Stupefacente e insolito Giappone

Bellissimo, colorato, funzionale, efficiente, sorprendente, pieno di tradizioni da scoprire

  • di SandraG1974
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Il Giappone non mi ha mai attirato. Non so perché, però ho sempre pensato che non ci fosse niente di poi così interessante da vedere. Inoltre, immaginavo un paese supertecnologico con tutte megalopoli e non ero neppure appassionata della loro cucina, tanto da non essere mai andata ad un ristorante giapponese qui in Italia. Il fatto che però me lo abbia consigliato con entusiasmo il nostro consulente Giuseppe (cioè colui che ormai ci organizza tutti i viaggi di un certo livello, gianassi-gi@cartorange.com) mi ha spinto a porre attenzione alla destinazione. Dopo due ore di descrizione del viaggio, ero ormai pronta per partire: a parte ovviamente Tokyo e Kyoto, ci veniva proposto di vedere le montagne della valle del Kiso e di spingerci fino alla famosa isola di Miyajima. Un viaggio quindi completo, il massimo che si potesse fare in 15 giorni, ottimizzando tutti i tempi: Giuseppe sa che noi siamo viaggiatori instancabili e quindi ci propone anche itinerari che per altri avrebbero tempi da tour de force; ascolta molto ed organizza i viaggi in base alle tempistiche che gli si richiedono.

Il fatto poi che il viaggio si svolgesse in treno mi attirava particolarmente, anche se ero assai preoccupata di come riuscire ad orientarmi con una lingua così difficile. Tutti i timori sono stati fugati una volta sul posto e sono venuta via con la voglia di tornarci prima possibile.

PERCHÉ ANDARE

- perché è un paese civile e sicuro: le persone sono educate e gentili; spesso le biciclette sono lasciate senza lucchetto nelle apposite rastrelliere; tutto è pulito e ordinato (non ci sono cestini, tranne nelle stazioni ferroviarie, ma non c’è una sigaretta o una carta in terra); non si sono scritte sui muri; ci si sente catapultati in un mondo perfetto;

- perché i trasporti sono puntuali ed efficienti; i treni shinkansen (quelli superveloci) arrivano e partono all’interno dello stesso minuto; le coincidenze sono quindi garantite!

- perché tutti usano i mezzi pubblici e quindi c’è poco traffico; inoltre c’è un rispetto di tutte le regole e quindi anche del codice della strada: niente macchine parcheggiate male e cose simili;

- perché è un paese aperto alla tecnologia più avanzata, ma mantiene un’anima contadina (ad esempio nei ryokan si fanno i pasti al ritmo del ciclo giorno-notte, si cena alle 18);

- perché la spesa maggiore è solo il viaggio; vivere là è molto più economico che in Italia;

- perché ci sono molte cose da vedere ed alcune di esse valgono da sole il viaggio;

- perché si mangia bene, molto bene;

- perché l’unica preoccupazione per un turista è capire quale sia la coda giusta da fare: per l’autobus, per salire sulla vettura giusta del treno, ecc. Il resto viene da se’.

CONSIGLI DI VIAGGIO

- se potete, andate nella stagione della fioritura dei ciliegi perché i giardini sono spettacolari; in estate, come quando siamo andati noi, il clima è davvero caldo, afoso e umido: per fortuna ci sono distributori di acqua e bibite ad ogni angolo e costano anche poco…

- pernottate più di una notte nei ryokan: un’esperienza bellissima, con la cena tradizionale inclusa, vi vestirete con le yukata e vi sentirete dei veri giapponesi; e quante belle foto !

- non andate a ristoranti etnici: casomai assaggiate le varie cucine regionali giapponesi; non c’è solo sushi e ramen, ma okonomiyaki, tonkatsu, sashimi, yakitori e tanto altro;

- prenotate i treni in anticipo se volete essere sicuri di trovare posto nelle carrozze non fumatori;

- a Tokyo potreste starci tranquillamente 10 giorni senza vedere due volte lo stesso posto; se, come probabile, ci state meno, scegliete prima i quartieri che volete vedere e dedicatevi a quelli

  • 16083 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social