Oasi di pace nel cuore del Medio Oriente

Viaggio itinerante in Giordania dall'alto dei suoi 1700 metri al basso dei suoi -400 metri

  • di Elisina021
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

DOMENICA 27 DICEMBRE

Abbiamo scelto come meta la Giordania perché abbiamo trovato un buon volo ( 988 € per due), ma dopo i fatti accaduti in Francia, amici e parenti erano preoccupati per la nostra imminente partenza! Noi invece eravamo tranquilli e curiosi di scoprire questo piccolo stato. Questa volta abbiamo deciso di viaggiare con Air France (scelta che si rivelerà pessima) partendo da Bologna, dove già al check in abbiamo aspettato in fila circa un'ora per imbarcare i bagagli perché le hostess non erano in grado di svolgere il loro lavoro! Siamo decollati alle 10,45 per atterrare a Parigi dopo circa due ore. Alle 14,30 ci siamo imbarcati sul volo diretto ad Amman. Gli aerei di Air France sono vecchi e il servizio offerto a bordo è scadente... Siamo atterrati ad Amman verso le 20 e abbiamo dovuto fare il visto (40 JD). Siamo andati a ritirare i nostri bagagli e ci siamo messi davanti al nastro che girava in torno ma dei nostri bagagli nessuna traccia... dopo mezzora che eravamo lì ad aspettare ci siamo resi conto che le nostre valigie non sarebbero mai arrivate! Come noi, anche altre persone non avevano la valigia. Un addetto dell'aeroporto ci ha fatto compilare alcuni fogli per denunciare lo smarrimento dei bagagli, assicurandoci che l'indomani o al massimo il giorno dopo ce le avrebbero consegnate, secondo lui erano rimaste a Parigi. In questi casi bisogna stare calmi e non farsi prendere dal panico...facile a dirsi! Ci hanno lasciato un numero di telefono da poter contattare per sapere lo svolgersi della faccenda. Ci siamo diretti verso lo sportello della compagnia di autonoleggio Dollar dove abbiamo affittato un'auto (320 €). Ci hanno consegnato una Renault Logan berlina e, impostato il navigatore con le coordinate, ci siamo diretti verso l'albergo Boutique Hotel Amman. Quando siamo entrati nella capitale ci siamo fermati in farmacia per prendere il liquido per le lenti a contatto (era tutto in valigia). Arrivati all'albergo, abbiamo parcheggiato l'auto (6 JD per due giorni) e abbiamo fatto conoscenza con il proprietario dell'albergo, Ibrahim, che ci ha confortati e ci ha detto che capita spesso che ai turisti perdano le valigie, sopratutto se si fa scalo a Parigi, ma solitamente il giorno dopo gliele riconsegnano. Con lo sconforto nel cuore siamo andati nella nostra stanza, ci siamo fatti una doccia e ci siamo addormentati...

LUNEDì 28 DICEMBRE

Al mattino abbiamo chiesto al proprietario dell'albergo di chiamare il numero per sapere lo stato dei nostri bagagli, ma non ce n' era ancora traccia. Avevamo lo stomaco un po' chiuso e quindi abbiamo fatto una frugale colazione e ci siamo immersi nel traffico cittadino. A pochi passi dall'albergo, in cima alla collina, c'è la Cittadella di Amman ( 2 JD), dove ci sono delle rovine antiche. All'ingresso abbiamo conosciuto Mazen Abu Rumman, una guida giordana che parla molto bene italiano perché ha vissuto in Italia 8 anni. Ci ha proposto un tour guidato per tutta la giornata e noi abbiamo accettato. Per prima cosa ci ha illustrato la storia della Giordania e ci ha spiegato i resti della cittadella. Purtroppo molti resti sono stati trafugati dalla gente del posto ed è solo da pochi anni che è diventato un sito archeologico. Siamo scesi dalla collina per dirigerci all'anfiteatro romano (1 JD). Mazen o Mazinga, come si fa chiamare lui, ci ha raccontato che il turismo non c'è più in Giordania perché la gente ha paura per ciò che succede attorno e quindi lui non riesce a lavorare, per di più ha problemi anche con la polizia turistica perché lui non è credente e non puoi non essere credente in un paese musulmano, per loro la religione è tutto, è in ogni aspetto della loro vita.

Visitato l'anfiteatro, il Museo del Folklore e l'Odeon, ci siamo immersi nella vita cittadina

  • 15827 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social