Ferie estive in Germania

Viaggio nel periodo di ferragosto tra la Baviera, il Baden Wurttemberg e il Nodrhein Westfalen

  • di franz1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Agosto 2015, nostro figlio termina il suo anno di Erasmus a Dortmund ed io e mia moglie ne approfittiamo per farci una vacanza in Germania per poi "recuperarlo" con tutti i bagagli e riportarlo in Italia.

Per rendere più comodo il viaggio, che decidiamo di fare in auto, il nostro caro amico Francesco ci presta il suo BMW e per noi che abbiamo sempre viaggiato su delle utilitarie FIAT la vacanza sembra subito più bella.

Partiamo la sera di venerdì 14 agosto, in modo di viaggiare di notte ed evitarci il traffico ferragostano.

Da Cogoleto ci dirigiamo verso Como e passiamo la frontiera svizzera a Chiasso, applichiamo il bollino autostradale svizzero sul parabrezza (40 euro pagato in Italia ,alla frontiera sarebbe costato 5 euro in più) e attraversiamo tutta la Svizzera sino a Basilea, quindi entriamo in territorio tedesco. Verso le nove del mattino di sabato 15 siamo già a Baden Baden che è la prima nostra meta in quanto vogliamo provare le sue famose terme di Caracalla. La città è carina e le terme non deludono le nostre aspettative.

Nel pomeriggio proseguiamo verso Karlsruhe dove pernotteremo le prime due notti. Karlsruhe compie trecento anni essendo stata fondata nel 1715 da Carlo III Guglielmo e quindi in città ci sono festeggiamenti , notevoli i giochi di luci e suoni proiettati sulla facciata del castello, proprio dal castello, principale attrazione della città, si diramano a raggiera tutte le vie che compongono la città.

Domenica 16 ci dirigiamo a Heidelberg, con circa tre milioni di turisti all’anno, Heidelberg è una delle mete più visitate della Germania. Una meta obbligatoria è il castello, arroccato sul monte Königstuhl, a 70 metri sul fiume Neckar. La città è comunque un gioiellino che consiglio a tutti di visitare.

Lunedì 17, mio figlio che in questi tre giorni è stato con noi ci lascia, per raggiungere Dortmund, in autobus, dove deve concludere l’esperienza Erasmus. Io e mia moglie ci dirigiamo invece verso Lindau, sul lago di Costanza (Bodensee). Lindau è tra le più rinomate località di villeggiatura della Germania per la sua particolare posizione: è infatti situata in un’isola all’interno del lago di Costanza, collegata alla terraferma da due ponti (uno ferroviario ed uno stradale/pedonale) e al confine tra Germania, Austria e Svizzera. Cuore della cittadina è la Markplatz sulla quale si affacciano la chiesa cattolica "Unserer Lieben Frau" dedicata alla Madonna e quella protestante di St. Stephan. Sempre nella piazza si può ammirare la casa patrizia Haus zum Cavazzen che ospita dal 1929 il museo di storia e arte locale.

La via principale è la Maximilianstraße: una serie di case del '500 dai variopinti colori, eleganti negozi ed il quattrocentesco Vecchio Municipio (Alte Rathaus) affiancato da quello Nuovo (Neue Rathaus) in stile barocco.

Martedi 18 lo dedichiamo totalmente alla visita di Lindau.

Mercoledi 19 partiamo per raggiungere Monaco di Baviera .

A Monaco alloggiamo all’hotel Imperial in periferia (zona Pasing). Pasing è una bella periferia ed il centro di Monaco si raggiunge in mezzora di tram (n.19), la controindicazione è il costo del tram, 8,40 euro a testa a tratta che vogliono dire circa 33 euro al giorno in due….un autentico furto!

Monaco non ci delude e conferma tutto quanto di positivo ci aspettavamo, in particolare ricorderemo con piacere le cene all’HB con "l’obbligatorio" litro di birra a testa, il mercato Viktualienmarkt ed il carillon di Marienplatz

  • 6088 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social