicemente incantevole...Il porticciolo sembra fatto apposta per essere fotografato, con le sue belle barchette colorate e le luci dei locali e dei ristorantini che si riflettono nell’acqua. C’è anche una rocca abbandonata che rende l’insieme molto suggestivo. Ci intrufoliamo poi nell’intrico di viuzze del centro storico, vie anche strettissime dove a fatica passano contemporaneamente due persone. Sono vie affollatissime, piene di giovani che entrano ed escono dai locali alla moda posti su entrambi i lati delle vie, locali piccolissimi, con la musica a palla e straripanti di gente. Sgattaiolamo fuori dalla calca e raggiungiamo a piedi la chiesetta di Noussa, un angolo di silenzio assoluto...Che pace! 8 agosto 2005 Oggi ci siamo svegliati presto perché vogliamo goderci la bella giornata di sole. Dopo la colazione corriamo in centro e noleggiamo tre scooter...Che sensazione di libertà!! Subito in sella, “corriamo” verso la spiaggia di Monastiri, che la nostra fedele Lonely Placet indica come una delle più belle

  • 4022 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social