Schwarzwald... La Foresta Nera

Martedì 02.08.05 Genova-Engen-Singen Finalmente comincia il nostro giro; quest’anno siamo in tre: Massimiliano, Laura e io. Si parte con la macchina alle 7 e 20 da Genova e, percorrendo la Milano-Como-Chiasso arriviamo a Lugano dove Massi mi fa notare la ...

  • di Claudia Collareta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Martedì 02.08.05 Genova-Engen-Singen Finalmente comincia il nostro giro; quest’anno siamo in tre: Massimiliano, Laura e io. Si parte con la macchina alle 7 e 20 da Genova e, percorrendo la Milano-Como-Chiasso arriviamo a Lugano dove Massi mi fa notare la particolarità del viadotto che, tagliando il lago nel mezzo, ti consente di osservare lo specchio d’acqua sia da un lato che dall’altro della careggiata... davvero insolito! Pagata la tassa autostradale svizzera di 30€ obbligatoria si varca il confine e, accompagnata dalle lingue d’acqua che sgorgano dalle rocce provocando simpatiche cascatelle, comincio a respirare aria di montagna. L’autostrada è abbastanza scorrevole ma quanti camion già una cinquantina di km prima del Traforo del San Gottardo! Fortunatamente viaggiano nella corsia a loro esclusivamente riservata e, rispetto alle autovetture, vanno a passo d’uomo. Piove a dirotto e, a dire il vero, sono contenta perché il viaggio con il sole e il caldo sarebbe stato più faticoso.

Alle ore 11.00 siamo al traforo o, meglio, siamo a 5 km dal traforo e ci becchiamo il nostro primo scoglio... la coda. Un’ora persa a causa del “semaforo contagocce” che coordina l’entrata nel traforo... accidenti.

Superato il momentaccio percorriamo l’autostrada fino ad Altdorf per poi proseguire sulla E41 che, nel primo tratto, costeggia il Lago di Lucerna... davvero carino.

Passiamo Zurigo (altra ora e più di coda) e con Schaffhausen varchiamo il secondo confine... siamo in Germania.

Propongo Engen come prima tappa per pernottare... sono più o meno le 15.00. Purtroppo è il giorno di chiusura delle Informazioni Turistiche (la solita fortuna!) e così da soli, nonostante la buona volontà e l’aiuto offertoci da una affitta-camere che, non avendo disponibilità, ha fatto due o tre telefonate al posto nostro a sue conoscenze, non riusciamo a trovare un posto per dormire... peccato perché Engen è davvero carina! Percorriamo a piedi una vietta in salita e noto la particolarità delle insegne dei negozi: sono in ferro battuto e ciascuna di loro rappresenta la tipologia del negozio sottostante, ad esempio una parrucchiera ha fuori pettine e forbice, una merceria un ago con filo e un gomitolo di lana e così via.

Decidiamo di ritornare nella cittadina precedentemente passata che si chiama Singen (ragazzi che fantasia che hanno da ‘ste parti... Singen, Engen, Tengen, Thayngen, Tuttlingen... Che fatica associare il posto letto sulla cartina al cartello stradale che ci si presenta davanti!) e sulla strada incontriamo immensi campi di gladioli coloratissimi; non ne avevo mai visto la coltivazione ed è davvero un bell’impatto.

Sono ormai le 17.00 e, dopo due o tre ricerche, troviamo un piccolo alberghetto a Singen che con 80€ ci ospita tutti e tre... non male.

Dopo una doccetta ci concediamo un giretto per la cittadina e sarà anche la stanchezza ma non ci sembra un gran che.

Ceniamo in una brasserie (finalmente gusto la mia prima “suppen” della vacanza... è alla cipolla!) e poi andiamo a dormire.

Mercoledì 03.08.05 Singen-Titisee Lasciata Singen alle 8 e mezza, entriamo nel territorio dello Schwarzwald... la Foresta Nera.

Purtroppo la pioggia non ci molla e fa anche freddo. Decidiamo per prima cosa di trovare una sistemazione per i prossimi giorni e così ci fermiamo a Donaueschingen, conosciuta per un sentiero che porta alle sorgenti del Danubio, ma anche qui non ci sono camere libere. Ritentiamo a Neustad e poi a Feldberg... niente. Tengo a precisare che la mia ricerca era orientata su una fascia economica (20-30€ al giorno) perchè sapevo da esperienze di amici che si trovavano posti davvero accoglienti a quelle cifre ed è forse per questo che abbiamo avuto un po’ più di difficoltà... Comunque, finalmente, a Titisee troviamo ciò che fa per noi. Miss Lorette, una signora sulla settantina, ci offre una stanza tripla a 22€ al giorno con la prima colazione... È fatta

  • 17923 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social