Avventuroso viaggio fai da te in Medio Oriente

Tour in autonomia tra Giordania e Israele alla scoperta di siti archeologici, deserti dai paesaggi lunari e città (Petra, Madaba, Gerusalemme e Tel Aviv)

  • di pablecido
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

15 ottobre 2017

Partenza da Cagliari con volo Alitalia per Roma Fiumicino, da dove prenderemo un volo Aegean Airlines (compagnia di bandiera greca) per Amman, con uno scalo di un paio d'ore all'aeroporto di Atene. Il viaggio è lungo e arriviamo ad Amman (secondo le previsioni) in piena notte: sono le due del mattino (un'ora avanti rispetto all'Italia). Avendo acquistato in anticipo sul sito web ufficiale il Jordan pass (biglietto turistico che copre tutti gli ingressi nei siti e musei del paese, al costo circa euro 90), non paghiamo il visto d'ingresso (40 JOD). Un tassista inviato dall'hotel dove alloggeremo durante i quattro giorni di permanenza in Giordania (Rafi Hotel, città vecchia, a due passi da anfiteatro romano) ci porta in albergo in una ventina di minuti, dove ci buttiamo nel letto.

16 ottobre

Prima colazione in hotel (niente male) e poi si parte per la prima escursione; durante la permanenza in Giordania ci appoggeremo sempre per le escursioni a tassisti locali, procurati dall'hotel, molto più convenienti delle agenzie turistiche. Il primo giorno lo dedichiamo ad Amman (anfiteatro e cittadella), per poi spostarci verso Jerash, un sito archeologico romano tra i più importanti del Paese. Fa caldo ma visitiamo in lungo ed in largo Jerash (che si trova a circa un'oretta di macchina da Amman), per poi pranzare (per circa 10 JOD a testa) in un locale ristorantino, prima di tornare ad Amman. La sera facciamo un giro per il suq della città vecchia (che adoro, con tutti i suoi prodotti tipici e l'artigianato locale). Oggi si va a nanna presto, domani in agenda ci sono Wadi Rum e Petra.

17 ottobre

Partiamo molto presto (poco dopo le 7) col tassista privato. Prima tappa il fantastico deserto di Wadi Rum (4 ore di macchina da Amman), che ci incanta coi suoi paesaggi lunari e le distese sabbiose. Qui sono stati girati molti celebri film, uno per tutti Guerre stellari ed il paesaggio ricorda molto quello di Marte! Giriamo per circa due ore con una jeep, guidata da un locale beduino, che ci porta alla scoperta di questo luogo imperdibile; anche questo tour è stato organizzato dall'hotel ad un prezzo molto conveniente (paghiamo per tutta la giornata 140 JOD, compreso jeep tour). Sulla via del ritorno ci fermiamo per un veloce pranzo in un ristorante lungo la strada (mangiamo in due con 10 JOD), per poi dirigerci (dopo un'ora di viaggio) alla mitica Petra. Non ha bisogno di presentazioni questo luogo: posso solo dire che è una meraviglia tra canyon, il tesoro, le città e le tombe scavate nella roccia. Ci tratteniamo quasi quattro ore, per poi riprendere la strada verso Amman, dove arriviamo stanchi ma appagati del bellissimo tour verso le 22,30.

18 ottobre

Oggi ci alziamo con più calma, ma già verso le 10 siamo pronti a partire per una nuova gita fuori porta. Oggi visiteremo Madaba, città con splendidi mosaici e chiese in stile greco ortodosso, il Monte Nebo (da dove Mosè poté ammirare la "terra promessa" prima di morire), il Baptisme site (luogo del battesimo di Gesù) ed infine - altra tappa imperdibile - il mar morto dove, dove pranziamo in un locale resort (compreso nel biglietto d'ingresso, 25 JOD) per poi immergerci nel lago salato dove si può galleggiare a pelo d'acqua (grazie all'elevatissimo tasso salino) e fare fanghi per curare ogni malattia della pelle. Rientro ad Amman in serata, domani si lascia la Giordania!

19 ottobre

Ultima colazione in hotel (costo complessivo per 4 notti 150 euro, compresa prima colazione) e partenza (sempre in taxi) verso il confine con Israele. L'autista ci lascia a ridosso del Ponte Allenby, dove espletate le formalità di uscita (si paga una tassa di 10 JOD a testa) e pagato il biglietto del bus (7 JOD a persona), attraversiamo il ponte che segna il confine tra Giordania e Israele. Una serie di domande di rito dalla polizia di frontiera (molto scrupolosa) e passiamo il confine. Importante: vi verrà consegnato un talloncino in luogo del visto sul passaporto, che le autorità di frontiera non appongono sul passaporto per evitare problemi con altre nazioni arabe (che non gradiscono passaporti con visto israeliano...)

  • 1949 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. sariberetta
    , 11/11/2017 18:09
    caro pablecido

    sto organizzando un viaggio fai da te zaino in spalla in Giordania Israele
    26 dicembre - 7 gennaio
    l'idea è di volare da/a Milano su Tel Aviv e Amman

    vorremmo attraversare la frontiera Allenby Bridge e ci stiamo domandando se sia più facile, rapido ed economico andare da Gerusalemme ad Amman o viceversa.
    in base a questo prenderemo i voli su Tel Aviv e Amman come andata o ritorno

    Ho letto che voi avete attraversato Allenby Bridge da Amman a Gerualemme. come è stata questa esperienza? quanto ci avete impiegato in totale? c'era tanta coda? i controlli sono rigidi?

    quando avete pianificato il viaggio avete per caso vi siete posti la stessa mia domanda? avete scelto volutamente di attraversare il confine in direzione Giordani -> Israele per motitivi di facilità?

    grazie mille per l'aiuto!
    Sara

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social