Natale e Capodanno in Giordania

Viaggio di nove giorni in un Paese molto bello

  • di puremorning1999
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

NATALE E CAPODANNO IN GIORDANIA

Dal 27.12.2013 al 6.1.2014

Eravamo in 2

Spesa approssimativa, € 1200 cad.

Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate:

1. In termini di sicurezza, non abbiamo mai avuto il minimo problema. E’ ovviamente opportuno seguire le regole indicate nelle guide turistiche, come ad esempio, evitare i campi profughi e mantenere un abbigliamento decoroso.

2. Il periodo da noi scelto è stato molto buono. Abbiamo trovato quasi sempre un tempo ed una temperatura accettabili.

3. In Giordania i prezzi sono più bassi rispetto all’Italia, con l’eccezione di Petra. Ad esempio, si riesce a cenare anche con 4 € ed una stanza doppia in un albergo carino costa sui 30 €.

4. Viaggiare in Giordania è stato facile. Abbiamo noleggiato un’automobile per una parte del tragitto e poi abbiamo preso dei passaggi in auto private. I giordani guidano esattamente come da noi (se questo sia un bene o un male, giudicatelo voi) e ci sono sempre indicazioni in inglese.

5. Quanto tempo occorre per visitare il paese? Nove giorni pieni sono stati adeguati per vedere le attrazioni principali e fare il bagno ad Aqaba. Se avete più tempo, troverete sicuramente altri posti da visitare.

7. Capitolo alberghi: il prezzo medio degli alberghi giordani è relativamente basso e la qualità elevata. Come al solito, incrociare i dati delle guide con i consigli degli utenti di Tripadvisor, si è rivelata una buona idea. Infatti, l’unico albergo scadente è stato ad Amman, dove non siamo riusciti a trovare un risultato convincente dall’incrocio dei dati.

8. Il cibo in Giordania è fantastico.

9. Le guide che abbiamo usato in questo viaggio sono state l’ottima Rough Guide, migliore della media ed una deludente Bradt.

11. Abbiamo stipulato un’assicurazione medica con la World Nomads, che, per un prezzo notevolmente inferiore rispetto alla Europassistance, offre un servizio più completo.

1° giorno

Partiamo da Milano Linate con Alitalia e dopo una sosta piuttosto lunga a Roma Fiumicino, arriviamo ad Amman verso le 19. Le formalità doganali sono rapidissime e arriviamo con un taxi in hotel (Palace Hotel, King Faisal Street, Tel.: 06 4624326; ca. 25 € la doppia con bagno. Da evitare: sporco e senza acqua calda). Facciamo un rapido giro delle rovine romane in centro e poi ceniamo all’Hashem: cibo di strada ottimo e prezzi ridicoli.

2° giorno

Abbiamo noleggiato un’automobile con Reliable Car (http://www.rentareliablecar.com/, € 195 per tre giorni, con restituzione a Wadi Musa). Il simpatico addetto ci consegna l’auto in hotel e ci dirigiamo subito verso Jerash. Anche per noi italiani, ampiamente abituati a vedere splendidi resti romani, Jerash è una bellissima sorpresa: la piazza ovale, i due teatri ed il santuario di Artemide sono proprio meravigliosi. Al termine della visita andiamo nel deserto per visitare il Q’asr Amra, con delle splendide pitture del periodo islamico, precedenti al divieto di raffigurare la figura umana ed il Q’asr Al Harrana, molto suggestivo. Torniamo ad Amman e, dopo un giro nell’elegante Rainbow Strret , ceniamo nel non distante Abu Jbara, dove, spendendo pochissimo, ci abbuffiamo senza ritegno! Dopo essere tornati in Rainbow Street per una sosta in un bar a base di narghilè, torniamo in hotel.

3° giorno

Sveglia alle 7 perché la giornata che ci aspetta sarà molto lunga. Iniziamo con la visita di Madaba: i mosaici del periodo romano e le chiese bizantine sono molto belle. Alla bellezza dei monumenti si aggiungono un sole fortissimo ed un cielo limpido. Proseguiamo verso il Monte Nebo (il posto non è niente di che, ma se c’è bel tempo, il panorama su Giordania, Palestina ed Israele è splendido) e discendiamo verso il Mar Morto. La prima sosta è ad Amman Beach: c’è un po’ di vento, ma non resistiamo e ci tuffiamo nelle calde acque più salate del mondo: provare per credere. Dopo un paio d’ore di relax, saliamo al Dead Sea Panorama e poi costeggiamo il bellissimo lago: comincia ad apparire qualche nuvola ed il sole che spunta conferisce al posto un sapore biblico e non potrebbe essere diversamente. Arriviamo così in prima serata ad Al-Karak. Fortunatamente il nostro albergo è proprio carino (Cairwan Hotel, tel.: 03 2396122; € 25 la doppia con bagno). Ceniamo nel vicino quartiere universitario in un ristorante turco, molto buono ed incredibilmente economico e chiudiamo la serata in un baretto accanto al ristorante a fumare il narghilè tra gli sguardi incuriositi dei locali

  • 4611 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social