Giordania con Tour individuale

Come sfruttare al meglio il tempo per visitare la Giordania in pochi giorni

  • di clod1973
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Da tempo io e mio marito volevamo visitare la Giordania ed in particolare vedere Petra. Quale occasione (o scusa) migliore se non il festeggiamento del nostro decimo anniversario di matrimonio?

Abbiamo però deciso all’ultimo momento ed avendo pochi giorni di ferie abbiamo optato per un “week-end lungo”. Abbiamo contattato tour operator, sia in Italia che in Giordania, che ci hanno chiesto cifre spropositate.

Tra l’altro, noi non siamo amanti dei tour organizzati.

Avendo poco tempo, e volendo ottimizzare i tempi, abbiamo deciso di fare un tour individuale.

Abbiamo acquistato il volo direttamente da internet, ed abbiamo contattato, grazie ad un racconto di altri Turistipercaso, il nominativo di una guida locale, che organizza tour individuali su misura, alla quale abbiamo espresso le nostre esigenze. Dopo poche ore ci ha risposto, dandoci alcuni possibili itinerari (comprensivi di hotel) e il relativo costo. E’ stata una scelta azzeccata, perché meno costosa rispetto ai tour di gruppo, e con un livello di libertà INFINITAMENTE più elevato.

Ecco il resoconto del nostro viaggetto:

Mercoledì pomeriggio: partenza

Arrivo il mercoledì sera alle 19.55 con volo diretto da Milano Royal Jordan. Dopo il disbrigo delle formalità doganali, troviamo ad attenderci il nostro autista, guida ed accompagnatore, Sabbah.

Partiamo subito per Petra, fermandoci solo per cena (kebab) in un locale lungo la strada. Arriviamo a Petra prima di mezzanotte e pernottiamo al Silk Road Hotel, un 3 stelle dignitoso. Il Silk ha l’enorme vantaggio di essere vicinissimo all’ingresso visitatori di Petra.

Giovedì

Ci svegliamo alle 7.30 ed alle 8.15 siamo davanti alla biglietteria: il biglietto include un passaggio a cavallo (circa 1Km) fino all’ingresso del Siq, la visita guidata di circa 2,5 ore. Decidiamo di seguire la guida per renderci conto dell’ampiezza del sito ed avere qualche nozione storica. La guida è un “missile”, probabilmente è interessata ad accompagnare il maggior numero di turisti possibili, per racimolare mance. In ogni caso, ci rendiamo conto, piantina alla mano, dei possibili percorsi e deviazioni interessanti e, al termine del “percorso guidato”, estraiamo dallo zaino la Rough guide per proseguire da soli la nostra visita.

Decidiamo di andare al Monastero. Anche se avete poco tempo per stare a Petra, non potete perdere questa meraviglia per 2 ragioni: 1) ha poco da invidiare al Tesoro, 2) la vista del deserto dall’alto è magnifica.

Molti tour organizzati salgono al pomeriggio, noi siamo saliti per le 13 circa e c’era pochissima gente: spettacolare!

Abbiamo fatto la salita a piedi, ma a mio avviso conviene risparmiare le energie e farlo a dorso di mulo, perché ci si impiegano 20 minuti anziché un’ora e soprattutto si evita la faticaccia della salita. Del resto, la strada per salire e scendere è la medesima, quindi si possono fare le foto scendendo a piedi (con il mulo la discesa è sconsigliata in quanto pericolosa).

Tornati dal Monastero, facciamo il percorso a ritroso: la Fortezza, la strada delle Colonne, il Nympheum, le Tombe reali. Ci soffermiamo a fare foto ai giochi di forme e colori delle rocce, poi riprendiamo la visita del Teatro. Dopo la pausa per un thè alla tenda beduina, io decido di avventurarmi per l’altare del Sacrificio: è una salita di 40 minuti e quando arrivo in cima la stanchezza si fa sentire…forse è stata più saggia la scelta di mio marito di riposare ai piedi della scalinata!

Viste le distanze, sono ormai le 17 passate, quindi torniamo al Tesoro: è bellissimo anche senza la luce diretta del mattino, anche perché nel tardo pomeriggio c’è molta meno gente. Facciamo le foto di rito davanti alla facciata, approfittando del fatto che ci sono pochissime persone e riusciamo quindi a immortalare il sito senza turisti davanti all’obiettivo della fotocamera

  • 17302 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Sonia Pierro
    , 17/6/2011 10:19
    Buongiorno!A settembre ho pianificato una settimana in Giordania e ho già contattato Sabbah come da Vostro consiglio.
    Mi ha chiesto 600 euro per una settimana...a me pare obiettivamente un pò troppo, tenendo conto che sono da sola e che devo anche aggiungerci vitto e alloggio.
    Quanto avevate pagato voi lo scorso anno?
    Ti ringrazio tantissimo per la disponibilità.
    Saluti.
    Sonia.
  2. silvia coss
    , 14/3/2011 22:49
    Ciao, grazie per le preziose informazioni!Volevo capire bene come funziona il conttato con Sabbah, gli scrivi il giro che vuoi fare e lui ti propone dove alloggiare indicandoti i costi?e ti accompagna da un posto all'altro ogni giorno?
    Grazie per le informazioni, sicuramente utilissime, che mi darai!
    ciao
    silvia
  3. Francesco Felace
    , 28/10/2010 11:27
    Grazie per il racconto ragazzi, mi avete convinto..devo regalarlo a mia moglie..ma volevo chiedervi un paio di cose..quanto è costato in totale il viaggio..siete atterrati ad Amman?..a novembre che dite come tempo?, pensavo di andare il 25 novembre..Grazie
  4. Francesco Felace
    , 25/10/2010 13:38
    Grazie per il racconto ragazzi, mi avete convinto..devo regalarlo a mia moglie..ma volevo chiedervi un paio di cose..quanto è costato in totale il viaggio..siete atterrati ad Amman?..a novembre che dite come tempo?, pensavo di andare il 25 novembre..Grazie
  5. lichis
    , 24/10/2010 11:46
    potete per favore darci qualche notizia in più sull'autista? non ce la caviamo benissimo con l'inglese ma con il francese sì:)
  6. Jerry Romano
    , 26/9/2010 10:10
    ciao prima di tutto.
    grazie per il vs racconto mi sarà molto utile (sarò in giordania dal 29/10 al 3/11), volevo chidervi la guida parlava solo inglese o era una guida in italiano ?
    quanto tempo prima l'avete contattata?
    grazie mille
    jerry
  7. clod1973
    , 24/7/2010 19:29
    Qualora voleste contattare la stessa guida, si chiama Sabbah Al Sabbah e lo potete contattare via mail: info@taxi-services.org o sabbah1953@yahoo.com o via tel. 00962 79 5532753

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social