Negril

Finalmente il ns sogno di una vacanza insieme ai caraibi a febbraio si è realizzato! Partenza 10 febbraio con destinazione Montego Bay (l’aeroporto): il volo, né all’andata né al ritorno, è stato puntuale…i charter, si sa, non lo sono mai…ma ...

  • di valentina81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Finalmente il ns sogno di una vacanza insieme ai caraibi a febbraio si è realizzato! Partenza 10 febbraio con destinazione Montego Bay (l’aeroporto): il volo, né all’andata né al ritorno, è stato puntuale...I charter, si sa, non lo sono mai...Ma oltre sei ore totali mi sembrano un po’ tantine... Dopo un’oretta di pullman eccoci a Negril: Merril’s Beach Resort 1.

Premesso che non cercavamo un villaggio super lusso con animazione o quant’altro... Il resort è veramente essenziale: casette molto carine (alte al massimo quanto una palma...Piano terra e primo piano) che ospitano ognuna 6 camere circa, sufficientemente spaziose e pulite; ristorante direttamente sulla spiaggia, all’aperto (SENZA aria condizionata - stupendo! - ma con le pale...) e la spiaggia, sufficientemente grande x accogliere tutti gli ospiti e pulita quanto basta. Vi assicuro, non vi servirà altro... La struttura “merril’s” è divisa in tre parti e gli ospiti posso usufruire degli spazi comuni di tutti i resort indipendentemente da dove dormi (se dormi all’1, puoi pranzare al 2, andare in spiaggia al 3, ecc...).

Prima di partire avevamo letto diversi racconti, commenti, consigli e sono stati tutti utili. Primo tra tutti: porta solo l’essenziale, soprattutto di abbigliamento. L’ambiente è molto informale! Clima? Non avevo letto da nessuna parte e sinceramente mi ha stupito un po’: mi aspettavo un cielo azzurro e un sole caldo in ogni momento della giornata, e invece spesso il pomeriggio il cielo si annuvolava. L Anche alla sera, comunque, non serviva più di un maglioncino di cotone.

Alba e tramonto? L’alba è alle 6,30 circa, il tramonto alle 18. Zanzare? Pochissime! Non abbiamo avuto il “piacere” di incontrare le zanzare al tramonto, né dopo... Soldi? Noi abbiamo cambiato gli euro in dollari in italia e abbiamo pagato tutto in dollari. Purtroppo spesso ti danno il resto in dollari giamaicani che conviene spendere prima di tornare in Italia perché poi non sono più convertibili.

All inclusive? Dalle 10 alle 22 potevi bere quanto e cosa volevi! Corrente? Alcuni consigliano di portare l’adattatore in quanto le prese sono a 110 v... il problema è che molti ns elettrodomestici non funzionano perché necessitano di un voltaggio superiore. Per esempio, serve un phon da viaggio speciale, un caricatore particolare per il cellulare e via dicendo... Noi ne abbiamo fatto semplicemente a meno! Snorkeling? Solo se con la barca ti portano alla vicina barriera corallina, non raggiungibile a nuoto.

Escursioni? Noi avevamo tre escursioni incluse nel prezzo (quindi già pagate dall’italia). Si chiama “Esplora’s Cafè” ed è un programma particolare della Press Tour. In loco è possibile acquistarne delle altre, più complete e più impegnative. Noi ci siamo limitati a fare quelle già comprese nel prezzo, per non togliere troppo tempo al relax e alla spiaggia, dedicandolo a ore di pullman e posti “preconfezionati per turisti”. 1) Snorkeling: con una barca dal fondo di vetro si va al largo e si fa snorkeling.

2) Negril: giro al mercato artigianale (merita davvero!)..Un po’ come in ogni mercatino di questo tipo, una volta che entri in un negozietto, sei “costretto” a entrare in tutti quelli in cui ti invitano, ma è più che altro una forma di cortesia...Entri, ti guardi intorno e se c’è niente che ti piace, esci salutando e nessuno ti dirà mai nulla! Se vuoi acquistare, contratta!! Si parte dalla metà di quello che ti propongono e con un po’ di dignità, si porta a casa qualcosa di originale a un prezzo onesto x entrambi Breve giro al centro commerciale: in un paia di negozietti di souvenir avevamo uno “sconto” E infine, tramonto al Rick’s Cafè: si assiste al salto da alcune roccie di alcuni ragazzi del posto, si beve qualcosa, si ascolta musica dal vivo e si aspetta il tramonto.

3) Festa reggae sulla spiaggia: in realtà è solo un ingresso omaggio in un locale sulla spiaggia che da diritto a un free-drink... La Long beach, la spiaggia stupenda che c’è a Negril, è tutta da scoprire, da assaporare passo dopo passo. Da una parte si va verso Negril e il Negril river (segui questa direzione se vuoi andare alla messa gospel di domenica mattina – consigliata!), nella direzione opposta, verso Montego Bay, si estendono (quasi) tutte le 7 miglia. Il miglior ricordo di questa vacanza sono proprio le passeggiate lungo la spiaggia! Ultimo consiglio, il più semplice: se non ci siete mai stati... andateci! Ne vale veramente la pena! Se avete domande, scrivete!! Vale&Ale

  • 4062 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social