Vacanze a Gran Canaria

Qualche giorno di relax alle Canarie

  • di ziadenny 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

2/1

Anche questa volta decidiamo di iniziare il nuovo anno alle Canarie. Dopo Lanzarote e Fuerteventura, che ci sono tanto piaciute, optiamo (anche se non troppo convinti) per Gran Canaria. Il volo migliore per orari e prezzo parte da Bergamo così di nuovo ne approfittiamo, vista la necessità di dormire nei pressi dell'aeroporto, per visitare la zona. Scegliamo il lago d'Iseo e trascorriamo una piacevolissima giornata a Monte Isola.

3/1

Verso mezzogiorno arriviamo a Playa del Ingles che, ad essere sinceri, non ci fa una gran impressione visto che è un susseguirsi di palazzoni poco attraenti e strade incasinate. Cambiamo immediatamente idea quando entriamo nel nostro residence: una piccola oasi di pace immerso nel verde e nel silenzio, formato da pochi semplici bungalows raccolti intorno alla piscina e alle palme. Così senza farcelo dire due volte e visto che splende un bel sole caldo ci tuffiamo e ci godiamo il clima, dimenticando in un secondo il freddo che abbiamo lasciato poche ore fa. Altro pregio di questo residence è che si trova a pochi passi dalle dune di Maspalomas e dall'inizio del Paseo Costa Canaria, la bella passeggiata che costeggia il mare per chilometri. Così dopo aver mangiato un boccone in spiaggia trascorriamo il resto del pomeriggio passeggiando sulle dune che sono veramente un piccolo gioiello. Decidiamo di raggiungere la vicina località di Meloneras in auto per la cena, ma, vuoi perché siamo un po' stanchi (ok anche imbranati ma non lo ammetteremo mai), vuoi perché col buio non riusciamo a raccapezzarci (e il navigatore in questa zone non ci è di molto aiuto), vuoi perché è più facile vincere alla lotteria che trovare un parcheggio, alla fine desistiamo e cambiamo meta. Scegliamo un ristorante di tapas a San Fernando, località ancora più brutta, ma almeno il cibo è buono.

4/1

Iniziamo ad esplorare l'isola da Puerto de Mogan e ci arriviamo solo dopo aver sbagliato strada per ben tre volte (ovviamente colpa del navigatore...). Ohhh finalmente un paesino proprio carino, nonostante anche qui per riuscire a parcheggiare serva veramente tanta fortuna. Passeggiamo tra le casette bianche ornate da un tripudio di fiori colorati e ci sdraiamo nella bella spiaggetta a mezzaluna dove si sta benissimo. Avremmo anche potuto trascorrere tranquillamente qui tutta la giornata ma ero curiosa di vedere la spiaggia di Amadores che, da quanto letto, doveva essere ancora più carina. Si, a vederla la spiaggia! Completamente ricoperta da ombrelloni e tendoni sotto i quali sono ammassati brutti negozi e pessimi ristoranti. Che delusione! Mangiamo velocemente un'insalata e decidiamo che è meglio rientrare. Dal residence ci incamminiamo sulle dune e raggiungiamo Meloneras. E finalmente alla luce del giorno scopriamo questa bella località. All'inizio la laguna protetta e il faro, poi spiaggia e prati e infine una via pedonale costeggiata da bei negozi, ristoranti e hotel bellissimi e, per noi ,assolutamente off limits. E' piacevole stare qui, tanto che ci facciamo rapire da un fantastico tramonto senza renderci conto di come faccia presto ad arrivare il buio. Morale nell'oscurità più totale perdiamo completamente il senso dell'orientamento sulle dune. Dopo un bel po' di tempo, tanta fatica e un filo di panico che stava per prendere il sopravvento riusciamo a rientrare. A quanto pare abbiamo decisamente un problema con questa località...

Doccia e camminata (un'altra!) verso il centro commerciale Yumbo, uno dei più brutti centri commerciali mai visti, ma dove si concentrano la maggior parte dei ristoranti. Almeno la pizzeria che scegliamo è ottima

  • 17544 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social