Alla scoperta del Giappone da solo: consigli e diario

Una zingarata in solitaria alla scoperta di Tokyo e del Giappone più tradizionale, comprese la zona delle Alpi Giapponesi e Kyoto

  • di jaguar89
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

INTRODUZIONE

Questo racconto sarà così organizzato: all'inizio raccoglierò una serie di consigli utili per coloro che vogliono organizzare un viaggio simile, cercando di rispondere a quelle che erano le mie perplessità prima del viaggio. Per i più pazienti, seguirà il diario del mio viaggio, che rappresenta anche per me un modo per poterlo rivivere anche in futuro: nel viaggio, per dare al lettore un'idea delle mete che mi sono piaciute di più e quelle che invece sono 'sacrificabili' utilizzerò la seguente scala:

***** = imperdibile, **** = molto interessante, *** = interessante, ** = medio, * = si può saltare

L'idea di un viaggio in Giappone mi ha da sempre affascinato: non sono un particolare fan dei manga, ma la cultura e la spiritualità del Giappone, uniti a una quotidianità così distante dalla nostra mi ha da sempre affascinato. L'innamoramento definitivo verso questo paese è avvenuto attraverso i romanzi di Murakami e un film, Departures, che consiglio a tutti. In essi ho trovato una sensibilità completamente diversi dalla nostra.

Non ero mai riuscito a concretizzare la mia volontà per problemi di ferie: il Giappone ad Agosto è sconsigliatissimo per via delle temperature e dell'umidità e io ho difficoltà a prendere lunghi periodi di ferie in periodi diversi da questo mese. Quando quest'anno, sfruttando anche il ponte del 2 Giugno, sono riuscito a ritagliarmi 11 giorni per questa vacanza non ho avuto un momento di esitazione: era l'anno buono per partire. E il fatto di essere solo mi avrebbe certamente spinto a entrare ancor più in contatto con le persone del luogo...

Cambio al momento del viaggio: 1€ = (circa) 125 yen

QUALCHE CONSIGLIO PRATICO

Il volo

Ho prenotato a inizio Febbraio con AirFrance (andata) e KLM (ritorno) partendo e ritornando a Firenze e facendo scalo all'andata a Parigi e al ritorno ad Amsterdam: comodo e a buon prezzo (560€ a/r). Sono arrivato a Tokyo Haneda e ripartito da Tokyo Narita. Nonostante lo scalo di soli 75 minuti all'andata non ho avuto alcun problema.

Preparare il viaggio

Ho preparato il viaggio in dettaglio. Mi sono documentato sulle mete, scelto un itinerario di mio interesse e prenotato tutte le notti (utilizzando AirBnb e Booking). In Giappone è molto poco diffuso presentarsi in un hotel senza una prenotazione e, secondo me, vale la pena prenotare in anticipo. Ho acquistato la guida Lonely Planet (LP) che è molto utile per fini pratici, mentre un po' scarna nella descrizione dei luoghi.

Meteo

Ero un po' preoccupato perché Maggio è considerato un ottimo mese per visitare il Giappone, mentre Giugno è il mese più piovoso in assoluto: ho avuto una fortuna sfacciata perché è stato quasi sempre bello, con una sole notte e qualche ora della successiva mattina (quando tra l'altro ero in pullman) di pioggia. La temperatura è paragonabile a quella che abbiamo a Maggio in Italia, quindi piacevole senza essere eccessivamente caldo. La sera è leggermente più fresco che da noi.

Itinerario

4 notti a Tokyo in famiglia (con 2 escursioni a Nikko e Kamakura), 2 giorni nella zona delle Alpi Giapponesi (Takayama, Shirakawa-go e Kanazawa) e 3 giorni a Kyoto (con escursione a Nara). L'itinerario è abbastanza denso, soprattutto se vi muovete in più persone e probabilmente meriterebbe 12 giorni anziché 9, con un giorno in più in ciascuna delle zone sopracitate.

Lingua

Il giapponese medio non parla inglese, nemmeno nei ristoranti o negli hotel. Conoscono solo qualche parola, ma sono estremamente disponibili e cercano sempre di farsi capire. Spesso è utile avere il nome della vostra destinazione scritto in caratteri giapponesi

  • 9124 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social