Inghilterra in caravan e camper

Dopo anni in giro per l’Europa continentale, quest’anno (2004) abbiamo finalmente attraversato la Manica per visitare Londra e dintorni, Galles e Cornovaglia. In tre caravan ed un camper siamo partiti da Bologna nel tardo pomeriggio del 5 agosto, arrivando in ...

  • di Giuseppe Pritoni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

Dopo anni in giro per l’Europa continentale, quest’anno (2004) abbiamo finalmente attraversato la Manica per visitare Londra e dintorni, Galles e Cornovaglia.

In tre caravan ed un camper siamo partiti da Bologna nel tardo pomeriggio del 5 agosto, arrivando in serata alla frontiera svizzera (pagamento di € 28, a mezzo, per il pedaggio autostradale elvetico valido tutto l’anno) e proseguendo poi verso l’ampia e tranquilla area di servizio S.Gottardo Sud Stalvedro, situata poco prima del traforo del S.Gottardo (18 km), nella quale abbiamo sostato per la notte.

Ripreso il viaggio, passando per Basilea, Mulhouse, Epinal e Nancy, abbiamo raggiunto l’ottimo Camping Municipal di Chalons en Champagne, dove ci siamo fermati per una breve sosta di un giorno.

A Reims siamo rientrati in autostrada, arrivando poi in serata a Calais dove abbiamo acquistato presso la “Seafrance” il ticket del traghetto per Dover, relativo alla corsa delle ore 3,30 del mattino, sostando, fino al momento dell’imbarco, nel grande parcheggio illuminato del porto.

Il costo del biglietto di andata, nella fascia notturna per due persone, è stato di 200 € per auto+ caravan e 135 € per il camper con aggiunta di 7 € per ogni persona in più; la traversata dura circa un’ora e mezza. Si può anche fare un biglietto di andata e ritorno, risparmiando circa 10 €, occorre però conoscere con esattezza giorno ed ora di ritorno.

In Gran Bretagna la circolazione stradale si svolge tenendo la sinistra, per cui occorre, almeno all’inizio, fare molta attenzione nella guida del mezzo, seguendo con impegno le indicazioni stradali, peraltro molto chiare e complete.

Vorrei ricordare a tutti quelli che hanno il terrore di guidare “contromano”, che una volta scesi dal traghetto tutto è meno complicato di quello che si può pensare; così dopo poche miglia ci si rende conto di essere in grado, anche se con una certa fatica, di guidare a sinistra.

Da Dover ci siano diretti verso la capitale inglese percorrendo le autostrade A20 e M20, poi, giunti sulla trafficata tangenziale di Londra, la “M25” (direzione Dartford, North East); l’abbiamo percorsa fino all’uscita 25 da dove abbiamo seguito la A 1055, giungendo dopo 9 km al Camping Lee Valley Lesure di Edmonton, ben collegato al centro di Londra con bus, treno e metro. La Day Travelcard (ticket giornaliero al costo di 11 €) è acquistabile presso la reception del campeggio e permette di salire su tutti i mezzi pubblici dell’interland londinese.

Il 10 agosto abbiamo iniziato, sotto la pioggia, la visita di Londra, ma per fortuna verso mezzogiorno è uscito il sole che ci ha permesso di apprezzare nel migliore dei modi la bellezza di parchi, palazzi, chiese, vie e piazze di questa straordinaria città.

Dalla stazione del metro di Waterloo, passando vicino alla London Eye, la gigantesca ruota panoramica (alta 135 m), abbiamo attraversato il Tamigi sul Westminster Bridge, con vista stupenda su uno dei punti più caratteristici di Londra: il Parlamento con accanto il Big Ben e dietro la famosissima Westminster Abbey.

La nostra passeggiata londinese è poi proseguita attraverso il St. James’s Park, Buckingam Palace, l’Hyde Park per raggiungere il Kensington Garden, all’interno del quale si trova il Kensington Palace dedicato a Lady Diana. Si arriva così nella zona di Londra in cui sono presenti alcuni importanti musei quali il Science Museum ed il Natural Hystory Museum, oltre al mega Royal Albert Hall.

Nella giornata successiva, bella e soleggiata già dal mattino, abbiamo ripreso la nostra passeggiata partendo dal Tower Bridge, il più conosciuto e caratteristico ponte sul Tamigi, dal quale si ha una vista molto bella verso i grattacieli della City e la fortezza della Tower of London; percorrendo Cannon Street siamo arrivati alla bellissima St. Paul’s Cathedral, meravigliosamente affrescata all’interno e con possibilità di salire sulla sommità della cupola da dove, dall’alto dei suoi 110 m, si gode di una stupenda vista a 360° su tutta la città

  • 7973 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social