Giappone: viaggio tra natura, passato e futuro

Tra Tokyo, Kyoto e Hiroshima, passando per Tsumago, Nara e Hakone: consigli utili e guida pratica per organizzare al meglio il viaggio

  • di annalisa.c
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

INFO GENERALI

Il nostro viaggio si è sviluppato in 15 giorni (fine marzo-inizio aprile), arrivando e ripartendo dall’aeroporto di Tokyo Narita, sfruttando un’ottima tariffa dell’Alitalia per due voli diretti da Milano Malpensa. L’itinerario è stato il seguente: Tokyo una notte, Tsumago una notte, Hiroshima due notti, Kyoto quattro notti e nuovamente Tokyo per le ultime cinque notti. Abbiamo inoltre visitato in giornata Miyajima, Nara, Osaka e Hakone. Oltre alla classiche guide turistiche, noi abbiamo consultato il sito Japan National Tourism Organization: c’è una guida divisa in capitoli scaricabili in PDF e la possibilità di farsi spedire a casa del materiale informativo o rispondere a domande.

La prima mezza giornata a Tokyo è servita, oltre che per ambientarci dopo un lungo volo di quasi 12 ore, per cambiare soldi e spedire bagagli. Ebbene sì, questo è un servizio molto diffuso e veramente utile che consente di spedire, per un prezzo di circa 10,00 €, le valigie da hotel a hotel, direttamente dalla vostra reception. Noi abbiamo scelto di passare le notti a Tsumago e Hiroshima “zaino in spalla”, per cui abbiamo spedito i bagagli direttamente da Tokyo a Kyoto, dove l’hotel li ha custoditi per quattro giorni fino al nostro arrivo. In hotel, alla reception, sono sempre tutti molto disponibili e collaborativi, ma non aspettatevi un inglese (perfetto). Pochissimi lo parlano, o per lo meno lo capiscono, ma tutti si fanno in quattro per aiutarti. Altro grande paradosso di questo ultra tecnologico paese è il pagamento con carte di credito. Pochi posti lo accettano e ancora meno se si tratta dei circuiti Visa e Mastercard. Cambiate appena potete. Il nostro miglior cambio lo abbiamo trovato proprio in aeroporto. In alternativa provate in posta o in banca. Piccoli uffici di cambio sono presenti solo a Tokyo. Un’altra possibilità è prelevare negli ATM interni ai minimarket delle catene Family Mart e 7-eleven (quest’ultimo non applica commissioni).

Ogni momento è buono per andare in Giappone, noi abbiamo scelto le ultime due settimane di marzo, le settimane iniziali del hanami, la fioritura dei ciliegi. A proposito, sul sito n-kishou.com trovate le previsione della fioritura per ogni città. Il clima è ancora piuttosto rigido. Anche se non piovoso, di certo molto freddo.

Per il nostro soggiorno abbiamo optato per hotel business a Tokyo e Hiroshima. A Tsumago e Kyoto abbiamo scelto delle locande tradizionali, i ryokan, per immergerci nell’antica tradizione giapponese.

TRASPORTI

Assoluto punto di forza del sistema Giappone è indubbiamente il servizio ferroviario ed in generale qualsiasi mezzo di trasporto. Diffuso in maniera capillare su tutto il territorio, permette comodamente di viaggiare e raggiungere qualsiasi meta vi siate prefissati. Infatti, abbiamo potuto constatare come la famosa puntualità dei mezzi sia incredibilmente vera. Se pensate di intraprendere un tour attraverso il Giappone, tenete presente che le distanze tra i principali punti di interesse sono ragguardevoli. La soluzione migliore è prendere il treno, ma non aspettatevi i mitici treni sospesi su monorotaia: sono una leggenda. I treni veloci delle ferrovie nazionali – le Japan Railways, note come JR – sono gli shinkansen, ovvero i treni proiettile che corrono su rotaia. Esistono anche diverse altre compagnie private, ma solo JR mette a disposizione dei turisti un pass davvero eccezionale. Il Japan Rail Pass è un abbonamento esclusivo per non residenti in Giappone, acquistabile on line prima della partenza, che consente di viaggiare per 7/14/21 giorni liberamente su tutte le linee JR, sia regionali che dell’alta velocità (oltre ad altre convenzioni come il battello gratuito per Miyajima), ad esclusione solo di alcuni treni veloci come il Nozomi ed il Mizuho. Il pass può essere attivato in qualsiasi momento del vostro viaggio. Noi abbiamo scelto di attivarlo fin da subito in quanto il treno che collega l’aeroporto di Narita a Tokyo, il Narita Express, è incluso nel pass. Il nostro consiglio è di acquistare il JRP solamente se avete intenzione di fare diversi spostamenti

  • 13121 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social