Berlino e Copenhagen in 11 giorni

Il 17 aprile io ed un mio amico siamo partiti alla volta di berlino per raggiungere un amica in comune in erasmus nella capitale tedesca. Con un volo Air berlin (108 euro)alle h 9 da bergamo/orio al serio arriviamo a ...

 

Il 17 aprile io ed un mio amico siamo partiti alla volta di berlino per raggiungere un amica in comune in erasmus nella capitale tedesca.

Con un volo Air berlin (108 euro)alle h 9 da bergamo/orio al serio arriviamo a Tegel alle h10.30. Linea di autobus + s-bhan (metropolitana in superfice) e giungiamo nel "centro" della capitale. Ho messo le virgolette in quanto a berlino non esiste affatto un centro come lo intendiamo comunemente ma piuttosto un agglomerato di quartieri forzatamente ascrivibili alla definizione di centro: mitte, l'isola dei musei, unter den linden, tiergarten. Nomi accostati l'uno all'altro come risultano essere poi questi quartieri topograficamente parlando, cosa, questa, che crea non pochi problemi di orientamento, possibilità di girare a piedi ecc.

Ecco il punto: berlino è VASTA, dilatata, kilometrica. Assolutamente impossibile da girare a piedi come invece (intendiamoci, solo il centro ed armandosi di buona lena) possono essere passeggiate londra o parigi. Le strade sonoperlopiù larghissime, cosa questa che permette di non sentirsi quasi mai soffocati da gente, rumori, negozi ecc. Ma i trasporti (u-bahn, s-bahn, tram, autobus) son a dir poco eccellenti. 5.80 euro per un giornaliero valido fino alle 3 del giorno dopo...Ciò che fa al caso nostro dicevo...Giungiamo in "centro"...Ecco allora marx-engels forum con le statue dei rispettivi pensatori e, adiacente, la celeberrima alexander platz. La quale ci si presenta, piuttosto, come uno dei migliaia di cantieri a cielo aperto che contraddistinguono berlino, a maggior ragione in questo periodo pre-mondiale di calcio. Non si può rimanere delusi da alexander perchè berlino è ricostruzione, cambiamento, innovazione, fermento, come lo era quella piazza. Bisogna solo leggere tra le righe, secondo me.

Poi ci dirigiamo al memoriale dell'olocausto di Peter Eisenmann...Che dire...Parecchio coinvolgente: dall'esterno pare soltanto una distesa neanche tanto grande di pietre tombali, qualcuna più alta, qualcuna più bassa, senza nomi o foto. Avvicinandosi alle prime, in men che non si dica ci si ritrova a camminarci in mezzo, a queste pietre, le quali però ormai ci sovrastano dai loro 3/4 metri d'altezza sopra le nostre teste, tutte di inclinazione ed altezza diversa; cosa questa che unita alla pavimentazione ondulata crea una sensazione davvero fortemente disagiante. poi via verso potsdamer platz, fulcro e simbolo della berlino contemporanea...Coi suoi edifici avveniristici, la pavimentazione regolare e asettica, un brulicare di lavoratori che par di stare nella city di londra...Il Sony center (sede europea del colosso multimediale): una serie di edifici che racchiudono una specie di "cortile" sovrastato da una cupola a metà tra i soliti vetro/acciaio e tendone...Tecnologia, artificialità, economia sopra tutto...Questo mi ha comunicato potsdamer.

E lì vicino la Philarmonie, sede della celebre orchestra filarmonica di berlino, per anni diretta dal mitico Herbert Von Karajan, uno dei migliori direttori d'orchestra al mondo. Bellissima, contratta, a tratti si slancia nello spazio circostante, ad altri si racchiude in un'articolazione di volumi che toglie quasi il fiato.

A 100 metri un altro capolavoro: la Neue Nationalgalerie di Mies Van de Rohe. La nostra amica, futura architetta, ci spiega di che si tratta: una specie di enorme lastrone unico poggiante su dei pilastri dalla pianta a croce (peculiarità di Rohe). Questo permette di non avere pilastri o muri portanti all'interno e dunque un intero spazio aperto. Torneremo qui dopi qualche giorno a visitare la splendida mostra temporanea : Melancholìe

  • 2645 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social