Direzione The North

Alla scoperta del centro e nord Inghilterra

  • di chri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

6.08 Anche quest’anno il vivo della nostra avventura inizia scorgendo, nel buio della notte, le sagome delle bianche scogliere di Dover, delle raffiche di vento fortissimo ci tengono ben svegli sul ponte della SeaFrance. Alle 2.00 inglesi riprendiamo la nostra auto pronti per andare alla scoperta di quella parte d’ Inghilterra che tanto abbiamo sognato durante l’inverno.

Seppur stanchi e inebetiti dai circa 1500 km. Per raggiungere Calais, decidiamo di non perdere tempo e proseguiamo finché gli Inglesi dormono, le strade in effetti sono vuote, passiamo quindi senza problemi il ring di Londra ed il tunnel sotto il Tamigi e in un’area di servizio in prossimità di Cambridge ci fermiamo per riposare qualche ora.

07.08 L’alba non ha impiegato molto ad arrivare..ahimè ! Ci fermiamo nel primo parcheggio P+R che vediamo (Madingley Road parcheggio + bus £ 5,20 per 2 pers.) nella periferia di Cambridge e facciamo una piacevolissima colazione nel vicino prato verde tra le piante ed i coniglietti selvatici che sbucano dai cespugli. Saliamo in bus e in 15 min. Siamo in centro: questa città universitaria ci e’ piaciuta molto più di Oxford: più verde, più elegante ma anche più affollata! Ci rendiamo presto conto che la città e' antichissima, con una ricca storia alle spalle.

Girovaghiamo per il centro ammirando i negozi e i meravigliosi college: bellissimi il Trinity College ed il King's College con la sua meravigliosa cappella gotica King's College Chapel, voluta da Enrico VIII e dedicata alla Vergine Maria. Decidiamo di non visitare internamente i college, preferiamo una visita rilassante della città, godendoci le magnifiche vedute esterne degli edifici e gli spazi aperti visto che la giornata è bellissima con un tepore perfetto per godercela tutta, cosa abbastanza preziosa qui in Inghilterra.

Proseguiamo la nostra passeggiata lungo il fiume Cam, ci intrufoliamo in un matrimonio molto “folkloristico”: con zampognari che suonano melodie in onore agli sposi e signore in abbigliamenti coloratissimi e sfarzosissimi, complete di giganteschi e buffi cappelli. Entriamo nel Sheep's Green, una delle molte aree verdi della città, tra fiori e alberi secolari, vere e proprie oasi di pace e relax per gli studenti durante i loro momenti liberi. Ci riposiamo lungo le sponde del fiume Cam, si sta benissimo, ci divertiamo ad osservare le bravate dei gruppi di ragazzi italiani in vacanza studio mentre si divertono un sacco sui “punt” , le tradizionali barchette di legno della città che animano il fiume.

Ritorniamo per le vie del centro per un ultimo giro, ci concediamo un po' di divertente shopping di souvenir e poi velocemente ritorniamo a recuperare l' auto al parcheggio per riprendere il viaggio. Lasciamo il Cambridgeshire e seguiamo la direzione autostradale "THE NORTH" ed entriamo nel cuore dell’Inghilterra, il Nottinghamshire. Dopo 3 giorni di vagabondaggio per l' Europa troviamo finalmente un letto vero e proprio lungo l’autostrada per Nottingham, in un hotel della catena Premier Inn (www.premierinn.com) a Tibshelf North ( £50 a doppia - no colaz.) che avremo modo di testare più di qualche volta in questo viaggio: sono hotel completamente anonimi ma perfettamente comodi e funzionali se si è di passaggio e non si hanno grandi pretese.

08.08 Dopo una notte di meritato riposo e colazione inglese abbondante al RoadChef ( £ 14- due pers.), catena di ristorazione quasi sempre annessa all' hotel, arriviamo puntualissimi alle 10.00 davanti al megacartello "26th Festival of Robin Hood" ( 2 - 8 agosto - £ 5 parcheggio- entrata libera): un brivido d’ entusiasmo ci scorre lungo la schiena, che bello esserci anche noi!

Trascorriamo circa 3 ore dentro la mitica foresta di Sherewood, catapultati in un altro mondo, proprio quello del "Principe dei Ladri" e del suo leggendario nascondiglio. Quest'area boschiva un tempo era foresta reale di caccia ora è diventata area protetta chiamata Sherwood Forest National Natural Reserve, contiene il maggior numero di querce centenarie di tutta l'Inghilterra, quasi 900 esemplari e la più famosa è il Major Oak: è gigantesca, non ci si può avvicinare perché è circondata da un sistema di tralicci che sostengono i suoi enormi e preziosissimi rami. Secondo la leggenda dovrebbe essere stato il rifugio di Robin e dei suoi compagni ,quindi potrebbe avere centinaia di anni ed essere l'unico testimone vivente dell'esistenza del mitico eroe. Questo festival annuale rievoca per una settimana l'antica vita medievale ricostruendo i modi di vivere dei fuorilegge e dei normali abitanti dei villaggi: tra archi, frecce, cantastorie, giullari, damigelle, botteghe artigiane con manifattori di cesti e oggetti in legno, in vimini, di coroncine di fiori per abbellire le teste di grandi e piccini. Ci incantiamo anche noi assieme ai bambini al passaggio del mitico fuorilegge e dei suoi uomini fidati tra i sentieri del bosco. Ci sono pic-nic sparsi ovunque, spettacoli d'intrattenimento, musiche popolari e non potevano mancare salsicce e boccali di birra in gran quantità, ma l’antipatico Sceriffo di Nottingham non l’abbiamo incontrato!

Ci siamo divertiti tantissimo e dopo aver acquistato qualche ricordo al shop del villaggio, siamo andati a fare una visita veloce in paese, davanti alla chiesetta dove, secondo la leggenda, Robin sarebbe convolato a nozze con la sua bella Mary.

A malavoglia abbiamo lasciato questo mitico luogo e in un’oretta di auto abbiamo raggiunto il parcheggio P+R alla periferia di Nottingham( £3 a pers. A/r con tram) che in poco tempo ci ha portato in centro. E' piccolo e grazioso con la sua piazza centrale, la Old Market Square , attorniata da bei edifici a graticcio, nel mezzo un divertente luna-park e delle vasche enormi di sabbia brulicanti di bambini esaltati cercano di portare una ventata di mediterraneo e riscaldare un po' l’ambiente in questa città tipicamente nordica

  • 13547 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social