Capodanno 2007 in Giappone

Siamo stati in Giappone per il Capodanno del 2007. Abbiamo trovato un’incredibile offerta Alitalia intorno al 23 dicembre per partire il 28/12 e tornare l’8/1/2007 a soli 600 € a testa, volo diretto Malpensa Tokyo. Siamo stati a Tokyo e ...

  • di il marty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo stati in Giappone per il Capodanno del 2007.

Abbiamo trovato un’incredibile offerta Alitalia intorno al 23 dicembre per partire il 28/12 e tornare l’8/1/2007 a soli 600 € a testa, volo diretto Malpensa Tokyo.

Siamo stati a Tokyo e a Kyoto con visite giornaliere a Nikko, Himeij, Nara e ad una città termale fuori Kyoto (Kurama).

Alcune considerazioni utili: Sicurezza: Nessun tipo di problema, girando dovunque a qualunque ora del giorno e della notte.

Spostamenti: Abbiamo usato il treno perché avevamo fatto in Italia il Japanese rail pass.

I treni ovviamente sono mitici, puntualissimi, capillari e con le stazioni fatte a prova di stupido anche per chi non sa il giapponese.

In città ci siamo spostati o a piedi o con autobus e soprattutto metro. Inutile dire che la metro di Tokyo ha un livello di qualità del servizio inimmaginabile per noi. Il sistema di tariffazione è simile a quello londinese, con un minimo e biglietti in funzione della distanza.

Alberghi: abbiamo usato solo ryokan (tranne una notte a Tokyo dove abbiamo dormito in una specie di ostello).

Le ryokan sono bellissime, pulite e caratteristiche e a prezzi contenuti (circa 50 € in 2 a notte a Tokyo). Si dorme sul Tatami e il bagno si fa nell’onsen (vedi apposita voce) Mangiare: Si spende pochissimo e si mangia benissimo, scoprendo quanto sia più varia la cucina giapponese rispetto a quella che conosciamo noi.

Si spende pochissimo (10 € a testa) mangiando nei locali caratteristici (quelli col bancone che ci siamo abituati a vedere nei cartoni animati) o alle bancarelle (tipo quelle tailandesi ma molto più pulite e varie). Tenete presente che il livello di pulizia in Giappone è molto elevato, quindi si può mangiare anche nelle bettole perché tanto sono comunque OK.

Quando abbiamo mangiato in posto fighissimo a Kyoto, in stanza privata con cameriera privata a nostra disposizione per tutta la cena abbiamo speso 30 € a testa (mangiando lo shabu shabu, una specie di zuppa con carne cucinata al tavolo).

Provate il ramen, i noodles, lo shabu shabu, il tonkatzu e tutto quello che trovate.

Lingua: Praticamente nessuno parla inglese, anche negli alberghi.

Questo crea qualche problema anche perché il loro turismo è prevalentemente interno, quindi non sono abituati agli stranieri.

Inoltre le clamorose differenze culturali (ad esempio anche i gesti hanno significati diversi) rendono veramente difficile, ed in alcuni casi esasperante la comunicazione. Tuttavia i Giapponesi sono persone di una cortesia quasi imbarazzante e quindi compensano la difficoltà di comprensione con questo (in diversi casi abbiamo chiesto le indicazioni e le persone ci hanno accompagnato) Onsen: Bellissimo, da fare tutti i giorni e almeno una volta in un centro termale.

L’Onsen è un grosso bagno comune con al centro una vasca di acqua caldissima con intorno una serie di sgabelli e doccini con tutto il necessario per lavarsi.

Si entra in uno spogliatoio separati maschi e femmine, ci si spoglia nudi e si entra nell’onsen.

Qui ci si sciacqua (o ci si lava se si è sporchi) con i doccini, si entra a mollo nell’acqua calda dopodiché si esce e ci si lava con sapone seduti sugli sgabellini davanti al doccino.

È una gran figata, quando si esce ci si sente super rilassati, tant’è che spesso ci siamo addormentati subito dopo.

Fatto alle terme di Kurama è ancor più bello perché lo sia fa immersi in un bosco con temperature esterne polari Templi e cose da vedere: Imperdibili i tempi di Kyoto e i giardini zen Imperdibili i quartieri shibuya e shinjuku a Tokyo Imperdibile la zona Golden Gay a Tokyo (budello di viette con locali incredibili) Imperdibile Nara Nikko si può evitare se andate a Kyoto Bello il castello di Himeji ma non imperdibile Prenotazioni: Io avevo prenotato solo la prima notte a Tokyo poi mi sono arrangiato in loco. Comunque non c’è grande problema Alcune cose tipiche: a Capodanno abbiamo fatto il rito collettivo al Tempio Senso-ji, molto simpatico.

Assolutamente da non perdere le sale di Pachinko e una serata al Karaoke (dopo adeguata dose di disinibente di saké).

Le gambe delle giapponesi (tutte incredibilmente storte) Per altre info contattatemi direttamente.

  • 685 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. il marty
    , 18/12/2010 11:17
    fa un freddo porco, un po' come da noi a Milano ma fortunatamente e a differenza dell'estate non piove spesso
  2. angelgt1980
    , 8/9/2010 10:13
    Ciao, mi sapresti dire come e' il tempo in Giappone tra dicembre e gennaio? Fa freddo o e' fattibile? grazie mille!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social