Rimini, Berlino

Se il nostro viaggio fosse un film di certo di chiamerebbe Rimini-Berlino… darebbe l’idea del viaggio e non della meta, proprio perchè, come recita Kavafis in “Itaca”: "Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia ...

  • di Francesco Lengua
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Se il nostro viaggio fosse un film di certo di chiamerebbe Rimini-Berlino... darebbe l’idea del viaggio e non della meta, proprio perchè, come recita Kavafis in “Itaca”: "Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze. I Lestrigoni e i Ciclopi o la furia di Nettuno non temere, non sara` questo il genere di incontri se il pensiero resta alto e un sentimento fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo. In Ciclopi e Lestrigoni, no certo, ne' nell'irato Nettuno incapperai se non li porti dentro se l'anima non te li mette contro." Gli itinerari on the road ci affascinano particolarmente per la possibilità di un maggior contatto con il paese, con la gente. La curiosità ci conduce alla scoperta di culture, persone, profumi e colori.

I protagonisti del nostro film siamo noi. E questo è incredibilmente bello.

Francesco (Checco) – Cultural Manager Danilo – Financial and Technical Manager Andrea – Alcolic and Smoking Manager Diego – Contacts Manager e Mero Esecutore Fondamentali nell’organizzazione del viaggio sono stati: venere.Com per la prenotazione online degli alberghi, turistipercaso.It e ciao.It per i racconti di chi ci ha preceduto (complimenti ai 5 Varesotti a Berlino!), le guide Germania e Berlino della Lonely Platet e della Mondadori il navigatore satellitare MIO 268+ amorevolmente ribattezzato Svetlana (per via dell’accento russo della voce guida) da Danilo; la fantastica Alfa 147 di Diego, dentro la quale abbiamo stipato 4 valigie, zaini, cibo; agendina Erbolario per registrare spese comuni, frasi indimenticabili pronunciate durante il viaggio, parole evocative di quanto vissuto.

Rimini-Berlino prevede 1300 Km circa, decidiamo di spezzare il viaggio in due tappe intermedie: Ingolstadt in Baviera e Lipsia in Sassonia.

27 Dicembre 2005 Appare subito chiaro che la Baviera è una regione della Germania fiera delle proprie tradizioni, accoglie chi la visita con rude affetto, propone agli avventori spettacolari birre che innaffiano intensi sapori.

Danilo si innamora immediatamente della cotenna servita nella splendida locanda Zum Daniel di Ingolstadt. Le birre e l’atmosfera locale ci fanno sentire perfettamente a nostro agio, siamo nella Baviera lontana dai circuiti turistici classici, l’affascinante cittadina conosciuta piu per essere la sede dell’Audi che per la storia di Frankenstein è un bel contesto per la nostra prima notte in Germania. Abbiamo scelto Ingolstadt per il fascino evocativo del mito di Frankenstein, proprio in questa cittadina, infatti, Mary Shelley ambientò il suo romanzo immortalale. L’unica traccia che troviamo del mito, tuttavia, è l’insegna del teatro che proprio in quei giorni prevedeva in programmazione un musical tratto dal romanzo.

Cerchiamo la locanda Zum Daniel per la mostra dedicata a Frankestein al piano superiore... della mostra non c’è traccia, in compenso la cena è indimenticabile: stinco di maiale colossale, cotoletta, kartofen salad e patata spugnosa... Vivamente consigliato, prezzo onestissimo..La serata procede con l’ennesima birra presso un pub messicano piuttosto animato, scopriamo che la movida di Ingolstadt non è trascurabile! L’alloggio presso Ingolstadt è qualcosa di molto ontheroad. L’albergo B&B, subito fuori dalla tangenziale ricorda molto i Motel Americani, l’insegna Erotik Market proprio davanti alla nostra finestra ci fa sorridere... 28 Dicembre 2005 La prima colazione a Ingolstadt è un caldo risveglio di caffè lungo e paste cariche di burro, panna, crema... energia allo stato puro per affrontare la giornata e continuare il viaggio.Visitiamo la Cattedrale Asamkirche, capolavoro barocco. La chiesa è imbiancata dalla neve che troveremo ovunque fino a Berlino, lo scenario è bellissimo. Camminiamo silenziosi nella neve intorno a Asamkirche. Ci attende la prossima meta: Bamberga

  • 627 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social