Nozze d'argento a Las Vegas e nei parchi Usa

Un viaggio tra la fantastica natura e le metropoli... visitando la Monument Valley, Death Valley e Bryce Canyon e poi verso l’oceano, fino a Malibù

  • di Danyolga
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

VACANZE U.S.A. 2012

Il tre ottobre di venticinque anni fa io e mia moglie ci siamo felicemente sposati. Il giorno del matrimonio è uno dei giorni più belli nella vita di coppia ma quel giorno non tutto ha funzionato alla perfezione: il ristorante non è stato all’altezza e il fotografo non ha reso negli scatti l’essenza della festa. Da questo è nato il desiderio di rivivere quel giorno in modo indimenticabile.

Io e mia moglie abbiamo deciso di risposarci in una località insolita, Las Vegas, e con un testimone d'eccezione, nostra figlia, che nel frattempo si era laureata e meritava come premio un bel viaggio nell’ovest degli Stati Uniti immersi nella natura.

Acquistiamo una guida e decidiamo un itinerario che parte da Denver, nel Colorado, e finisce a Los Angeles, in California, attraverso 12 parchi nazionali e 5 Stati (Colorado, Utah, Arizona, Nevada, California).

Decidiamo di prenotare il volo con British Airways da Milano Linate, con scalo a Londra, scelta che si è poi rivelata ottima. Seguono la prenotazione della macchina, la compilazione del visto turistico americano Esta, l'assicurazione di viaggio e la prenotazione della camera per la prima notte a Denver.

Partiamo la mattina del 23 settembre, arriviamo a Denver in tarda serata e all’aeroporto troviamo subito il bus-navetta che ci porta al deposito dell'agenzia, con la quale abbiamo noleggiato la macchina. Pertanto, tutto è andato esattamente come previsto.

Nella notte alla ricerca del motel dove avevamo prenotato la camera, incominciamo a capire come funzionano gli indirizzi negli Stati Uniti: le vie sono divise secondo i punti cardinali e lo stesso numero civico sulla stessa via può trovarsi a due estremi opposti della città. Dopo varie perdite di rotta, riusciamo a trovare il primo motel del nostro soggiorno negli Stati Uniti.

Durante la vacanza utilizziamo varie catene di motel, in ordine di preferenza Best West, Holiday Inn, Ramada, Super 8 e Motel 6. Tutti con piscina, aria condizionata e WiFi gratuito. Ovviamente i costi aumentano con l'aumentare dei servizi offerti, tra cui la colazione, che non sempre è inclusa. La scelta del motel viene fatta la sera prima con l’ausilio del nostro prezioso tablet e delle reti WiFi messe a disposizione dai vari motel.

La mattina del primo giorno partiamo da Denver dopo aver fatto la tipica colazione americana con uova, bacon, pancake e sciroppo d’acero, assolutamente da provare.

Prima tappa Colorado Springs con la vicina Manitou Springs, una splendida cittadina stile vecchio west contornata da rocce rosse.

Proseguiamo attraversando Canon City, una città nata intorno ad un carcere, e ci fermiamo a visitare il Royal Gorge Park. Il biglietto d'ingresso è caro (circa 20 $ a persona), ma il ponte pedonale, arricchito dalle bandiere nazionali dei singoli Stati d'America, e il canyon sottostante, formato dall' Arkansas River, sono mozzafiato.

Subito dopo siamo fermati dalla polizia locale per velocità pericolosa. Il poliziotto ci lascia andare dopo averci elencato tutte le norme stradali del Colorado ed averci fatto un avvertimento scritto, alla prossima non la avremmo passata tanto liscia. Qui le regole vengono severamente fatte rispettare, anche se viaggiare a 65 miglia orarie (circa 105 km/h) su strade larghe e infinitamente diritte può sembrare noioso. Ma, come ci ha detto il nostro amico poliziotto, siamo in vacanza, perciò, andiamo piano e godiamoci il panorama che è fantastico!

La stessa sera arriviamo a Montrose: cena, scelta del prossimo motel e a letto

  • 9190 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social